Harry Potter Hogwarts Battle: Tutta La Magia In Un Deck Building A Scenari (Spoiler Free)

Edito da USAopoly, Harry Potter Hogwarts Battle ci trasporta in questo magico mondo in cui dovremo prima imparare formule magiche ed incantesimi, affrontare le prime avversità per poi unirci all’epica battaglia finale e vincere contro colui-che-non-deve-essere-nominato.

PANORAMICA GENERALE:
in questo deckbuilding cooperativo vestiremo i panni di Harry, Hermione, Ron e Neville.
Dovremo affrontare i pericoli disseminati in 7 lunghi anni (scenari) ed impedire ai cattivi di conquistare i luoghi del mondo magico per poi scontrarsi alla fine di questo viaggio con l’epico cattivo, Lord Voldemort, conosciuto anche come Colui-che-non-deve-essere-nominato.
Se alla fine di ogni anno (partita) gli eroi avranno sconfitto tutti i cattivi ci sarà una vittoria e si potrà procedere con l’anno successivo, altrimenti se i cattivi prenderanno possesso di tutti i luoghi magici gli eroi perderanno e si dovrà di nuovo riaffrontare lo scenario appena concluso.

MATERIALI:

Qui di seguito troverete i materiali presenti durante il primo anno per evitare  spoilers.

– 30 carte HOGWARTS (suddivise in alleati, incantesimi ed oggetti)
– 4 plance giocatore
– 4 segnalini salute
– 8 segnalini controllo dei cattivi (marchio nero) in metallo
– 35 segnalini attacco
– 25 segnalini influenza
– 40 carte iniziali (10 per ogni eroe)
– 2 carte luogo
– 3 carte nemici
– 10 carte Arti Oscure
– 4 carte eroi
– 4 carte riepilogo

La grafica riporta le immagini originali dei film, visto la licenza acquisita.
Le carte sono di un buon materiale e la simbologia molto chiara.
Il testo sulle carte è in inglese ( gioco non ancora localizzato in italiano) ma davvero semplice da capire.
Ah, e comunque io sono Hermione tutta la vita! #TeamHermione

SET UP:

– Posizionate le carte luogo sul tabellone a faccia in su in ordine, seguendo la numerazione presente in alto a destra
– Mescolate le carte Arti oscure e posizionate il mazzo coperto sul tabellone
– Mescolate le carte dei nemici e mettetele a faccia in giù sul tabellone
– Svelate la prima carta nemico e posizionatela nel primo slot libero a sinistra del tabellone
– Scegliete un eroe e prendete le 10 carte iniziali corrispondenti, mescolatele e mettete il mazzo coperto a sinistra della vostra plancia (plancia con il segnalino salute sul numero 10)
– Ogni giocatore pesca 5 carte dal suo mazzo e le posiziona scoperte sotto la sua plancia, sarà la mano iniziale
– Mescolate il mazzo Hogwarts e scoprite le prime 6 carte, posizionandole dove indicato sul tabellone

SVOLGIMENTO:

Il turno di ogni giocatore si divide in 4 fasi:

Fase 1: Rivelare e risolvere la carta (evento) Arti oscure

La carta luogo indica il numero di carte Arti oscure da pescare. Queste carte hanno numerosi effetti (sempre negativi) che devono essere risolti. In genere fanno perdere vite, aggiungere segnalini controllo dei cattivi sulla carta Luogo o aggiungere varie limitazioni al turno (come l’impossibilità di pescare carte extra).

 

Fase 2: Risolvere l’abilità del nemico

Ogni nemico ha un’abilità. Quest’ultima può essere attivata da altri nemici o dalle carte Arti oscure. Ad esempio Draco Malfoy fa perdere 2 vite all’eroe di turno per ogni segnalino controllo dei cattivi aggiunto al luogo (durante la fase 1) per effetto delle carte Arti oscure o per via delle abilità di altri cattivi (negli scenari avanzati ci saranno più cattivi da combattere simultaneamente).

