Recensione Perdition’s Mouth: Calarsi nelle profondità infestate da demoni!

Perdition’s Mouth è un originale dungeon crawler duro, spietato, divertente dove la cooperazione è tutto!

Parliamoci chiaro, forse sarò leggermente di parte in questa recensione, ma voglio essere onesto i dungeon crawler sono decisamente il mio genere di gioco da tavolo preferito. Quindi quando ho adocchiato Perdition’s Mouth: Abyssal Rift non ho potuto resistere alla tentazione di provarlo.

Perdition’s Mouth: Abyssal Rift è un gioco da tavolo cooperativo, di genere dungeon crawling per 1-6 giocatori che richiede circa 90-180 minuti per una partita. Il gioco promette delle dinamiche originali, ma sarà riuscito a mantenere le promesse? Lo scopriremo più avanti.

Panoramica del gioco
In Perdition’s Mouth, i giocatori esploreranno le profondità di una roccaforte trovandosi ad affrontare una serie di missioni. Il gioco può essere giocato in sessioni singole o in una campagna collegata.

Durante una partita, ogni giocatore sceglie un eroe unico da comandare e dovrà collaborare con i compagni nella speranza di uscire vivo dalla missione. Il gameplay abbraccia lo stile di gioco dell’Eurogamer, e i giocatori dovranno sicuramente lavorare di intelligenza e di squadra per sperare di sopravvivere.

Componenti del gioco

Ci troveremo di fronte ad una mastodontica e pesante scatola che brama di essere aperta.

Al suo interno troveremo:

  • 4 Mappe (a due facce), Pietra del Destino, Pietra del Nemico
  • Per ogni Eroe
    1 Miniatura, 12 carte eroe, Plancia Eroe, Segnalino Punti Vita, Piolo Eroe
  • Per i Nemici
    37 miniature non dipinte: 7 Accoliti, 5 Guardie, 5 Evocatori, 3 Nidi Insettoidi, 5 Rotikka, 5 Boneworm, 5 Chi’leen, 1 Tharnix, 1 Demone
  • Regolamento, Fogli di Consultazione, Foglio dei Cultisti, Foglio degli Insettoidi, 20 Fogli di Salvataggio, 21 Fogli degli Scenari, Scatola degli Scenari
  • 42 Carte Responso, 36 Carte Ferita, 17 Carte Eroe delle Vittime, 17 Carte Responso delle Vittime, 25 Carte Tesoro
  • 3 Porte, 3 Saracinesche, 3 Scrigni del Tesoro, 3 Vittime, 3 Leve, 1 Uscita delle Vittime, 1 Uscita degli Accoliti, 2 Macerie, 2 Muri di Pietra, 1 Nebbia
  • 12 Fatica, 12 Difesa, 1 Benedizione, 12 Ferita del Nemico 1 Eroe Più Debole

I materiali sono davvero eccellenti, e il pezzo forte è rappresentato ovviamente dalle miniature bellissime e dettagliate, che appagheranno anche gli appassionati della pittura.

Le tessere doppia faccia per comporre le ambientazioni, se da un lato riducono la varietà degli ambienti, dall’altro danno un tocco di velocità nel setup del gioco che in tanti potrebbero apprezzare.

Il regolamento del gioco è scritto abbastanza bene, anche se le sue 40 pagine potrebbero spaventarvi all’inizio.

Il Gioco

Essendo un gioco dalla buona complessità, non mi spingerò in una spiegazione dettagliata, ma cercherò di illustrarvi a grande linee le dinamiche di una partita.

Per il setup del gioco, viene scelto uno scenario e ogni giocatore sceglierà un eroe unico. La carta scenario ci dirà dove inizieremo la nostra partita, quali mostri potremo affrontare e fornirà un background tematico al tutto.

