Harry Potter – L’ascesa Dei Mangiamorte: Il Gioco Da Tavolo Che Vi Metterà Faccia a Faccia Con Voldemort (Recensione)

Eccoci a parlare del nuovo titolo a tema Harry Potter edito da Asmodee. Riusciremo a collaborare per battere i Mangiamorte e fermare così l’ascesa del Signore Oscuro? Tra incantesimi, lanci di dado, abilità e fazioni, eccovi la recensione di Harry Potter: L’ascesa dei Mangiamorte.

In queste due ultime settimane, Asmodee ha fatto uscire ben 3 giochi a tema Harry Potter: Harry Potter La Coppa delle Case, Harry Potter Wizarding Quiz ed Harry Potter: L’ascesa dei Mangiamorte.

Quest’oggi vi parlerò proprio di quest’ ultimo, il più atteso tra i tre…almeno da me.

In questo gioco, che è ambientato durante il quinto anno della saga, i giocatori dovranno contrastare i Mangiamorte per fermare in tutti i modi l’ascesa di Voldemort.

Harry Potter: L’ascesa dei Mangiamorte è un gioco per 2-4 giocatori, ideato da Patrick Marino e Andrew Wolf, dalla durata di 60 minuti a partita e portato qui in Italia grazie ad Asmodee.

Tra incantesimi, lanci di dado, abilità e fazioni, riusciremo a fermare Colui-che-non-deve-essere-nominato?

Scopriamolo meglio?

 

MATERIALI:

Nella scatola, dalla copertina meravigliosa (sembra un quadro), troviamo:

  • 44 Carte Personaggio (33 carte mago, 10 carte mangiamorte e 1 carta Voldemort)
  • 1 Miniatura di Lord Voldemort (alta 13 cm) con relativa carta grande (Scheda malvagio)
  • 1 Plancia rotonda dei Luoghi
  • 6 Schede Quartier Generale (2 copie per ciascuna delle 3 Fazioni)
  • 6 Gettoni Missione (2 per ogni fazione)
  • 6 Carte Luogo
  • 14 Dadi Mago a 6 facce (nei 4 colori)
  • 1 Dado Voldemort a 8 facce
  • 24 Gettoni Incantesimo
  • 60 Cubetti rossi Danno
  • 15 Segnalini Corruzione (pietrine nere)
  • Regolamento

I materiali sono molti e tutti ben fatti.

La miniatura di Voldemort troneggia al centro del gioco, è curata e ben fatta. La bacchetta che tiene in mano sembrerebbe delicata ma spero di non scoprirlo mai.

I simboli delle carte sono chiari e le immagini seppur semplici sono belle. Le carte sono sottili quindi vi consiglio di imbustarle, tanto ci stanno comunque nel loro scompartimento.

I dadi molto belli e ben fatti, l’unico piccolissimo appunto, i colori sono simili, non tanto nei dadi stessi ma nei loro rispettivi simboli nelle carte.

 

PREPARAZIONE

Posizionate la plancia dei luoghi al centro del tavolo con Voldemort al centro orientato in modo casuale. Per ogni settore della plancia posizionate le 2 carte luogo (in ordine casuale) nei rispettivi spazi.

Ogni giocatore sceglierà una delle 3 fazioni (Hogwarts, L’ordine della Fenice e L’esercito di Silente), prenderà la relativa scheda Quartier Generale e sceglierà con quale personaggio partire tra quelli disponibili per quella fazione.

Per preparare il mazzo di pesca, mettete da parte la carta Voldemort. Mescolate tutte le restanti e svelatene 3 per ogni settore del tabellone. Infine posizionate la carta voldemort al centro del mazzo di pesca che vi sarà rimasto.

E come ultima cosa, collocate in un posto visibile la scheda malvagio, i mangiamorte ed i maghi sconfitti verranno posizionati lì attorno per tenere traccia dell’andamento della partita.

Tutto è pronto per giocare!

 

SCHEDE QUARTIER GENERALE E CARTE MAGO/MANGIAMORTE

Ogni giocatore farà parte di una delle 3 fazioni disponibili: Hogwarts, l’esercito di Silente e L’ordine della Fenice.

Ogni fazione, sulla sua scheda ha due abilità speciali che si attiveranno quando verranno attivate dal relativo simbolo che si trova sui dadi. In alto invece mostra con quali dadi di partenza inizierà il giocatore in ogni suo turno.

Le carte mago/Mangiamorte invece sono divise in diverse parti.

Nella parte centrale troveremo l’immagine del personaggio mentre subito sotto troviamo i simboli necessari per acquisire quella carta quando si trova attorno al tabellone di gioco mentre nella parte sottostante troviamo l’abilità di quel personaggio che potrà essere sempre attiva o attivabile tramite determinati simboli sui dadi.

 

DADI MAGO

Per capire come funziona questo gioco, bisogna prima capire come sono i dadi: sono divisi in 4 colori e ciascun colore è specializzato in qualcosa in particolare.

I simboli che ci sono sui dadi sono le bacchette, i cappelli, le fenici ed infine le spade.

