Banned Magic Tapes – Un’Analisi sulle Carte Bandite di Magic the Gathering: Ottobre 2019

Inauguriamo una nuova rubrica, di Magic the Gathering, con un doppio ban per due potenti carte dello Standard e del Pauper

Benvenuto cari amici di House of Games, oggi diamo inizio a Banned Magic Tapes: una nuova rubrica dedicata agli aggiornamenti dell’elenco delle carte bandite e/o limitate di Magic the Gathering. Ci tengo subito a precisare che si tratta di una rubrica dalla cadenza irregolare, perché la sua uscita è dettata dalle decisioni degli autori del gioco. Quindi: se un mese non ci saranno modifiche, l’uscita della rubrica slitterà al prossimo appuntamento.

In che modo possiamo inaugurare questa nuova rubrica? Con un doppio ban! Scherzi a parte, lo scorso 21 Ottobre 2019 il sito ufficiale di Magic the Gathering ha rilasciato i seguenti annunci:

  • Campo dei Morti è bandita in Standard;
  • Astrolabio di Arcum è bandita in Pauper.

L’ultima data d’applicazione dei ban è il 25 Ottobre 2019, in corrispondenza con i tornei Friday Night Magic.

Campo dei Morti (rilasciata in Magic 2020) è una terra davvero molto potente, in questi pochi mesi di gioco ha mostrato tutto il suo valore. È subito entrata negli Scapeshift di Modern, ma talvolta in mono copia: giusto per generare condizioni vittoria alternative nel caso non entri in gioco la combo con Valakut, il Pinnacolo Fuso. In realtà, il meglio di sé lo ha dato in Standard. Nel deck Golos Fiend l’abbiamo vista spedinare ondate e ondate di zombie, senza dimenticare che si trattava già di un deck potente di base. Di fatti, in mancanza dell’orda di pedine, potevamo sconfiggere i nostri avversarsi con altre bombe dell’archetipo (come Krasis Idroide o Gigante dei Fagioli). Nell’ultimo mese il Golos Fiend ha spopolato su tutte le piattaforme di gioco, diventando il deck più usato nel formato. Gli autori si lamentano del fatto che la carta dona ondate di zombie con troppa facilità, in late game diventano difficili da rimuovere. Effettivamente, in Standard, sono davvero poche le carte capaci di contrastare quella massa di pedine. Mass removal a parte, possiamo citare Fine della Legione e Delegata della Detenzione. Visto le poche risposte, la Wizards ha deciso di bandire la carta. Tuttavia, gli autori hanno tenuto a precisare che l’abuso di Campo di Morti negli ultimi tornei internazionali non ha influenzato questa scelta. Personalmente, per quanto mi urta perdere una carta potente che stavo giocando, devo ammettere che si tratta di una scelta giusta. Negli ultimi giorni, era l’unico mazzo che si vedeva nelle scalate competitive di Magic Arena o nei tornei Standard: dire che era “semplicemente giocata da tutti” non rende l’idea… Sono curioso di vedere, cosa accadrà nei prossimi giorni: c’è una consapevolezza che potrebbero riuscire fuori situazioni simili a questa… Tuttavia, la Wizards dovrà dare un tempo di tregua ai giocatori. Un tempo destinato nel testare nuovi deck, visto che la prossima espansione ci sarà solo a fine Gennaio 2020! L’unica consapevolezza è che adesso vedremo ondate di Burn e Red Deck Wins tornare a “banchettare” nel formato (e ve lo dice un tizio che gioca mono rosso dal 2003!). L’ultimo pensiero che pongo è la classica polemica legata al rilascio delle carte: quando gli autori di Magic creano una carta sanno a cosa vanno incontro? Non voglio fare becere polemiche da giocatore dell’ultima ora, ma talvolta rimango dubbioso dinanzi certi ban. Gli autori erano consapevoli del potenziale di Campo dei Morti? Oppure è l’ennesimo caso di carta ideata senza capire il suo vero valore? Per carità in passato ci sono casi di ban più devastanti, pensate alle venti carte del Blocco Mirrodin, però queste situazioni lasciano sempre un certo amaro… In realtà non esiste una risposta esatta alla mia domanda. È davvero un peccato, perché queste scelte poco ponderate ci priviamo belle carte da giocare!

