Recensione di Mythomakya: gli Dèi non giocano a dadi, ma a briscola.

Sfidate parenti ed amici all’ultima Mela d’Oro in questo gioco di carte che reinventa un grande classico tra eroi, leggende e divinità.

Edizione Italiana: Pendragon Game Studio
Giocatori: 2-6
Età: 8+
Durata: 15-40’

Ammettiamolo, prima o poi abbiamo tentato un po’ tutti nella titanica impresa di introdurre la nostra famiglia al gioco da tavolo, sfruttando questo o quel gioco introduttivo che “Tranquilli, le regole sono semplicissime, vedrete!”.
9 volte su 10, il risultato non è affatto quello sperato.

Perché non provare quindi con un gioco che sicuramente conoscono già? Qualcosa come… una briscola?

In Mythomakya, da 2 a 6 giocatori si sfidano a suon di Divinità, Miti ed Eroi dell’antica Grecia per ottenere il maggior numero di Mele d’Oro, rivisitando un pochino le regole del famosissimo gioco di carte.

DENTRO LA SCATOLA

Regolamento e scatola della prima edizione. Con la ristampa, la scatola è stata (giustamente) ridimensionata.

Come ci potremmo aspettare da un gioco di carte, queste compongono interamente il contenuto della scatola di gioco.
Possiamo dividerle in 3 tipologie:

  • Le carte mito compongono la maggior parte del mazzo. Divise in 5 colori, rappresentano eroi, esseri mitologici, creature magiche o divinità minori dell’antica Grecia.
    Ognuna ha stampato un punteggio di Forza, un valore espresso in Mele d’Oro e, in alcuni casi, una particolare abilità speciale con il relativo costo di attivazione.
  • Le carte divinità rappresentano, per l’appunto, le 14 divinità maggiori quali Apollo, Ares e ovviamente Zeus.
    Ognuna porta stampato un valore in Mele d’Oro e un’abilità speciale col relativo costo di attivazione.

    I “pezzi grossi” dell’Olimpo saranno un aiuto prezioso nella Sfida degli Dèi.

  • Le carte mele, infine, servono per tener conto di punti aggiuntivi e rappresentano il valore indicato in Mele d’Oro.

IL GIOCO

Mythomakya ci mette a disposizione due varianti di gioco: Il Trionfo degli Eroi è, delle due, quella che più si avvicina all’esperienza classica del gioco di carte (e quindi quella più semplice), mentre ne La Sfida degli Dèi entreranno in gioco alcune carte e regole leggermente più complesse.
Ma andiamo con ordine.
Il Trionfo degli Eroi
Questa prima variante utilizza esclusivamente le carte mito sprovviste di abilità speciali.

I giocatori formano davanti a sé 10 mazzetti di carte mantenendo scoperta e visibile la carta in cima ad ognuno di questi.
Determinato casualmente un giocatore, questo designa uno dei 5 colori come moira, il colore dominante su tutti gli altri.

Fatto ciò, a turno un giocatore sceglie una delle carte visibili di fronte a sé e la gioca; gli avversari dovranno rispondere (sempre scegliendo una delle loro carte scoperte) con lo stesso colore.
Chi gioca la carta con la Forza più alta vince la mano.

Questa povera sirena non avrà vita facile, lì in mezzo. Certo, se però fosse di moira…

Nel caso qualcuno non avesse più carte del colore designato, può giocare una qualsiasi altra carta: se gioca una moira vince automaticamente a prescindere dalla Forza giocata, perdendo invece in qualsiasi altro caso.

Quando tutte le carte sono state giocate, i giocatori contano le Mele d’Oro presenti sulle carte vinte.
Vince, ovviamente, il possessore del maggior numero di punti.
La Sfida degli Dèi
In questa variante leggermente più complicata vengono utilizzate anche le carte mito che possiedono un’abilità speciale, oltre alle carte divinità e alle carte mela.

Come prima, ogni giocatore forma diversi mazzetti di carte mito di fronte a sé, questa volta però mantenendo visibili anche quelle sottostanti. Solo la carta superiore può, in ogni caso, essere giocata.
Vengono inoltre pescate per ognuno 3 carte divinità (da non far vedere agli avversari) e carte mela per un valore di 2 Mele d’Oro.
Scelta anche qui la moira, la partita ha inizio.

Le regole utilizzate per Il Trionfo degli Eroi valgono anche qui: viene giocata una delle carte scoperte, e gli avversari devono rispondere con lo stesso colore.
La grande differenza di questa modalità di gioco sono le abilità.

I titani come Prometeo possono essere utilizzati per sbarazzarsi di una vittoria avversaria pericolosa.

Presenti sulle 3 carte divinità pescate ad inizio partita, oppure su alcune delle carte mito presenti sul tavolo, possono essere utilizzate rimuovendo dal proprio tesoro un valore di Mele d’Oro pari al costo di attivazione.
Questo significa ovviamente rinunciare a preziosi punti, in cambio però di un vantaggio che potrebbe andare dallo scegliere il colore della nuova moira, alla possibilità di giocare per primi il turno successivo, o addirittura ricevere Mele d’Oro extra in base a determinate situazioni.

Anche qui, la partita termina una volta che tutte le carte di fronte ai giocatori sono esaurite. Contate le Mele d’Oro ancora presenti nei tesori (e aggiungendo quelle delle divinità rimaste inutilizzate), si decreta il vincitore chi possiede il maggior numero di punti.

VALUTAZIONI

Come detto in apertura, il grandissimo pregio di questo Mythomakya è la capacità di essere spiegato anche a chi non ha mai visto un gioco da tavolo nemmeno col binocolo (no, nemmeno un Monopoly!).
Il passaggio graduale tra le due varianti di gioco è un ulteriore plus per chi vuole sfruttare questo titolo come introduttivo “estremo” per parenti e amici magari di una certa età, fasce che solitamente sono particolarmente restie ad uscire dalla loro piccola “comfort zone” di Briscola, Scala 40 o Tressette.

Certo, questa estrema semplicità e vicinanza con la briscola probabilmente potrebbe tenere lontano chi da un gioco da tavolo cerca strategie profonde o possibilità di studiare e costruirsi mazzi personalizzati, ma anche loro potrebbero trovare piacevole, di tanto in tanto, una partita veloce e scanzonata a questa briscola sotto steroidi.

Piccolo plauso finale (e totalmente personale) alle illustrazioni delle carte, che tramite la sapiente mano di Mirka Andolfo (in arte Mirkand) danno vita ad eroi e leggende greche in maniera colorata, chiara ed estremamente piacevole.

[amazon_link asins=’B018GQKYPU’ template=’ProductAd’ store=’houseofgamesi-21′ marketplace=’IT’ link_id=’22af8e1f-2611-11e8-8a75-35c889e855b4′]

Acquista su Magicstore.it utilizzando il nostro codice sconto HOG5%, avrai uno sconto illimitato su acquisti di Carte Singole (Magic, Pokemon o Yu-Gi-Oh!), Giochi da Tavolo e Giochi di Ruolo.
Oppure dai uno sguardo alle Offerte a Tempo su DungeonDice.it

Inoltre continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Il Dado è Tratto

Giocatori e collezionisti da sempre, la nostra missione è quella di far conoscere le meraviglie del gioco da tavolo a chiunque sia disposto a darci 5 minuti di fiducia, trasmettendo questa passione nel modo più semplice possibile. Perché come diciamo sempre qui al Dado: “Esistono due tipi di persone: chi adora i giochi da tavolo e chi non ha ancora trovato il gioco giusto.”

I commenti sono chiusi.