I dadi ROSSI hanno 3 facce con le fenici (tra cui una con una doppia fenice) ed una faccia per ciascun altro simbolo.

I dadi BLU hanno 3 facce con i cappelli (tra cui una con una doppio cappello) ed una faccia per ciascun altro simbolo.

I dadi VIOLA hanno 3 facce con le bacchette (tra cui una con una doppia bacchetta) ed una faccia per ciascun altro simbolo.

I dadi GIALLI, quelli più rari,  hanno 3 facce con le spade (tra cui una con una doppia spada) ed una faccia per ciascun altro simbolo.

 

REGOLAMENTO

Partendo dal primo giocatore si giocherà una serie di turni in senso orario.

Ogni turno è diviso in 4 fasi:

  • VIAGGIARE VERSO UN LUOGO
  • VOLDEMORT E I MANGIAMORTE
  • FASE DEL GIOCATORE
  • FINE DEL TURNO

Viaggiare verso un luogo

Il giocatore attivo dovrà scegliere in quale dei 3 settori del tabellone (luogo) posizionarsi, potrà interagire SOLO con le carte mago/Mangiamorte di quel luogo.

Per validare la scelta, dovrà posizionare in quel settore il suo gettone missione (quello con lo stesso simbolo della sua fazione).

Quel segnalino rappresenta l’intera squadra di maghi del giocatore.

 

Voldemort e i Mangiamorte

Per prima cosa, in questa fase, il giocatore dovrà lanciare il dado Voldemort (quello ad 8 facce) e risolverne gli effetti.

3 delle 8 facce faranno girare la miniatura di Voldemort nel luogo di destra, 3 facce a sinistra mentre 2 (il marchio nero) lo faranno rimanere fermo ed in più attiverà tutti gli effetti speciali dei Mangiamorte, quelli con il marchio all’inizio, ed eventualmente dei luoghi corrotti in precedenza.

Dopo aver nel caso ruotato Voldemort, posizioneremo un segnalino corruzione in quel luogo, daremo un danno alle carte mago presenti in quel settore e se il giocatore si era posizionato lì, aggiungerà un danno a ciascuna carta della sua squadra.

Inoltre attiveremo tutti gli effetti dei mangiamorte presenti nel settore dove è rivolto Voldemort, effetti che aggiungeranno danni o segnalini corruzione.

 

Fase del Giocatore

Questa fase è il cuore pulsante del gioco.

Il giocatore prenderà i 4 dadi di partenza (quelli indicati sulla scheda quartier generale) più eventuali dadi bonus dadi da gettoni incantesimo o abilità dei personaggi della propria squadra.

Una volta presi tutti i dadi li si lancia e li si dovrà assegnare.

Il giocatore assegnerà i risultati per cercare di aggiungere alla propria squadra nuove carte mago, per attivare le abilità del quartier generale o di magi già nella squadra o per danneggiare i Mangiamorte.

Una volta lanciati, il giocatore potrà scegliere UNA di queste opzioni:

  • Assegnare uno o più dadi alla carte mago o Mangiamorte del suo settore
  • Assegnare uno o più dadi per attivare una delle capacità del quartier generale della propria scheda
  • Assegnare uno o più dadi per attivare una abilità di un mago della propria squadra (alcune abilità infatti, le più forti, per essere attivate hanno bisogno di determinati simboli)

Se il giocatore non vuole o non può assegnare dadi, dovrà scartarne uno a sua scelta.

Dopo aver assegnato o scartato dadi, il giocatore è obbligato a rilanciare tutti quelli rimasti.

Dopo ogni assegnazione, si dovranno rilanciare i dadi rimanenti fino ad esaurimento.

Le abilità del quartier generale e dei propri maghi vengono risolte subito quando vengono attivate.

 

Fine del Turno

Il turno termina quando il giocatore ha terminato tutti i suoi dadi.

Se ad una carta mago del proprio settore sono stati assegnati dei dadi con tutti i simboli richiesti, allora quel mago è stato reclutato e verrà aggiunto alla squadra del giocatore curandolo prima completamente.

Se a qualsiasi Mangiamorte del proprio settore sono stati assegnati dai dadi tutti i simboli richiesti, gli infliggeremo un danno. Se ha un numero di danni pari al numero delle sue vite, quel Mangiamorte è stato sconfitto e lo posizioneremo a destra della scheda Malvagio.

Il giocatore, in questa fase, guadagnerà un gettone incantesimo per ogni danno inflitto ai cattivi.

I gettoni incantesimo sono bonus come simboli specifici extra, dadi extra o la possibilità di curare danni o togliere corruzione da usare nel proprio turno o in quelli degli altri.

Se attorno al tabellone ci sono carte mago con un numero di danni pari agli spazi disponibili sulla carta, quei maghi sono sconfitti e dovranno essere posizionati a sinistra della scheda malvagio.

Se una carta luogo ha 5 segnalini corruzione su di essa, allora il luogo è corrotto, toglietelo e posizionate la carta sotto la scheda malvagio. Il malus scritto sulla carta luogo si attiverà ogni qualvolta uscirà il marchio nero lanciando il Dado Voldemort.

