DESTINIES: Il Gioco Da Tavolo Che Ti Farà Affrontare L’apocalisse!

I profeti parlano della discesa dell’Angelo della Morte e della Fine dei Giorni. Punizioni divine si scaglieranno contro chi ha peccato e i sigilli dell’apocalisse saranno distrutti uno ad uno. Solo a pochi prescelti è stato dato il dono divino di poter cambiare queste sventure. Scopriamo assieme il nuovo gioco APOCALITTICO targato Asmodee!

PANORAMICA GENERALE

I profeti parlano della discesa dell’Angelo della Morte e della Fine dei Giorni.

Punizioni divine si scaglieranno contro chi ha peccato e i sigilli dell’apocalisse saranno distrutti uno ad uno.

Solo a pochi prescelti è stato dato il dono divino di poter cambiare queste sventure e di cambiare il destino di tutti i mortali.

L’Angelo della Morte guarderà e giudicherà tutti noi… speriamo che i prescelti siano davvero degni dei poteri ricevuti, sono la nostra ultima speranza.

Destinies è un gioco narrativo/esplorativo a campagna, per 1/3 giocatori, dalla durata di circa 2 ore/2 ore e mezza partita, ideato da Michal Golebiowski e Filip Milunski ed edito qui in Italia da Asmodee.

Vediamo come si gioca!

 

MATERIALI

Nella bellissima ed organizzatissima scatola troviamo:

  • 67 Tessere Mappa
  • 150 Carte Oggetto
  • 15 Carte Destino (personaggi)
  • 31 Miniature (personaggi, personaggi non giocanti e nemici)
  • 3 Plance Giocatore
  • 26 Segnalini Punto D’interesse
  • 20 Segnalini Moneta
  • 6 Dadi Principali (bianchi)
  • 9 Dadi Tentativo (viola)
  • 20 Segnalini Esperienza
  • 36 Pedine Segna Abilità
  • 10 Coppie di Segnalini Scambio

Tutti i materiali sono di ottima fattura. Plance spesse e a doppio strato, dadi molto belli, miniature tutte diverse con quella dell’angelo della morte enorme e dettagliata. Carte ben illustrate e resistenti, anche se non telate.

Le tessere della mappa invece sono fatte di cartoncino, scelta quasi obbligata visto il gran numero presente nella scatola.

L’applicazione è ben fatta, ogni passo è spiegato molto bene e la musica di sottofondo (oltre ai suoni) riesce a trasportare i giocatori in questo mondo vasto e cupo.

 

SET UP

Selezionate sull’app lo scenario che desiderate giocare. Essendo una campagna è fortemente consigliato andare in ordine, partendo da “La natura della Bestia”.

La voce narrante dell’app, vi leggerà l’introduzione e poi vi guiderà nel set up.

Ogni giocatore sceglierà un personaggio tra quelli che l’app vi darà disponibili per quel determinato scenario, prendete la relativa carta destino e leggete SEGRETAMENTE sul retro di essa il vostro Fato. Sulla carta saranno indicati due modi per portare a termine con successo la vostra missione.

Ogni giocatore prenderà poi una plancia giocatore, due dadi principali e 3 tentativo (quest’ultimi da lasciare fuori dalla plancia) e una moneta.

L’app poi vi guiderà per la formazione della mappa (tessera di partenza e tessere adiacenti inesplorate), il posizionamento dei punti d’interesse sempre da mettere sulla mappa di gioco e vi indicherà dove mettere le pedine segna abilità sui vostri 3 tracciati della plancia.

Tutto è pronto per giocare!

Le pedine dei giocatori e dei personaggi non giocanti presenti nel gioco.

 

SCOPO DEL GIOCO

Lo scopo del gioco è essere il primo giocatore a portare a compimento il proprio fato.

Nessuna azione intrapresa da un avversario potrà mai bloccarci nel compimento del nostro destino, ma potrà rallentarci.

Il più veloce vincerà la partita.

 

REGOLAMENTO

Il flusso di gioco è molto semplice. Al suo turno il giocatore dovrà seguire queste tre fasi, nell’ordine indicato.

  1. INIZIO DEL TURNO
  2. MOVIMENTO
  3. INTERAZIONE CON UN PUNTO D’INTERESSE

 

Inizio del turno

In questa prima fase, il giocatore ripristinerà un dado tentativo. Significa che prenderà un dado viola esausto (cioè fuori dalla propria plancia) e lo posizionerà sulla plancia.

