DECKSCAPE – NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE: Riuscirà la Nuova Escape Room Da Tavolo Ad Essere All’altezza Delle Altre? (Recensione No Spoiler)

La Linea Deckscape continua a crescere! Un nuovo titolo infatti si aggiunge alla lista e questa volta verremo catapultati nel mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie. In super ANTEPRIMA, ecco la recensione di questa nuova Escape Room!

PANORAMICA GENERALE

La Linea Deckscape continua a crescere!

Un nuovo titolo infatti si aggiunge alla lista e questa volta verremo catapultati nel mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie.

Carta dopo carta, enigma dopo enigma, ci inoltreremo sempre di più nella tana del Bianconiglio, in una discesa sempre più folle!

Anche questa nuova Deckscape è ideata da Martino Chiacchiera e Silvano Sorrentino, dalla durata di circa un’ora, per 1 o più giocatori e come sempre edito da Dv Games.

Quest’ultimo titolo, sarà in grado di essere all’altezza dei precedenti?

 

MATERIALI

Nella scatolina troviamo:

  • Un mazzo di 64 Carte
  • 1 Specchio

Il punto di forza di queste escape sono la loro portabilità, oltre all’ingegnosità degli enigmi e la loro aderenza al tema scelto.

Come sempre non c’è il libretto del regolamento perchè lo imparerete proprio giocando!

La grafica di questa avventura è molto bella esteticamente e richiama nei colori e nello stile le atmosfere del classico cartone che noi tutti conosciamo.

 

PREPARAZIONE

Il gioco non necessita di alcuna preparazione!

Aprite la scatola, togliete la plastichina che avvolge il mazzo di carte e leggete la prima carta!

L’avventura è già iniziata!

 

REGOLAMENTO

Il regolamento è molto semplice.

All’inizio dovrete annotarvi l’orario di partenza dell’avventura, poi le carte vi racconteranno l’ambientazione e vi presenteranno diversi enigmi.

I giocatori, dovranno cercare di ragionare assieme per risolvere il quesito posto.

Quando il gruppo ha raggiunto una risposta, i giocatori dovranno girare la carta dall’altro lato e leggerne la soluzione. Se è corretta, potranno continuare altrimenti continueranno comunque nell’avventura ma dovranno segnarsi una X che conterà come penalità (di qualche tipo – no spoiler) a fine partita.

Nella scatola poi troverete uno specchio che vi sarà utile per la risoluzione di determinati enigmi…forse.

Il gioco poi ci dirà di tenere sul tavolo determinate carte (oggetto o personaggi) perchè vi potrebbero tornare utili durante la partita mentre la maggior parte delle carte, una volta risolte dovranno essere scartate.

Quando il mazzo sarà finito, anche l’avventura lo sarà e sarà il momento della valutazione.

Calcolate quanti minuti ci avete impiegato per arrivare alla fine e seguite il testo delle carte per applicare o meno determinate penalità.

in base al vostro tempo, avrete una valutazione più o meno positiva.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Le mie aspettative per questo titolo erano molto alte.

Per quanto mi riguarda, questa linea è stato un vero e proprio crescendo. Le prime non mi avevano colpito particolarmente, anche per via del meccanismo di aver un solo tentativo per dare la risposta.

Anche se quest’ultima cosa è rimasta invariata, le ambientazioni e il metterci sempre qualcosa di nuovo e di diverso hanno elevato questa collana accendendo sempre di più la mia curiosità ed il mio interesse.

Potete dunque immaginare le mie aspettative. Sarà riuscita quest’ultima uscita a scalzare “Dietro il Sipario” come mia Deckscape preferita?

Gli enigmi sono diversi e mettono in gioco (come sempre) diverse abilità ma soprattutto pensiero laterale, colpo d’occhio ed enigmi “fuori dagli schemi”.

Questo contribuisce tantissimo a far respirare ai giocatori l’atmosfera folle del Paese delle meraviglie e quindi l’aderenza degli enigmi al tema è totale.

All’inizio sarete disorientati, sembrerà quasi che il gioco vi stia prendendo in giro o vi stia stuzzicando.

Poi capirete pian piano la logica che ci sta dietro e l’avventura prenderà il via.

Capiteranno molte cose strane e non capirete il perchè ma abbiate fede che nel Paese delle Meraviglie tutto ha un suo senso…o quasi.

Fantastico poi come il mondo del gioco si intersechi e giochi con il mondo reale, quello dei giocatori. L’abbattere la quarta parete è sempre una cosa che apprezzo molto.

A mio parere, la difficoltà degli enigmi è leggermente più bassa rispetto alle ultime uscite della linea o forse semplicemente utilizzano un metodo di risoluzione più vicino a me.

Concludendo, non credevo fosse possibile, ma quest’ultima Escape room ha eguagliato la mia preferita.

Non scalzato perchè gli enigmi di dietro il sipario avevano un effetto WOW dato dai trucchi di magia mentre quest’ultima ha un’ambientazione e un giocare con il giocatore (scusate il gioco di parole) che mi ha letteralmente stupito e divertito.

Davvero molto molto bella! Sinceramente, un altro viaggio nel Paese delle meraviglie lo farei molto volentieri.

 

P.s.: I due enigmi legati al labirinto sono fenomenali!

 

APPROFONDIMENTI

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it
Continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.