FORT: Facciamo crescere la nostra cerchia di amichetti a suon di cuscinate, pizza, giocattoli e tanto altro!

Torniamo bambini per un secondo, no dai, facciamo per 40 minuti o magari per sempre in questo deckbuilding non ordinario.

In FORT ci immergeremo completamente nella vita di bambini scalmanati pronti a reclutarsi fra le loro “gang” per costruire per primi il fortino più bello e resistente di tutti. Chi sarà il fortunato ad accaparrarsi la famigerata “Scultura di Maccheroni?

Ciao a tutti amici di Houseofgames! Finalmente sono tornato a scrivere recensioni dopo parecchi mesi di assenza. Mi siete mancati davvero tanto e volevo tornare portandovi un’esclusiva fresca fresca dall’oltreoceano.

Parliamo di FORT, il nuovo gioco di casa Leder Games (Vast, Root, Oath).
Sappiamo bene come questa casa editrice seppur ancora piccola ed in piena crescita, riesca a distinguersi nella massa del business mondiale dei giochi da tavolo per la loro unicità, sia a livello di aspetto estetico e presentazione dei prodotti, sia per la loro splendida inventiva che è senza dubbio la ventata di aria fresca che negli ultimi anni ci serviva.

“Sei un ragazzino! e come molti bambini, vuoi far crescere la tua cerchia di amici.
Prendete un po’ di pizza e giocattoli per poter guadagnare punti vittoria e, alla fine del gioco, il giocatore con il maggior numero di punti vittoria è il vincitore!”

Questo è quello che troviamo scritto sulla copertina del regolamento appena aperta la scatola.

Sei curioso di scoprirlo? Entriamo nel dettaglio

Autore: GRANT RODIEK
Sviluppatore Capo / Grafico : NICK BRACHMANN
Illustrazioni: KYLE FERRIN

GIOCATORI: 2 – 4

DURATA: 20 – 40 min
*ETÀ: 10+
*(E qui sull’età troviamo un piccolo errore di revisione dove sulla scatola è riportato 10+ mentre sul regolamento 8+)

CONTENUTO DELLA SCATOLA:
1  Regolamento
1  Plancia Segnapunti
4  Plance Giocatore
4  Carte Riassuntive del glossario dei simboli azione
68  Carte Ragazzino (“Park Deck”)
11  Carte “Regole Inventate” (“Made up Rules”)
9  Carte Vantaggio (“Perks”)
1  Carta Primo Giocatore
1  Carta “Macaroni Sculpture
20  Token Pizza in legno
20  Token Toys in legno
8  Token segnapunti/Token Livello Fortino in legno (2 x giocatore)

Fort è un gioco di deckbuilding ma con una svolta:
Le tue carte non solo ti permetteranno di agire nel tuo turno, ma ti permetteranno anche di seguire l’azione degli altri giocatori nei loro turni. Ti dedicherai alla squadra o copierai quello che stanno facendo gli altri ragazzini?

Prima di iniziare con il setup è giusto conoscere le diverse “fazioni” che sono fondamentalmente il seme delle carte che determinano anche le caratteristiche dei ragazzini che andrai a reclutare per costruire il tuo fortino!

*PNG SUITS

SKATE: Agricoltura – Hanno gli snack e viaggeranno

VANGA: Ingegneria – Scavano buche, alzano muri, mangiano insetti?

• COLLA: Industria – Portano in vita le tue idee…. con il glitter.

CORONA: Leader – Hanno sempre la risposta a tutto, Profumano.

PISTOLA AD ACQUA: Militari – Super Assorbenti, Proiettili di vernice, Gavettoni, Polvere Orticante

LIBRO: Scienza – Grafici, Tecnologia, Schede del Personaggio.

Ora che hai un’idea del tipo di ragazzini con cui ti andrai a relazionare, ti spiego come preparare una partita.