Fase 3: Giocare carte

L’eroe di turno può scegliere di fare tutte queste azioni (o una parte) in qualsiasi ordine voglia:

– Giocare carte dalla sua mano per guadagnare risorse ( segnalini attacco ed influenza)
– Assegnare segnalini attacco ad un nemico che si accumuleranno a quelli già presenti
– Usare influenza per comprare nuove carte Hogwarts, una volta acquistate vanno messe negli scarti

Se il numero di segnalini attacco presenti sotto ad un nemico è uguale o superiore alla sua difesa quest’ultimo è sconfitto, verrà scartato e l’eroe o gli eroi guadagneranno la ricompensa descritta sulla carta.

Fase 4: Fine del turno

Dopo aver finito la fase 3 si conclude il turno seguendo questi passi:
– Controllate se i cattivi hanno preso il controllo del luogo rivelato, se così fosse scartatelo e scoprite una nuova carta Luogo. Se non ci fossero altre carte Luogo gli eroi perdono la partita.
– Se avete sconfitto un nemico rimpiazzatelo pescando una nuova carta, se non ce ne fossero e il tabellone è privo di altri nemici allora gli eroi vincono la partita.
– Riempite gli spazi vuoti lasciati dalle carte Hogwarts acquistate con nuove carte acquistabili.
– Scartate tutte le carte rimaste nella propria mano.
– Scartate tutti i segnalini attacco ed influenza non usati.
– Pescate una nuova mano di carte (sempre 5), se non ce ne fossero a sufficienza nel mazzo mescolate gli scarti e pescate quelle mancanti.

L’eroe alla vostra sinistra potrà così iniziare il suo turno partendo dalla fase 1.

CONSIDERAZIONI FINALI:

Harry Potter Hogwarts Battle è un bel gioco di deck building cooperativo che attinge a piene mani nell’atmosfera magica dei libri creati dalla Rowling.
Il meccanismo è molto intrigante e basilare, ma non fatevi spaventare dall’enorme semplicità dei primi 2-3 scenari, serviranno per far apprendere le meccaniche anche ai non avvezzi ai giochi di questo tipo… non preoccupatevi che dal 4° anno in poi le cose si complicheranno, e non poco!
Poi c’è anche l’espansione che aggiunge nuovi eroi ma anche nuove creature e mostri (come il troll) da affrontare, aumentando così la difficoltà.
Le regole sono semplici e lineari e ben riassunte nel riepilogo.
Materiali davvero buoni e la durata sta nei 60-90 minuti.  Determinante sarà la combo di carte che si riuscirà a creare ma anche l’ordine in cui verranno utilizzate durante il proprio turno.
Il fatto di dover scartare tutte le carte ogni turno forse aumenta leggermente il fattore fortuna sotto il punto di vista delle combo ma non incide in modo preponderante sullo spirito e sulla strategia generale della partita.
Per gli amanti del più famoso ed amato maghetto lo consiglierei davvero tanto, anche per chi ama i giochi di deck building, magari partendo già dal quarto anno.
Chiudo questa prima recensione del nuovo anno giurando solennemente di non avere buone intenzioni!

Harry Potter Hogwarts Battle

7.3

Voto

7.3/10

Pros

  • Regole semplici
  • Buoni materiali
  • Grafica originale che cambierà man mano che l'avventura prosegue
  • Si percepisce la crescita ed il potenziamento del proprio mazzo
  • Buono il bilanciamento

Cons

  • Riservare 3 scenari al "tutorial" forse è un'occasione sprecata

Commenti


immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

4 risposte a “Harry Potter Hogwarts Battle: Tutta La Magia In Un Deck Building A Scenari (Spoiler Free)”

  1. […] il grande successo del gioco collaborativo Harry Potter Hogwarts Battle (qui la nostra recensione) ecco arrivare l’espansione che introduce Luna come nuovo eroe e poi ci porterà nel […]

  2. […] dall’idea di Harry potter Hogwarts Battle (qui la nostra recensione) e della sua espansione (qui la nostra recensione) Harry Potter DADA aggiusta il colpo e introduce […]

  3. […] Qui potete trovare la nostra recensione in anteprima. […]

  4. […] Qui la nostra recensione. […]