Evolution: quando la teoria di Darwin la crei invece di studiarla

In Evolution , i giocatori dovranno adattare la loro specie ad un ecosistema dinamico. Con oltre 4.000 modi di evolvere la tua specie, ogni partita diventa un’avventura diversa.

PANORAMICA GENERALE:

Ormai è risaputo che le milioni di specie presenti sul nostro pianeta nel tempo hanno subito un lungo processo di trasformazione chiamato “selezione naturale”.

Questo gioco ci permetterà di assistere a questo meraviglioso processo influenzandone il risultato per far prevalere la specie  affidata da noi,quindi Charles Darwin fatti da parte perchè ora ci pensa Pendragon a farci studiare, divertendoci pure!

MATERIALI:

Nella confezione troviamo:

  • Il regolamento
  • 1 bacino d’acqua
  • 1 bellissimo segnalino giocatore a forma di dinosauro gigante
  • 129 carte tratto divise in 17 carte “tratto onnivoro” e 7 copie per ogni altro tratto
  • 20 tabelle della specie
  • 40 segnalini in legno ( marroni e verdi)
  • 132 gettoni cibo ( da un lato vegetale dall’altro animale)
  • 12 gettoni cibo dal valore  10
  • 6 schermi del cibo
  • 2 tabelle riassuntive per i giocatori

La grafica acquerello utilizzata nel gioco è estremamente evocativa e piacevole, quasi rilassante e allo stesso tempo primordiale!

SET UP:

  • Piazzare il bacino d’acqua al centro del tavolo con i gettoni cibo a lato (riserva del cibo).
  • Date ad ogni giocatore uno schermo del cibo.
  • Mischiate il mazzo delle Carte Tratto e posizionatelo coperto sul tavolo, sarà il mazzo di pesca.
  • Casualmente determinate il primo giocatore e consegnateli il meraviglioso segnalino dinosauro, vi consiglio di far partire il giocatore più vecchio, appunto quello più “dinosauro” al tavolo!
  • Tutto è pronto per cominciare a giocare!

SCOPO DEL GIOCO:

L’obiettivo in Evolution è far crescere una o più specie ( le proprie) in un ecosistema che vedrà scarseggiare il cibo sempre di più.

Si guadagneranno punti evolvendole, aumentandone la popolazione e ovviamente sfamandole!

A fine partita i giocatori otterranno punti vittoria per:

  • la quantità di cibo mangiato dalle loro specie
  • la dimensione della popolazione di ogni specie sotto al proprio controllo
  • il numero di carte tratto ( e quindi di trasformazioni) che le  specie sopravvissute hanno acquisito.

REGOLAMENTO:

Un turno in Evolution si divide in 5 fasi:

FASE 1: PESCARE CARTE

Ogni giocatore pescherà 3 carte più una  aggiuntiva per ogni tabella specie che avrà davanti a sè.

Ogni tabella specie dovrà avere un cubetto verde che ne indica la popolazione ed un cubetto marrone che ne indica la dimensione.

Entrambi i parametri partiranno dal livello più basso, il numero 1.

Se il mazzo di pesca non ha più carte questo sarà l’ultimo round, si rimescolano gli scarti e si consegnano le carte ai giocatori.

FASE 2: SELEZIONARE CIBO

Ogni carta tratto ha un numero stampato in basso a destra, indica la quantità di cibo vegetale da aggiungere ( o togliere se il numero è negativo) al bacino d’acqua se selezionata in questa fase del round.

Le carte tratto scelte per questo scopo andrammo messe momentaneamente coperte  sul bacino d’acqua.

FASE3: GIOCARE CARTE

Cominciando dal primo giocatore e proseguendo in senso orario ognuno potra giocare il numero di carte tratto che desidera.

Ci sono 3 azioni disponibili:

– Giocare una carta tratto: il giocatore posiziona coperta la carta tratto davanti alla tabella specie per poi attivarne in un secondo momento l’abilità scritta. Ogni specie può avere al massimo 3 carte tratto e tutte diverse tra loro.

– Creare una nuova specie: Il giocatore scarta una carta qualsiasi dalla propria mano e mette di fronte a sé una nuova tabella, a destra o a sinistra di una specie già esistente, mai in mezzo!

– Aumentare dimensione o popolazione: il giocatore scarta una carta per innalzare di un livello uno di questi due parametri per una sua specie in gioco.

Durante questa fase del gioco un giocatore può scartare una carta tratto già assegnata e quindi scoperta, perchè non più utile per quella determinata specie.

Quando tutti i giocatori avranno finito questa fase si potranno svelare le carte tratto assegnate in questo turno.

FASE 4: RIVELARE IL CIBO

Per prima cosa bisogna attivare i tratti che si attivano prima che il cibo sia rivelato.

L’icona che indica tutti questi tratti si trova su alcune carte in alto a sinistra.

Una volta eseguiti i loro effetti si potranno svelare le carte cibo scelte precedentemente e sommare tutti i numeri presenti nell’angolo, sarà il numero di cibo vegetale che andrà a rimpinguare il bacino d’acqua per questo turno.

FASE 5: NUTRIMENTO

In questa fase i giocatori possono provvedere al mantenimento delle proprie specie, sarà sempre più una corsa all’ultimo boccone!