Si posiziona la plancia segnapunti in un punto comodo per tutti i giocatori.
Si mescola il mazzo comune detto “Park Deck” togliendo però le carte migliore amico (Best Friends) contraddistinte da una stellina gialla affianco al nome del bambino.

Difatti ogni giocatore prenderà una sua plancia personale nella quale sul retro sono riportatii Best Friends di quel colore. Vanno presi e posizionati nella zona superiore della plancia personale chiamata “Yard”

Tornando alla zona comune, le carte mescolate vanno posizionate ad un lato del segnapunti, mentre dall’altro lato andranno messe coperte le carte “Regole Inventate” (Made up Rules) tante quante sono i giocatori + 1 e la carta SCULTURA DI MACCHERONI che determinerà anche la fine della partita per chi per primo raggiunge il livello 5 del fortino prendendo 4 punti vittoria aggiuntivi.

Sopra il segnapunti vanno le carte “Vantaggio” (Perks) nella stessa quantità delle carte Regole Inventate (Numero giocatori + 1) ma scoperte.

Per ultimo, pescate 8 carte dal Mazzo comune e mescolatele insieme alle 2 carte Best Friends in modo da avere un mazzetto personale iniziale da 10 carte.

Ultimato il setup e scelto il primo giocatore, siamo pronti per iniziare la nostra prima partita a FORT.

Le azioni diponibili durante il turno sono 5:

1 • Scartare lo Yard
2 • Giocare una carta ( o più carte nel caso in cui le azioni lo richiedano)
3 • Reclutare una carta dal PARK o dallo YARD di un nostro avversario
4 • Scartare Carte usate e le carte migliore amico se le si hanno in mano e Posizionare scoperte le carte restanti nella propria mano davanti al proprio YARD
5 • Pescare 5 carte

Le azioni andranno tutte eseguite in questo ordine.

Ogni giocatore potrà giocare una carta ed eseguire le sue azioni, non per forza dovrai eseguirle entrambe, ma l’importante è che le singole vengano eseguite per intero.

Le carte hanno 2 slot di azioni, una pubblica ed una privata.
L’azione pubblica si chiama cosi perché determina la prima vera particolarità di questo gioco ovvero quella di poter copiare le azioni del giocatore di turno. In sostanza, fare i copioni come a scuola seguendo il Leader.

Durante il tuo turno infatti gli altri giocatori potranno scegliere di eseguire la tua stessa azione pubblica al costo di una carta dello stesso seme.

I semi vengono chiamati “Suits” e sono le 7 “fazioni” spiegate nella fase di Setup

Nel caso in cui l’azione scelta ti permette di acquisire risorse Pizza, Giocattoli o andare avanti con il livello del fortino e tanto altro, si possono scartare tante quante carte del seme richiesto dall’azione nel box.

Questo permette a riuscire a capire meglio come gestire la propria mano in base alle carte che si possiedono.

Giocate le carte si passa al reclutamento di nuovi amichetti, ovvero prendere una nuova carta bambino da inserire nella pila degli scarti personale in modo da incrementare il mazzo di gioco.

Il reclutamento può essere effettuato sia dalla zona PARK e sia dallo YARD dei tuoi avversari o se proprio non ci piace cosa si trova sul tavolo si pesca una carta dal mazzo comune (Park Deck)

Finita la fase di reclutamento, si scartano le carte giocate, si scarano eventuali Best Friends se si possiedono nella propria mano. Ed in fine si mettono le restanti carte che hai in mano scoperte sul tuo Yard in modo da essere visibli ai tuoi avversari per la loro fase di reclutamento.

Per questo poi la prima azione di turno è quella di Scartare lo Yard.

Il gioco prosegue cosi fino a 3 tipi di condizioni di fine partita:

1 – Quando un giocatore arriva o supera per primo i 25 punti sulla plancia segnapunti.
2 – Quando un giocatore riesce a costruire per primo il fortino arrivando al Livello 5 prendendo cosi 24 punti + 4 punti aggiuntivi dati dalla carta Scultura di Maccheroni.
3 – Quando si esaurisce il Park Deck.