La maggior parte poi degli eventi descritti dall’app si verificheranno in questa fase. Leggeteli e risolveteli prima di preseguire.

 

Movimento

Il giocatore potrà muovere la propria pedina in modo ortogonale, mai in diagonale. Ad ogni turno, il giocatore potrà muoversi fino ad un massimo di due tessere.

Se decidono di passare e quindi esplorare una tessera coperta (cioè inesplorata), lo potranno fare ma il loro movimento dovrà terminare immediatamente.

Dopo aver selezionato sull’app la tessera esplorata, la dovremmo girare dal lato esplorato e l’app poi ci guiderà nel posizionare gli eventuali punti d’interesse presenti in quello spazio e le eventuali tessere inesplorate adiacenti ad essa.

 

Interazione con un punto d’interesse

Questa terza ed ultima fase è quella principale, nonché cuore pulsante del gioco stesso.

Il giocatore ora potrà interagire con un punto d’interesse presente sulla sua tessera.

Le interazioni sono molto diverse tra loro e tutte vengono effettuate tramite l’applicazione.

Le opzioni possibili sono:

  • INTERAZIONE: consente di effettuare un’azione senza dover superare una prova. Le conseguenze possono variare e non sono note in anticipo. Il risultato può variare anche in base alle scelte che facciamo quando verremo chiamati ad effettuarne una.
  • PROVE: consente di effettuare un’azione un po’ più difficile, in genere utile per il compimento del proprio fato. Il giocatore dovrà superare una prova di caratteristica (vedremo in seguito) per avere successo nella sua azione.
  • SCANSIONARE CARTE OGGETTO: alcune azioni richiedono di usare alcuni oggetti o dà la possibilità di parlare con altri personaggi di alcuni oggetti. Per fare ciò dovremmo scansionare il codice QR della carta oggetto di in questione. Attenzione che questo potrebbe significare anche perdere l’oggetto stesso, starà voi capire quando fidarvi o meno!
  • SCANSIONARE UNA CARTA DESTINO: potremmo chiedere ad alcuni personaggi consigli su come portare a compimento il nostro fato. Per fare ciò basterà scansionare il codice QR sulla nostra carta fato, toccherà a noi scegliere su quale delle 2 modalità chiedere informazioni. La risposta sarà palese, tutti leggeranno la risposta che però sarà criptica, cioè capibile (teoricamente) solamente dal possessore della carta destino.
  • SCAMBIO: alcuni personaggi ci daranno carte oggetto, equipaggiamento in cambio di oro sonante. Potremmo infatti spendere le nostre monete per acquistare queste carte o venderne per avere monete.

 

IMPORTANTE: Quando si selezione il punto d’interesse, dopo una breve descrizione, si apriranno tutte le interazioni possibili. Il giocatore può scegliere di farle tutte, solo alcune o addirittura nessuna. L’unica cosa certa è che potrà selezionare ogni opzione una sola volta per round! Attenzione che alcune nostre interazioni potrebbero disattivarne altre!

 

PROVE DI CARATTERISTICA

Ogni giocatore sulla propria plancia ha 3 tracciati:

  • INTELLIGENZA (blu)
  • DESTREZZA (verde)
  • FORZA (rosso)

Per ogni tracciato, saranno presenti più pedine segna abilità che serviranno per tenere traccia del nostro livello in quella caratteristica. Più le pedina saranno versa sinistra e più saremo abili.

Le prove di caratteristica funzionano così:

L’applicazione indicherà quale caratteristica sarà oggetto di prova.

Il giocatore prenderà i 2 dadi principali più un numero di dadi tentativo a sua scelta PRESENTI SULLA SUA PLANCIA.

I dadi principali sono sempre disponibili e hanno valori dall’1 al 4 mentre quelli tentativo dopo l’uso verranno esauriti e hanno valori che vanno dall’1 al 3 più una faccia con il successo immediato.

Il giocatore lancerà i dadi scelti e sommerà tutti i valori ottenuti.

Poi confronterà il risultato con le pedine segna abilità di quel tracciato, OGNI pedina che si trova su un  valore uguale o minore rispetto al risultato ottenuto darà un successo. Aggiungete poi eventuali successi immediati ottenuti.

Inserite il numero di successi totali nell’app e vi indicherà se avrete superato o meno la prova.

