Challenger Decks 2022 di Magic the Gathering

L’analisi dei quattro deck della serie Challenger Decks di Magic the Gathering

Inizio questo articolo in modo formale, scusandomi per aver dimenticato di recensire i Challenger Decks di quest’anno. Talvolta escono talmente tanti prodotti di Magic che capita che alcuni possano passare inosservati, ma per questi prodotti è una grave dimenticanza… Nonostante siano stati rilasciati il Primo Aprile 2022, i prodotti Challender Deck sono sempre di alta qualità: non possono rimanere inosservati! Per chi non lo ricordasse, i Challenger Decks sono mazzi completi di 75 carte destinati allo Standard di Magic: sono deck competitivi, dal livello medio-alto che possono competere ai Friday Night e ai vari tornei. Fatte le dovute premesse, passiamo alla recensione dei quattro deck della serie Challenger Decks 2022!

Mono White Aggro

20 Pianura Innevata

3 Rifugio Senza Volto

4 Chierico del Magicodice

4 Monaco della Mano Aperta

4 Guida dei Caduti

4 Spirito della Chiarina

4 Aspirante Luminarca

3 Vincolamagie d’Élite

2 Apparizione dell’Enclave Celeste

2 Reidane, Dea dei Degni // Valkmira, Scudo della Protettrice

2 Thalia, Protettrice di Thraben

1 Avversario Intrepido

2 Abbattimento di Kabira // Altopiano di Kabira

2 Assenza Fatidica

3 Classe del Paladino

 

Sideboard

3 Classe del Paladino

2 Samurai Altruista

2 Buco Portatile

2 Maglio delle Enclave Celesti

2 Unità di Recupero Imperiale

2 Segugio da Guerra Leale

2 Sentinella dell’Eliodoro

Lo scorso Standard ha riportato in auge un archetipo che non si vedeva da svariati anni: il White Weenie. Per chi non lo sapesse, si tratta di un deck aggressivo che gioca tante creature aggressive bianche molto veloci, basti pensare che tutto iniziò nel 1993 con i Leoni della Savana. Questo deck sfrutta principalmente la meccanica delle second spell mostrata in Kaldheim: giocando più magie, più si attivano effetti potenti. Ma non c’è solo aggressività, abbiamo anche carte d’opposizione e di utilità come: Thalia, Protettrice di Thraben (una delle migliori leggendarie da Hatebear), Apparizione dell’Enclave Celeste (una delle migliori creature removal in circolazione), Aspirante Luminarca (semplice, ma sempre utile per potenziare il proprio esercito) e Vincolamagie d’Élite (una delle migliori creature ritardanti di sempre, torna utile in più formati di gioco). Reputo questo deck il migliore di tutta l’offerta, l’unico che resiste anche con l’uscita in Standard! Con poche modifiche può tornare utile in Pioneer e in Modern. Prendetelo in considerazione, anche solo prendendo in considerazione le singole carte.

Dimir Control

7 Palude Innevata

5 Isola Innevata

4 Acquitrino dei Relitti

4 Tunnel di Ghiaccio

2 Terre Selvagge in Evoluzione

2 Campo della Rovina

2 Sala dei Giganti delle Tempeste

3 Intrusa del Cimitero // Ingorda del Cimitero

2 Iymrith, Sventura del Deserto

1 Orrore Spezzachiglie

3 Neve Insanguinata

3 Paura Opprimente

4 Diluvio di Ricordi

3 Prevedibile

3 Parola del Potere Uccidere

2 Sete di Scoperta

2 Stretta Parassitaria

2 Caduta dell’Eroe

2 Sabotaggio di Jwar // Rovine di Jwar

2 Maestria Malevola

1 Stretta Infernale

1 Marcia del Dolore Miserabile

 

Sideboard

2 Costrizione

2 Negare

2 Sete del Capo Sanguinario

2 Feligeist Dispettoso // Curiosità Felina 

2 Raggio di Affaticamento

2 Fornitore di Fiale Sanguigne

2 Estrarre la Conoscenza

Questo deck è un classico Control che sfrutta le migliori carte dello scorso Standard. Abbiamo: creature da controllo (come Intrusa del Cimitero // Ingorda del Cimitero), removal (come Stretta Infernale), mass removal (come Paura Opprimente), counter (come Prevedibile), pescaggi (come Diluvio di Ricordi) e un buon punto di partenza per le terre (come Acquitrino dei Relitti). Sono dell’idea che questo Dimir Control è il deck che soffre più l’uscita in Standard: sono tutte carte decisamente potenti, ma in Pioneer e Modern si giocano in modo diverso e decisamente più performanti. In ogni caso, rimane un’ottima occasione per recuperare carte sempre utili in più formati.

