War of the Spark Mythic Edition di Magic the Gathering

Si concludono le lussuose uscite Mythic Edition dedicate ai planeswalker più famosi della storia di Magic

Dopo Guilds of Ravnica & Ravnica Allegiance Mythic Edition, questa volta tocca a War of the Spark Mythic Edition. Per chi non lo ricordasse, si tratta di un prodotto particolarmente sfarzoso legato all’espansione La Guerra della Scintilla.

Il prodotto è stato rilasciato il 1° Maggio 2019. Come i precedenti booster box, War of the Spark Mythic Edition è composto da 24 bustine provenienti dall’espansione a cui è legato (in questo caso La Guerra della Scintilla) e dalle 8 carte esclusive Masterpiece Series. Le carte in questione sono 8 planeswalker ristampati con grafica alternativa e contrassegnati come rare mitiche. I planeswalker selezionati sono i seguenti:

  • Tezzeret il Cercatore: la selezione delle carte per questi prodotti non ha una logica standard. Sono un connubio di vari fattori, scelte di: metagame, ambientazione e marketing. Tuttavia, non capisco perché hanno inserito la prima versione di Tezzeret, visto che in Ravnica Allegiance Mythic Edition è stata inserito Tezzeret, Agente di Bolas (una sua versione decisamente più potente e versatile del planeswalker). Perché non dare spazio ad un altro planeswalker? Perché non dare spazio ad un planeswalker mono-verde, che non hanno rappresentanti in questo trittico di Mythic Edition? Non so davvero dare una risposta… In ogni caso, questa versione di Tezzeret è molto giocata in Commander. Torna sempre utile nei deck che abbondano di artefatti. Trova sempre il suo spazio, inoltre la nuova illustrazione è molto bella;
  • Nahiri, l’Araldo: non mi aspettavo la presenza di Nahiri, forse l’hanno inserita per dare una continuità di lore alla presenza di Sorin nello scorso box. In ogni caso, ho sempre trovato questa versione di Nahiri abbastanza versatile. La sua terza abilità ha creato l’archetipo Boros Nahiri, di fatti ci permette di giocare velocemente creature titaniche come Emrakul, lo Strazio Eterno. La si vede anche nelle sideboard dei Mardu Pyromancer di Modern e nei Queen Marchesa di Commander. Buona scelta;
  • Gideon della Blackblade: non poteva mancare il protagonista de La Guerra della Scintilla! Sul potere della carta ne ho parlato nello scorso articolo, comunque mi sento in dovere di fare un’aggiunta. Non lo sto vedendo giocare solo nei midrange, ma anche i control puri come finale. La nuova illustrazione la trovo molto bella;
  • Sarkhan Integro: altra sorpresa che non mi aspettavo è la versione tricolore di Sarkhan. Nonostante sia una bomba nel Dragon Tribal, tutt’ora è difficile da giocare in competitivo (colpa delle cinque mana Temur). L’unico deck che lo supporta bene è il Maelstrom Wanderer di Commander. Non è una scelta che mi convince, magari anticipa qualche meccaniche delle prossime espansioni. Chissà;

  • Nicol Bolas, Drago Divino: vale lo stesso discorso fatto per Gideon, non può mancare l’antagonista assoluto dell’ultima era di Magic! La sua presenza è indubbiamente obbligatoria. Sinceramente, guardando l’offerta completa del trittico delle Mythic Edition, avrei preferito una sola versione di Nicol Bolas. Diciamolo francamente: avremmo fatto a meno dell’ennesima ristampa di Nicol Bolas, Planeswalker! Pazienza;
  • Garruk, Predatore Supremo: per volontà degli autori, Garruk è assente nella battaglia finale contro Nicol Bolas. Ritornerà in storie future, probabilmente come protagonista, ma nel frattempo ci godiamo il ritorno cartaceo nella sua forma più distruttiva. Commander a parte, che è sempre un evergreen, recentemente è ritornato in competitivo nei vari Abzan e The Rock di Modern. Scelta ben gradita;
  • Ugin, lo Spirito Drago: ristampa d’obbligo due svariati motivi. Ugin, come suo fratello Bolas, non lo vedremo mai più nel mondo di Magic: è giusto ricordarlo un’ultima volta. Senza dimenticare che questa versione è devastante, una bomba per il gioco competitivo degli archetipi Urza Tron ed Eldrazi Post. Ottima scelta, promossa a pieni voti;
  • Jace, lo Scultore di Menti: concludiamo l’offerta con l’unico planeswalker che desideriamo davvero! La versione più potente di Jace, nonché una delle magie più potenti della storia di Magic, viene ristampata in questa lussuosa edizione. Hanno sparato la bomba nel finale, facendo schizzare all’improvviso l’interesse di tutti i giocatori competitivi. Che altro aggiungere a così tanta bellezza? RECUPERATELA!

In War of the Spark Mythic Edition viene riconfermata la stessa formula del booster box precedente. Il prezzo rimane sempre lo stesso: l’altissimo 249,99$, ma ammetto che questa volta il prezzo è giustificato. La scelta delle carte la reputo soddisfacente, ci sono molti planeswalker che vale davvero la pena recuperare. Solamente Jace e Ugin valgono tutto l’acquisto!

Vi ricordo che il prodotto può essere ordinato solo tramite i negozi Ebay della Hasbro. Viene spedito a livello internazionale, ma solo ai clienti che possiedono un account Paypal statunitense.

Come al solito, consiglio l’acquisto solo ai collezionisti o i giocatori che amano abbellire i propri deck. I giocatori alle prime armi, o senza quella somma da spendere, possono recuperare le carte in altri modi.

Come sempre tutto il materiale relativo al mondo di Magic – The Gathering potete trovarlo sul nostro store online di fiducia Magicmerchant.it

Commenti


immagine-profilo

Marco Grande Arbitro

Fondatore e caporedattore del blog nerd/geek/pop GiocoMagazzino. Blogger (da 12 anni), podcaster e youtuber. Sono un appassionato di giochi da tavolo, in particolare prediligo i giochi di carte. Una passione iniziata, e che continua, con Magic the Gathering! Per il resto, sono laureato in Scienze dell'Educazione (educatore professionale). Sono un collezionista di Funko Pop, adoro il cinema e la buona musica.

I commenti sono chiusi.