Una partita a Perdition’s Mouth, si svolge in una serie di round, ogni round ha due fasi diverse:

Fase Eroe

Ogni round inizia con la Fase Eroe, durante la quale ciascun eroe svolge un turno. Gli eroi non effettuano i turni in un ordine determinato e sarà sempre possibile modificarlo nel corso dei round.
Il turno di un giocatore è composto da diverse azioni:

  • L’eroe ottiene i punti azione pari alla vostra caratteristica (es: Guerriero, Sacerdote, Mago) modificate anche in base agli attuali punti vita
  • Sposta il proprio piolo eroe sulla pietra del destino determinando l’azione che potrà compiere nel round
  • Giocherà le carte eroe e abilità che possono aiutare l’azione del round
  • Pescherà una carta responso o muoverà la propria miniatura eroe
  • Quando avrà completato la propria azione, ruoterà il piolo eroe affinché lo scudo punti verso l’interno.

Una volta che ciascun giocatore ha effettuato un turno, si ruoteranno tutti i pioli eroe di nuovo verso l’esterno e inizierà la Fase Nemici.

Fase Nemici

La Fase Nemici inizia pescando una Carta Responso, il numero indicato sulla carta indica di quanti settori si sposta il segnalino nemico sulla Pietra del Nemico. Tutti i nemici svolgono tutte le azioni toccate dal segnalino tra i 4 tipi di azione previsti: Generazione Primaria, Generazione Secondaria, Movimento e Attacco.

La partita termina quando tutti gli Eroi riusciranno a scappare dalla mappa o quando gli eroi completano tutti gli obiettivi dello scenario o quando falliscono o muoiono tutti.

Perdition’s Mouth è sicuramente uno dei più singolari dungeon crawler a cui abbia mai giocato, elimina la dinamica dei dadi e grazie alla meccanica delle rondelle costringe i giocatori ad un’uso ottimizzato delle proprie azioni, mentre in molti altri dungeon crawler la dinamica è quasi sempre, giocatori che corrono dei mostri e li picchiano ripetutamente (Non che mi dispiaccia eh!)

Anche la collaborazione durante una partita è un’aspetto fondamentale, in un round colpiremo un mostro, mentre nel successivo dovremmo allontanarci per permettere a qualcun altro di attaccare, o riposare per recuperare le carte.

Un’altra caratteristica di questo gioco e che man mano che i giocatori subiscono danni, diventeranno più deboli.
In Perdition’s Mouth, infatti, avremo un meccanismo opposto rispetto alla maggior parte degli altri giochi del genere. Molti dungeon crawler ti fanno acquisire abilità, livelli, armature e altri tesori durante il gioco, che aumentano il tuo potere.

Qui invece diventi più debole man mano che il gioco progredisce. Quando subisci danni, i punti azione diminuiscono, così come il potere di attacco e la difesa per questo può essere un gioco davvero spietato.

Considerazioni Finali
Perdition’s Mouth: Abyssal Rift potrebbe essere definito, un sapiente ibrido tra dungeon crawler e un eurogame. Per goderti a pieno il gioco occorre una cooperazione intensa, una giusta pianificazione e la giusta dose di tattica.

Il gioco ha una curva di apprendimento che richiede un po’ di tempo, ma una volta acquisiti i concetti del gioco, può essere un’esperienza di gioco gratificante in grado di tenerti attaccato molte ore al tavolo da gioco.

Per quanto mi riguarda, ha superato l’esame a pieni voti!

 

Perdition’s Mouth

8

VOTO

8.0/10

Pros

  • Meccaniche di gioco uniche
  • Componenti eccellenti
  • Ottima ambientazione e dinamiche di cooperazione

Cons

  • Qualche difficoltà nello scalare nel numero di giocatori
  • Una curva di apprendimento non proprio rapidissima.

Commenti


I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Fifty Fifty: Quando L’equilibrio E’ Tutto Per Vincere!

Gioco di Reiner Knizia per 3-5 giocatori basato sul concetto di equilibrio, stare nel mezzo , non trovarsi mai agli...

Chiudi