Astrolabio di Arcum (rilasciata in Orizzonti di Modern) è gioiellino che abbiamo subito amato! Si tratta di un artefatto filter ad un solo mana, che per giunta è anche un cantrip. Non importa la necessità di mana neve per lanciarlo, i giocatori si sono adattati senza problemi alle terre neve. Anche questa carta è stata subito giocata in molti formati, perfino in Legacy. Inutile dire che ha trovato subito il suo posto nel nuovo formato unificato di Pauper. L’entrata in scena di questo artefatto ha accelerato l’avanzata di molti deck multicolore, un esempio è il Boros Monarch, inoltre ha dato manforte ad Affinitiy e (soprattutto) Tron. Secondo gli autori del gioco, l’entrata in scena dell’Astrolabio di Arcum ha portato all’abuso di carte nome come: Skreed (il removal perfetto dei deck per gli archetipi Snow), Mago dei Gingilli (per tutoralo facilmente), Effimerare, Pescatrice Volante Kor e Falco Luccicante (che tra blink e rimbalzi generano piccole combo per pescare in quantità). A causa di questa monopolizzazione hanno di deciso di bandire la carta. Mi dispiace dirlo, ma sapevamo che sarebbe accaduto prima o poi! Fin dalla sua uscita, avevamo tutti capito il potenziale di questo artefatto: soprattutto all’interno del Pauper. Certo, molti di noi credevamo che sarebbe durata qualche mese in più… Alla fine il ban è arrivato! Sinceramente, per quanto mi dispiaccia, è giusto così. Mi chiedo se con l’uscita di determinate carte future l’artefatto potrà tornare, ma sono convinto che sarà bandito nel Pauper per un bel po’ di tempo (forse anche per sempre). Però c’è un’altra cosa d’aggiungere. Come ho letto in molti gruppi o forum dedicati al formato, i giocatori richiedevano anche il ban della citata Effimerare. Anche questa magia causa di vantaggi rapidi semi-gratuiti, merito soprattutto dell’abilità Ripresa. Sono dell’idea che gli autori vogliano procedere per gradi, che vogliano capire come si possa comportare la magia con l’assenza di Astrolabio di Arcum. Se continuerà anch’essa ad essere abusata, generando il classico monopolio di gioco, verrà sicuramente bandita anche questa. Staremo a vedere. Per il resto, mi auguro che il Pauper riesca a trovare presto una stabilità: da quando il formato è stato unificato c’è davvero molto lavoro da fare, spero che gli autori possano trovare idee solide per il futuro.

Il ban di questo mese è stato davvero molto forte, ma allo stesso tempo era telefonato. Sono curioso di vedere come reagiranno i giocatori dinanzi a tutto ciò. Chissà quali deck inventeranno!

La rubrica si conclude qui, visto che ho parlato abbastanza. Quelle che avete letto sono semplicemente le mie analisi sul materiale proposto dalla Wizards. Ovviamente, siete liberi di pensarla diversamente. Una cosa che Magic mi ha insegnato è che con il confronto con gli altri giocatori posso imparare nuove cose. Mi piacerebbe che si aprisse una discussione al riguardo, magari qui sotto nella sessione commenti, dove poter parlare delle nuove possibilità di gioco.  Chissà: magari potrebbe tornare utile a qualche giocatore per generare nuove strategie 😉!

Con questa vi saluto, ci rivediamo al prossimo appuntamento con Magic. Buon gioco a tutti!

Commenti


immagine-profilo

Marco Grande Arbitro

Fondatore e caporedattore del blog nerd/geek/pop GiocoMagazzino. Blogger (da 12 anni), podcaster e youtuber. Sono un appassionato di giochi da tavolo, in particolare prediligo i giochi di carte. Una passione iniziata, e che continua, con Magic the Gathering! Per il resto, sono laureato in Scienze dell'Educazione (educatore professionale). Sono un collezionista di Funko Pop, adoro il cinema e la buona musica.

2 risposte a “Banned Magic Tapes – Un’Analisi sulle Carte Bandite di Magic the Gathering: Ottobre 2019”

  1. […] scorso 21 Ottobre 2019, in concomitanza con l’uscita della banlist mensile, la Wizards of the Coast ha annunciato un nuovo formato di gioco chiamato […]

  2. […] Chi l’avrebbe detto che avrei ripreso questa rubrica così presto! […]