Recensione Detective: Quando ti ritrovi davvero in prima linea… (No spoiler)

l geniaccio di Ignacy Trzewiczek ha sfornato un nuovo gioiellino, parliamo di Detective, edito da Pendragon che abbatte la barriera tra gioco e giocatori per un esperienza di gioco unica.

PANORAMICA GENERALE:

In detective i giocatori, per l’appunto, ricoprono il ruolo di investigatori privati per l’agenzia di investigazione più avanzata a livello tecnologico. Toccherà a noi risolvere 5 casi apparentemente slegati ma che in realtà hanno un “fil rouge” che assembla un puzzle che riuscirà a trasportarvi anima e mente in un’esperienza davvero poliziesca!
Detective abbatte il muro tra gioco e giocatori in mille e più modi. Si avrà a disposizione un potente software dove cercare i profili dei sospettati, ricevere le analisi del laboratorio, trovare corrispondenza delle varie tracce e tanto altro. Oltre a quello i giocatori avranno anche la possibilità di usare internet, wikipedia e tutto ciò che la rete può offrire per arrivare al bandolo della matassa.

MATERIALI:

Nell’evocativa scatola blu troviamo:
– Una plancia
– Un libro dei casi
– 5 tessere personaggio
– 5 mazzi di carte (ogni mazzo un caso da risolvere)
– 3 pedine di legno ( segnatempo, Team investigativo e giorno)
– 15 segnalini autorità
– 10 segnalini stress
– 5 segnalini competenza utilizzata
– 5 segnalini speciali
– 17 segnalini abilità ( ricerca, tecnologia, percezione, interrogatorio e talento naturale)
– Una guida all’utilizzo dal database Antares
– Sacchettini raccogli prove
– Il regolamento

SETUP:
– Posizionate la plancia al centro del tavolo con la pedina Team investigativo sul quartier generale, la pedina segnatempo sulle ore 8:00 e quella del giorno sulla prima casella del calendario (giorno 1)
– Ogni giocatore sceglierà un personaggio e preleverà i segnalini abilità corrispondenti.
– Girate i personaggi non utilizzati, saranno i vostri consulenti, ed aggiungete i loro segnalini abilità ai vostri.
– Collegatevi al sito internet del Database Antares ed entrate con il vostro profilo.
– Prendete il mazzo del caso che avete scelto (partite dal primo e poi andate in sequenza) e leggete sul libri dei casi l’introduzione.
– procuratevi carta e penna, gli appunti saranno fondamentali!

REGOLAMENTO:

I giocatori avranno un numero di turni limitato (giorni) per arrivare in fondo alla soluzione.
Dopo aver finito il tempo dovranno accedere sul database nella sezione rapporto finale e rispondere alle domande inerenti al caso.
Le risposte determineranno l’esito positivo o negativo della partita.
Ogni giorno è suddiviso in ore, dalle 8:00 alle 16:00. Il tempo sarà molto importante in questo gioco. Leggere informazioni, interrogare e spostarsi costerà tempo, ma non preoccupatevi…potrete fare gli straordinari se lo ritenete necessario… però occhio al vostro livello di stress! Se raggiunge una certa soglia la partita termina immediatamente e dovrete rispondere subito al rapporto finale!

Le azioni possibili sono:

– SEGUIRE UNA PISTA:
Durante l’introduzione letta sul libro dei casi vi verranno fornite più piste d’inizio contrassegnate da un numero. Scegliete quella che preferite e cercate la relativa carta nel mazzo del caso. Per leggere la carta dovrete pagare il costo in tempo indicato e dovrete essere con la pedina del Team investigativo su quel luogo ( attenzione che spostarsi costa altro tempo). Quando avrete soddisfatto i requisiti leggete la carta, prendete appunti. L acarta poi vi fornirà altre piste da seguire oppure potrete scegliere di scavare più a fondo.

– SCAVARE PIU’ A FONDO:
Le carte del mazzo hanno due lati, il retro della carta serve per scavare più a fondo. Se pensate che torchiando un personaggio o facendo una ricerca più approfondita del luogo troverete altri indizi utili potrete scartare i segnalini abilità indicati e leggere il retro della carta. A volte ci saranno degli indizi molto utili, altre volte una conferma ai vostri sospetti e altre volte ancora sarà un vero buco nell’acqua! Seguite il vostro istinto perchè se scegliete di non scavare più a fondo poi non potrete più farlo!

