Wordsmith: il nuovo gioco da tavolo firmato Asmodee!

Vi piacciono le parole? Grazie alla nuova uscita Asmodee potrete costruire non solo le parole, ma  persino le singole lettere che le compongono

Creato da Bill Eberle, Jack Kittredge, Greg e Peter Olotka, Wordsmith è un gioco veloce (ogni partita dura circa 30 minuti) per 1-4 persone, ideato per stimolare l’invettiva dei giocatori nel pensare a parole sempre nuove.

Il gioco prevede tre modalità di gioco: la modalità standard, da 2 a 4 giocatori, la modalità in solitario e la modalità avanzata.

Diamo un’occhiata più da vicino!

Ogni giocatore avrà a disposizione alcune piccole asticelle in plastica di quattro forme e colori diversi, che serviranno a costruire le lettere con cui andranno a formare le parole: è possibile costruire ogni lettera utilizzando al massimo quattro pezzi, ma c’è una sola combinazione considerata corretta!

Tutti i giocatori creano le parole in contemporanea, ma attenzione: ogni parola può essere scritta, o meglio, conteggiata, solamente una volta, quindi chi avrà più fantasia, avrà anche più possibilità di terminare la partita con un punteggio migliore.

Tuttavia, il numero di parole ideate non basta a decretare il vincitore. Anche la lunghezza delle parole, infatti, ha una sua importanza: più la parola sarà lunga, più punti si otterranno al momento del conteggio.

Ogni partita è divisa in round, durante i quali si dovranno creare sei parole. Ovviamente le asticelle non vengono pescate convulsivamente; per determinare i pezzi di cui usufruire all’inizio di ogni turno, giocatore dovrà lanciare 4 dadi due volte: su ogni faccia del dado, vi è un colore e un simbolo, che indicherà quale pezzo di lettera pescare. Tutti i giocatori, quindi, partiranno con gli stessi pezzetti; dopodiché, ogni giocatore prende un dado, che utilizzerà per pescare ulteriori pezzi durante il corso della partita. Su ogni dado, vi sono inoltre due facce extra, una blu e una verde, con una stella: queste sono le facce “jolly”, che permettono di pescare qualsiasi pezzo si voglia.

I pezzi inutili o inutilizzati possono essere scartati, ma pagando una penalità. Ogni volta che si forma una parola, il giocatore che l’ha costruita dovrà dirla ad alta voce, aspettando eventuali obiezioni da parte degli avversari. I pezzi scartati andranno segnati negli appositi riquadri e rimessi al centro del tavolo: si possono scartare al massimo 12 pezzi per round, dopodiché bisognerà utilizzare tutti i pezzi a disposizione per formare una parola. Il primo giocatore che completa tutte e sei le parole potrà dire concluso il round e si potrà procedere al conteggio dei punti. Al termine del terzo round la partita termina.

Passiamo al conteggio dei punti, che si effettuerà alla fine di ogni round:

  • Ogni lettera usata per ogni parola fa guadagnare 1 punto
  • Tutte le caselline di scarto non utilizzate fanno guadagnare 1 punto bonus

Facile no?

il gioco è pre-ordinabile qui: Magicmerchant.it

Commenti


immagine-profilo

Miriam Policastro

Nata e cresciuta in una famiglia di giocatori di D&D, i giochi da tavolo e di ruolo, i fumetti e il fantasy l’hanno sempre appassionata: insomma, una nerd patentata. Crescendo, questa passione l’ha spinta a conoscere persone che condividessero la sua passione e a trasmetterla ad altri: si affilia, così, all'associazione ludica “ La Gilda del Grifone” e a all'associazione culturale “Sentieri Tolkieniani”. E se l’uomo non smette di giocare perché invecchia ma invecchia perché smette di giocare, allora lei vuole essere un’eterna bambina.

2 risposte a “Wordsmith: il nuovo gioco da tavolo firmato Asmodee!”

  1. […] Qui trovate il nostro articolo completo. […]

  2. […] Qui trovate il nostro articolo. […]