Riempite poi gli spazi attorno alla plancia con nuove carte prese dal mazzo di pesca ed infine passate il turno al giocatore successivo.

 

FINE DELLA PARTITA

Il gioco finisce con la vittoria dei giocatori se riusciranno a dare 5 danni (nella modalità normale) a Voldemort.

I giocatori perderanno se:

  • Qualcuno rimane senza maghi nella propria squadra
  • Vengono sconfitti in tutti un numero variabile di maghi (da 8 a 12, dipende dal numero di giocatori)
  • Quattro o più carte luogo vengono corrotte
  • Un settore del tabellone viene corrotto 3 volte

In questa foto, il settore è stato corrotto per 3 volte.

 

Regole speciali di Voldemort

Quando verrà rivelata la carta Voldemort dal mazzo di pesca, non la si posizionerà sul tabellone ma sulla scheda Malvagio.

Ogni giocatore lo potrà attaccare se si trova nel suo stesso luogo, in pratica se si è posizionato nel settore dove è rivolto dopo il lancio del dado.

Dopo essersi posizionato e aver risolto gli effetti del dado Voldemort, il giocatore può rinunciare ad un suo dado per riposizionarsi. Mossa molto utile per andare (se si vuole) nel luogo del Signore Oscuro.

Il giocatore per attaccarlo dovrà assegnarli 3 spade (le più rare) per poterlo attaccare. Attenzione che Lord Voldemort potrà subire tanti danni quanti i Mangiamorte sconfitti fino a quel momento, con un limite di un danno per turno.

Riuscirete a far cadere Colui-che-non-deve-essere-nomitato?

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Harry Potter – L’ascesa dei Mangiamorte si conferma un gioco dalle regole facili che però richiedere elasticità e strategia per cercare di arginare ciò che non si può controllare.

Indubbiamente il fattore fortuna è presente, soprattutto all’inizio con pochi dadi ma la vera natura del gioco sta nel crearsi una sorta di “motore” che possa modificare i risultati dei dadi grazie alle varie abilità dei personaggi o che ci diano dadi extra durante il turno.

Creare delle combo in questo modo, arginerà il fattore fortuna rendendo il gioco più controllabile di quanto si possa credere.

Avere dei luoghi che man mano si corromperanno per darci dei malus è intrigante e aggiunge un ulteriore strato di decisioni da prendere….salvare tutto e tutti non sarà sempre possibile, dovrete scegliere con attenzione cosa fare.

La prima parte del gioco servirà per cercare di potenziare la propria squadra mentre la seconda (da quando esce Voldemort), si cercherà di andargli contro, cercando di non perdere il controllo su tutto il resto.

La collaborazione, anche grazie ai gettoni incantesimo, rende la squadra sempre attenta per tutta la partita.

Si può percepire la crescita della propria squadra durante il gioco anche se il meccanismo del lancia ed assegna potrebbe risultato un po’ ripetitivo per alcuni lungo andare.

Mi piace che i dadi siano differenziati, dà la possibilità ai giocatori di bilanciarsi ed organizzarsi come vogliono in base alle possibilità di uscita di determinati simboli. Sarà inutile posizionarsi un settore dove le carte richiedono tanti simboli fenice se ho pochi dadi rossi.

Forse è un peccato che i luoghi abbiano ciascuno solo due carte e che si debba usarle sempre tutte, forse anche l’aggiunta di una carta in più per variare il set up e gli effetti negativi avrebbe giovato in longevità.

Sarà poi possibile tarare il livello di difficoltà aggiungendo o togliendo vite al Signore Oscuro.

L’ambientazione è sentita e come mi era piaciuto l’altro gioco della stessa serie, ma a tema Marvel (Thanos Rising) anche questo mi ha convinto.

Certo, ha i suoi limiti, soprattutto nella longevità, ma comunque diverte ed intrattiene. Le regole sono ben spiegate e tutto è chiaro dopo una lettura del regolamento ed un turno di prova.

La miniatura di Voldemort è carina, forse un un po’ statica ma compie il suo lavoro egregiamente.

Piccolo suggerimento: Non cercate di salvare tutti, dopo esservi potenziati, fate morire qualcuno per trovare Voldemort il più velocemente possibile e sconfiggetelo prima che tutto precipiti!

Se siete amante del mago più famoso al mondo e/o dei giochi dove bisogna lanciare valanghe di dadi e gestirli al meglio, allora questo titolo è quello che fa al caso vostro!

A me personalmente piace e in meno di una settimana ci ho già fatto circa una decina di partite.

Promosso!

Acquista su Magicstore.it utilizzando il nostro codice sconto HOG5%, avrai uno sconto illimitato su acquisti di Carte Singole (Magic, Pokemon o Yu-Gi-Oh!), Giochi da Tavolo e Giochi di Ruolo.
Oppure dai uno sguardo alle Offerte a Tempo su DungeonDice.it

Inoltre continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

Una replica a “Harry Potter – L’ascesa Dei Mangiamorte: Il Gioco Da Tavolo Che Vi Metterà Faccia a Faccia Con Voldemort (Recensione)”

  1. […] Cliccando qui troverete la nostra recensione completa. […]