– NAVIGARE NEL DATABASE DELL’ANTARES
Qui c’è il cuore del gioco.
Una volta connessi si avranno accesso ai dati personali dei sospettati, ai verbali della polizia degli interrogatori, ai risultati delle analisi, documenti, ma soprattutto serve per confrontare le varie prove…Ad esempio…trovo un’impronta su un bicchiere? inserisco il codice di quella prova sul database per confrontarla con quelle dei sospettati…. ci sara un Match?

– NAVIGARE IN INTERNET
Se seguendo una pista trovate il simbolo della connessione internet allora potrete reperire informazione cercandole nella rete, potrebbe essere fondamentale per vedere se l’alibi di un sospettato regge!

– SCRIVERE UN RAPPORTO
Serve per farsi rispettare dai colleghi ed ottenere segnalini autorità, utili per scavare più a fondo!

– UTILIZZARE L’ABILITA’ DI UN INVESTIGATORE
Una volta al giorno i detective potranno utilizzare l’abilità descritta del loro personaggio.

Quando il tempo è scaduto i detective dovranno affrontate il RAPPORTO FINALE.
Il rapporto si divide in 2 parti:
Le domande principali e quelle secondarie.
In base alle vostre risposte riceverete un punteggio.
Ogni abbinamento e confronto che avrete fatto attraverso il database vi darà punti extra a fine partita mentre ogni segnalino stress accumulato vi toglierà punti.
Il risultato vi dirà se avete passato o no il caso.

CONSIDERAZIONI FINALI:
Wooow ed ancora wooow!
Detective ti sa davvero trasportare in un altro mondo.
I giocatori si immergono in questa atmosfera noir-poliziesca che ti prende e ti sorprende.
L’uso della tecnologia non disturba anzi è l’elemento che più ti fa sentire un vero detective!
La cosa che più ho amato è che nel mazzo non c’è una carta determinante per la vittoria con un grosso aiuto che va a ricomporre tutti gli elementi acquisiti fino a prima ma la soluzione è divisa su più piste, compito dei giocatori riuscire di loro ingegno a ri-assemblare il puzzle ed arrivare alla soluzione.
Consiglio questo gioco a chi ama i deduttivi, siamo di fronte forse al vero erede di Sherlock Holmes consulente investigativo, complesso allo stesso modo e con l’aggiunta di una immersività ancor maggiore se possibile.
L’unico piccolissimo neo forse è la non immediata comprensione dell’abbinamento dei codici per il confronto delle prove, ma dopo un paio di tentativi si capisce il meccanismo, forse si poteva fare un layout diverso per il Match.
Prendetevi tutto il tempo per discutere e decidere quale sarà la prossima pista da seguire, il confronto e la stesura delle ipotesi è la linfa vitale di questo gioco che regala sorprese e colpi di scena anche quando non te li aspetti.
Il vero punto di forza di Detective è che a differenza di altri titoli (sia per grafica che per modalità di gioco) punta al rendere l’esperienza il più verosimile possibile.
Mi sento davvero di promuovere questo titolo e per chi fosse fissato come me, in vendita potrete trovare anche le foto dei personaggi per avere un quadro ancor più chiaro dei vostri appunti con un pratico spazio sul retro per scrivere le informazioni principali sul sospettato.
Che spettacolo!

Puoi acquistare il gioco sul nostro store online di fiducia Magicmerchant.it

Detective

9.3

Voto

9.3/10

Pros

  • Atmosfera TOTALMENTE immersiva
  • Casi avvincenti e non banali fin dal primo
  • L'uso della tecnologia in modo importante ma che non rovina l'esperienza di gioco, anzi la rafforza
  • Ottima la scelta di non mettere un grosso indizio in una sola carta ma suddividere gli elementi in tante piste, costringendo i giocatori a ragionare e non solo a cercare la carta risolutiva

Cons

  • Layout del sito non di immediata comprensione

Commenti


immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Recensione di 1347 – De Nigrae Pestis Ludum: Peste tua, Honoris et Gloria mea!

La prima produzione ludica da tavolo firmata Feudalesimo e Libertà ci porta a lucrar- ehm, DEBELLARE il terribile morbo nero....

Chiudi