Rakdos Vampires

7 Palude

6 Montagna

4 Caverne del Sangue Versato

3 Tenuta Voldaren

2 Tana del Bugbear

2 Cammino dei Passi Mefitici // Cammino dei Passi Brucianti

4 Epicureo Voldaren

4 Raccoglitore di Offerte di Sangue

4 Sanguinomante Voldaren // Evocatrice di Sanguinistrelli

4 Predatore di Immersturm

2 Forgiatore di Sokenzan

2 Vampira Mondana

2 Vampira Dominante

2 Florian, Discendente dei Voldaren

1 Henrika Domnathi // Henrika, Veggente Infernale

4 Aumento di Voltaggio

2 Stretta Infernale

1 Riti del Villaggio

2 Incudine del Culto degli Oni

2 Squartaspirito Mukotai

 

Sideboard

4 Abrasione

3 Costrizione

3 Predecessora Falkenrath

2 Mago del Sangue Spietato

2 Anje, Damigella di Disonore

1 Stretta Infernale

Si tratta di un Tribal Vampire dell’accoppiata Rakdos: semplice, ma decisamente efficace! Possiamo dire che sono presenti la maggior parte dei migliori vampiri dello scorso Standard. Il deck proviene direttamente dall’espansione Innistrad: Promessa Cremisi: oltre ad attaccare, il deck interagisce anche con i segnalini Sangue. Abbiamo carte come: Tenuta Voldaren (ottima per il Vampire Tribal per creare pedine sangue), Cammino dei Passi Mefitici // Cammino dei Passi Brucianti (doppia copia di questa ottima terra), Florian, Discendente dei Voldaren (essenziale in questo tribal), Vampira Mondana, Raccoglitore di Offerte di Sangue, Epicureo Voldaren (tre vampiri obbligatori per l’archetipo Vampire Blood) e Predatore di Immersturm (ottimo per infliggere danni consistenti). Nel deck sono presenti anche carte dell’archetipo Artifact Sacrifice di Kamigawa: Dinsatia Neon, ma sono in minoranza rispetto il numero di vampiri… Sono dell’idea che queste carte possono essere rimosse senza problemi. Il Vampire Tribal è un ottimo deck, per giocatori di media fascia, che può essere realizzato in molti modi. Forse in Modern non è incisivo come altri, ma può essere giocato in Pioneer e in Explorer (con le dovute modifiche) senza problemi. Lo consiglio vivamente a chi vuole iniziare ad approcciarsi al gioco competitivo con molta calma!

Gruul Stompy

10 Foresta

8 Montagna

4 Valle delle Frane

2 Tana dell’Idra

4 Sentinella dei Jaspera

4 Battipista di Ponterovo

4 Magda, Fuorilegge Sfrontata

3 Bizzarria di Ulvenwald // Behemoth di Ulvenwal

2 Cecchino del Tiro Doppio

2 Halana e Alena, Compagne

2 Capocaccia di Tovolar // Capobranco di Tovolar

1 Drago del Ponte d’Oro

1 Sdegno Tonante

1 Illuminare la Notte

4 Abrasione

4 Velo di Pelle di Serpente

4 Classe del Ranger

 

Sideboard

3 Mani Brucianti

3 Sdegno Totante

2 Cecchino del Tiro Doppio

2 Kappa Spaccatecnologia

2 Tovolar, Signore Funesto // Tovolar, Flagello di Mezzanotte

2 Lanterna degli Smarriti

1 Froghemoth

Questo Gruul Stompy sfrutta le meccaniche Werewolf Tribal e Day/Night dell’espansione Innistrad: Caccia di Mezzanotte, ma non mancano anche le interazioni con i segnalini Tesoro con le carte di Kaldheim. Tra le migliori carte, vediamo: Halana e Alena, Compagne (utile per potenziare le creature in questi Stompy), Bizzarria di Ulvenwald // Behemoth di Ulvenwal (ottima creatura aggressiva, si trasforma in un lord), Drago del Ponte d’Oro (sempre un’ottima evasiva e generatrice di tesori), Magda, Fuorilegge Sfrontata (sempre utile per tutorare draghi), Valle delle Frane (buona terra bicolore) e Tana dell’Idra (ottima terra aggressiva). Uscito dallo Standard, questo deck può prendere due strade: ha le basi per essere un Jund di Explorer e Pioneer (ovviamente aggiungendo il nero) oppure in un Werewolf Tribal (aumentando il numero di lupi). A voi la scelta

Nonostante il ritardo, sono sempre deck da prendere in considerazione: in alcuni store online sono anche scontati, vi consiglio di cogliere l’occasione per recuperare deck costruiti di buon livello!

Vi ringraziamo per la pazienza, ma rimanete sintonizzati: nei prossimi giorni ci saranno nuovi articoli dedicati ai 30 anni di Magic the Gathering… Rimanete sintonizzati!

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it
Continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Marco Grande Arbitro

Blogger dal 2006, fondator del (fu) blog GiocoMagazzino. Laureato in Scienze delle Educazione e prossimo in Teologia, sono un appassionato di giochi da tavolo: gioco praticamente a tutto, ma recensisco prevalentemente Magic the Gathering e Blood Bowl. Scrivo anche per la rivista Players della catena Ongame Network, inoltre faccio anche il podcaster per Radio Mosche: il primo podcast, fatto dai fan per i fan, dedicato agli Elio e le Storie Tese!

Una risposta a “Challenger Decks 2022 di Magic the Gathering”

  1. […] in Europa, verranno rilasciati i nuovi quattro deck del Pioneer Challenger Decks 2022. Come per i Challenger Decks, si tratta di deck precostruiti destinati al gioco competitivo del formato Pioneer. Ogni deck […]

Available for Amazon Prime