Una prova non richiederà mai più di 6 successi.

Gli eventuali dadi viola usati ora sono ESAUSTI  e vanno fuori dalla propria plancia. Vi ricordo che all’inizio del proprio turno (prima fase) sarà possibile ripristinare un dado viola.

 

FINE DEL GIOCO

Quando un giocatore ha fatto tutto quello che doveva fare e si trova nel luogo indicato potrà selezionare l’opzione INTERAZIONE FINALE.

Ora dovrà affrontare un numero di prove che varia in base a quanto si è preparato durante la partita. Sarà impossibile uscire dall’interazione finale.

Non è detto che chi seleziona per primo questa azione poi vinca la partita. Vincerà chi per primo finirà tutte le proprie prove finali, portando a compimento il proprio destino.

La miniatura gigante dall’angelo della morte.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Destinies è un gioco davvero immersivo che dalla sua ha il vantaggio di avere regole molto semplici e un’applicazione che guida i giocatori passo passo.

Molte persone, anche la scatola stessa, paragonano questo titolo ad un gioco di ruolo senza master, adatto a chi non ha mai giocato di ruolo ma non mi trovo pienamente d’accordo con questa visione. Trovo Destinies un vero e proprio gioco da tavolo, quasi un videogioco, ma del gioco di ruolo ritrovo solo la forte componente narrativa ed il mondo (mappa) da scoprire man mano. Non ci sono personaggi da interpretare o particolari sforzi creativi per dar vita al proprio ruolo.

Ho azzardato un “quasi un videogioco” perché principalmente si guarderà lo schermo del dispositivo (che verrà passato tra i giocatori) mentre la mappa di gioco fisica servirà per aver sott’occhio la situazione generale della partita.

Attenzione, personalmente non lo trovo un lato negativo, ma so che non a tutti piace questo fattore.

La storia e le atmosfere sono molto ammalianti e mi hanno catturato fin da subito. Tutto ciò che riguarda i cavalieri dell’apocalisse, la fine del mondo e cose affini mi hanno sempre affascinato e conquistato.

Le carte sono numerate e vanno sempre poi riordinate per ritrovarle facilmente all’occorrenza, il che porterà via un po’ di tempo visto che se ne usano tante e in tutto sono 150… un piccolo prezzo per un’esperienza di gioco di questo tipo. Le carte sono oggetti che ci daranno dei bonus e dei poteri speciali da usare sempre o solo una volta ma nel nostro inventario c’è spazio solo per 5 di queste carte.

Mi è particolarmente piaciuta poi la meccanica per le prove di caratteristica, scegliere quanti dadi usare per un lancio non è cosa da poco e poi durante l’avventura (anche grazie ai segnalini esperienza) potremo spostare verso sinistra i nostri tondini sui tracciati. Niente punti vita da perdere o altro, il nostro personaggio non muore, al massimo sposta le pedine sui tracciati verso destra, rendendosi così più debole e meno performante.

Il gioco è una CAMPAGNA ma non c’è una crescita del personaggio perché per ogni scenario saranno disponibili 3  nuove persone.

Ma Destinies è rigiocabile? Devo dire che non ho finito ancora la campagna (sono a metà) ma credo di poter rispondere sì e no.

Il regolamento lo dice chiaramente: ogni scenario è rigiocabile solo se tutti i giocatori hanno già giocato quello stesso episodio, questo per non aver vantaggi di nessun tipo. Questo perché credo che tutto rimanga uguale. Per capirci, non è come le case della follia che la trama rimane la medesima ma stanze e personaggi cambiano di posizione. Questo è un po’ un peccato devo dire.

Rimane il fatto che Destinies è davvero un gran bel gioco, ogni scenario ha una mappa bella grande, con missioni secondarie da esplorare e portare a termine. La durata è bella sostenuta ma il tempo scorre via senza problemi, anche perchè si è curiosi di capire cosa dovrà fare l’avversario per portare a termine il suo destino e cercare di rallentarlo per quanto possibile.

Gli obiettivi (il destino) dei giocatori sono segreti ma sono facilmente capibili anche grazie all’attinenza del personaggio con la trama del gioco. Bello poi vedere la mappa cambiare durante lo scenario in base agli eventi che stanno succedendo, rendono questo mondo più dinamico e vivo.

Una bella scoperta!

DESTINIES

8.3

VOTO

8.3/10
SEGUICI anche su Facebook e Instagram

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.