Finita la partita, si procede al conteggio dei punti vittoria e chi ha più punti vince!

Ci sono però molti altri modi di poter incrementare punti.
Per esempio quando si aumenta di livello il proprio Fortino questi livelli danno dei punti vittoria e alcuni di questi livelli permettono di prendere le carte aggiuntive: Regole Inventate – Vantaggio (Made up Rules – Perks)

Queste carte determinano delle condizioni di aumento dei punti in base alla loro richiesta, per esempio:

Made up Rule: Piggy Bank” – alla fine del gioco prendi 1 punto per ogni token Giocattolo che hai”

Perks: “Birthday Party”
– Dopo la tua fase di reclutamento, puoi reclutare una carta in più dal PARK o dal PARK DECK.

Le carte hanno tantissime azioni diverse tra loro, infatti c’è una scheda riassuntiva di tutti i simboli azione che troverai sulle carte. Non starò qui ad elencarteli e a spiegarteli tutti, ti lascio con la curiosità per farti scoprire tutte le sue potenzialità. In una scatola cosi piccola c’è veramente un cuore pulsante bello vivo e pronto a regalarti tante emozioni se, come me, dentro hai ancora il bimbo interiore che alimenta la fiamma della nostra gioventù, dei nostri ricordi e di come vorremmo tornare a quella spensieratezza e a quella purezza che negli anni con una brutta cosa chiamata “Diventare Adulti” va pian piano scomparendo.

Quando sono venuto a conoscenza di FORT mi si sono illuminati gli occhi ed il cuore ha iniziato a battermi all’impazzata.
Nonostante lo scoprii tramite una foto postata dal profilo instagram della Leder Games con il prototipo che stavano facendo testare in una qualche fiera americana (mi pare la BGGcon), subito mi sono saltati agli occhi due elementi fondamentali: Le illustrazioni di Kyle Ferrin e il nome “FORT”. Quest’ultimo insieme alle illustrazioni mi hanno subito proiettato a quello che immaginavo potesse essere il tema del gioco. E non mi sbagliavo affatto.

Kyle Ferrin è probabilmente, o meglio, è sicuramente il mio illustratore preferito da quando vidi per la prima volta VAST, mi innamorai del suo tratto, del suo stile di character design con quei pupazzetti minimali, quasi naif, ma con una padronanza nella gestione dei colori straordinaria.

Unire l’elemento grafico con quello nostalgico per quanto riguarda il toccare delle corde a me molto sensibili che sono quelle della mia infanzia e del mio essere bambino (nonostante i quasi 30 anni) significa senza dubbio fare Jackpot con uno come me.

Transciando il mio lato fan boy che per le recensioni non sono ben viste (ovviamente), torniamo ad essere adulti e a cercare di dare un’opinione oggettiva a questo gioco.

Ho giocato a diversi deckbuilding nella mia carriera di giocatore, non dico che li abbia giocati tutti e non dico che sia il massimo esperto della categoria, ma credo che questo FORT sia veramente la resa più originale che abbia provato e trovato negli ultimi anni. Sappiamo bene come Leder Games riesca a creare prodotti davvero di qualità prestando attenzione particolare sia al game design fino ad arrivare alla scelta dei materiali migliori che ci possano essere.
Tra l’altro non dimentichiamoci come Leder Games sia diventata famosa sui nostri tavoli portando alla luce nella nostra nuova era dei GDT i giochi di struttura asimmetrica.

Nonostante con FORT volessero provare a fare un gioco semplice, dalla scatola piccola e sostanzialmente un gioco di carte, sono riusciti a rendere unico anche questo famoso genere del deckbuilding togliendo quella componente dove si ha un mazzo  di carte iniziale per tutti i giocatori e comprando carte lo si va a potenziare.
Qui abbiamo solo due carte iniziali che sono uguali per tutti (nelle azioni che hanno disponibili) e le restanti carte saranno pescate casualmente dal mazzo. Quindi capiterà che i giocatori hanno in mano semi e azioni tutte diverse da loro.