Partendo dal primo giocatore e continuando in senso orario, si può prendere un gettone cibo per andare a sfamare la propria specie. Quest’ultima dovrà avere tanto cibo quanto indicato dal suo livello di  popolazione…mai di più! (almeno che non abbia la carta tratto “TESSUTO GRASSO”)

Nutrire un NON CARNIVORO:

Prendere un gettone cibo vegetale dal bacino e riempire lo spazio cibo vuoto più a sinistra.

Se non c’è abbastanza cibo indietreggiare il cubetto popolazione allo stesso livello del cibo recuperato, purtroppo parte di quel gruppo è morto di fame!

Nutrire un CARNIVORO:

Una specie con tratto Carnivoro potrà sfamarsi solo attaccando le altre specie in gioco, non potrà mai mangiare cibo vegetale.

Un carnivoro può attaccare solo se la sua dimensione è maggiore di quella della  sua preda, se è affamato( cioè non ha tanto cibo quanto la sua popolazione) e ha i tratti necessari per superare le varie difese del bersaglio.

Dopo che un carnivoro ha attaccato  la specie preda abbassa la sua popolazione di un livello ( eventuale cibo vegetale così in esubero viene messo dietro allo schermo cibo del giocatore attaccato) e la specie predatrice riceve tanto cibo animale (dalla riserva) quanto la dimensione indicata dallo schermo della preda.

Se l’attacco di un carnivoro o l’assenza di cibo riduce la popolazione di una specie a zero sarà ESTINTA, il giocatore scarta lo schermo specie, le carte assegnate e ne ripescherà dal mazzo un numero pari.

Se alla fine del turno rimane cibo nel bacino (probabile solo nei primi turni) quest’ultimo rimarrà disponibile per quello successivo.

INIZIO DI UN NUOVO TURNO:

Passare il segnalino primo giocatore in senso orario e posizionare tutti i Gettoni Cibo “mangiati” dietro allo Schermo Cibo del giocatore proprietario della specie.

FINE PARTITA

Dopo aver giocato l’ultimo round si contano i punti:

  • 1 punto per ogni cibo che si trova dietro allo schermo del giocatore
  • Ogni specie sopravvissuta fornisce tanti punti quanto indicato dal livello di popolazione
  • Ogni carta tratto ancora sul tavolo, assegnata alle proprie specie, vale un punto

Sommate i punteggi, colui che avrà più punti vince la partita… in caso di spareggio colui che avrà più carte tratto assegnate.

CONSIDERAZIONI:

Ci troviamo davanti ad un gioco che ti costringe a gestire le carte come fossero delle risorse..

“Userò questa carta per il cibo o per il suo tratto caratteristico? ” o ancora “Meglio scartare la carta per aumentare la popolazione e quindi doversi procaccare più cibo (ma anche più punti vittoria) o aumentare la mia dimensione per difendermi da eventuali predatori?”

La profondità di gioco è molto ben studiata, le meccaniche si mettono al servizio dell’ambientazione in maniera ineccepibile.

La grafica delle carte è spettacolare….Gia’ amo quella del tessuto grasso!

Sicuremante le Combo sono fondamentali per vincere la partita, chi ha già fatto una partità sarà quasi sicuramente avvantaggiato rispetto ad un neofita.

L’interazione indiretta del cibo rende tutto più ambientato così come quella diretta data delle specie carnivore.

Non sono da sottovalutare le carte tratto difesa… se usate bene ti fanno sopravvivere in questo “mondo di ladri” come direbbe Venditti.

Il gioco partirà placido…quasi un solitario di gruppo… poi arriveranno i carnivori e allora c’è da far palestra e cercare di aumentare la propria dimensione il più possibile..

Cercate di non rimanere senza carte in mano durante i primi turni… averne un buon numero verso la fine potrebbe aiutarvi molto!

Prezzo: EUR 34,79
Da: EUR 39,90

 

Evolution

Evolution
8.5

Voto

8.5 /10

Pros

  • Meccaniche eleganti ed aderenti all'ambientazione
  • Grafica accattivante dai colori acquerello che apprezzo moltissimo
  • Modalità di gestione delle carte non banale o semplicistica
  • un segnalino primo giocatore che fa la sua "dinosaura figura"
  • l titolo non soffre di particolari downtime o paralisi d'analisi. Scala molto bene in due giocatori (verranno tolte casualmente 40 carte dal mazzo)

Cons

  • L'unica piccola svista è un errore nel regolamento, corretto poi nella tabella riassuntiva dei giocatori: il libretto indica che scartando una carta si può incrementare la popolazione  o  la dimensione  di tutte le proprie  specie di un livello, mentre si può farlo per uno  dei due parametri e solo per una specie.
  • In tre giocatori si utilizza tutto il mazzo e quest'ultimo è bello corposo, diluendo forse un po' troppo la durata del gioco... si può tranquillamente rimediare magari togliendo delle carte ad inizio partita come per 2 giocatori.

Commenti


immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Su Kickstarter sbarca il gioco di Rambo

Da piccolo ho sempre desiderato e giocato ad essere "Rambo", adesso io e anche voi possiamo rivivere quest'esperienza con il...

Chiudi