Ed è qui che si arriva al succo della questione: Più che un deckbuilding io lo definirei un gioco di “Hand Management” ovvero gestione della propria mano perché infatti diciamo che sarà la nostra strategia e la nostra abilità nel saper gestire le proprie carte per poter fare punti e soprattuto per chi è un vero amante delle COMBO credo sia il gioco perfetto.

Possiamo dire quindi che forse, questo aspetto lo renda di per sé unico ed “asimmetrico” come gli altri giochi di mamma Leder.

In conclusione ho trovato Fort molto scorrevole nonostante la lingua inglese del regolamento che posso garantire che anche per chi non è molto pratico nel comprenderlo Leder Games ha questa peculiarità nel rendere semplicistico il regolamento in modo da renderlo fruibile a tutti i giocatori, neofiti e non.

Questo è infatti uno dei numerosi aspetti che amo di questa casa editrice, saper rendere semplice anche il gioco più complesso, in modo da farti immergere subito nell’esperienza di gioco.
Ed è da questi piccoli aspetti che si riconoscono i dettagli e la qualità che ci si mette in un prodotto.

Se siete impazienti di provarlo, vi consiglio di cercarlo online tramite il sito della Leder Games o in alternativa, abbiate pazienza perché verrà localizzato in futuro anche da noi grazie agli amici di MS Edizioni.

VOTO: 10
Metto 10 perché lo trovo veramente completo, dal gameplay ai materiali.


PRO:

Scatola piccola
Materiali TOP (Le plance double layer sono fatte da Dio),
Altissima qualità delle carte,
Adatto a tutti i tipi di giocatori,
Dipendenza dalla lingua bassa,
Prezzo giusto per quello che offre la scatola.

CONTRO: Attese lunghe da casa Leder Games per il rilascio della localizzazione Europea.

Prezzo: € 34,99

Misure Sleeves:
Standard 63,5 x 88mm,
45 x 68mm

Il gioco potete Acquistarlo dai nostri amici di Magicstore.it

FORT

10

VOTO

10.0/10

Pros

  • Scatola piccola,Materiali TOP (Le plance double layer sono fatte da Dio)
  • Altissima qualità delle carte
  • Adatto a tutti i tipi di giocatori
  • Dipendenza dalla lingua bassa
  • Prezzo giusto per quello che offre la scatola

Cons

  • Attese lunghe da casa Leder Games per il rilascio della localizzazione Europea.
SEGUICI anche su Facebook e Instagram

immagine-profilo

Fabio Molinari

Ciao! Sono Fabio, sono nato in un caldissimo Agosto del 1991, sono abruzzese e sono un fotografo, videomaker, grafico... insomma, diciamo che sono un creativo e mi occupo di qualsiasi cosa abbia a che fare con la comunicazione visiva da circa 8 anni. Sono un collezionista di film, amo il caffè, sono appassionato di cinema, musica e giochi da tavolo, colleziono anche loro ovviamente, da circa 4 anni. Insomma, si può dire che ho tutte le carte in regola per essere un piccolo nerd del nuovo millennio, di sicuro la mia infanzia è stata fatale per quelle che oggi sono le mie passioni, ho smagnetizzato le VHS dei Ghostbusters e di Space Jam. Ho rovinato una plancia di un Risiko facendoci cascare sopra l'aranciata, giocavo a Magic e scambiavo carte dei Pokèmon. Beh non credo di avere abbastanza spazio da potervi dire tutto quello che combinavo da ragazzino, ma credo che una piccola idea ve la siete fatta e spero di avervi trasmesso un po' di simpatia. Un abbraccio, Fabio

I commenti sono chiusi.