AEON’S END: Uno Dei Migliori Giochi Da Tavolo Finalmente Parla Italiano!

Finalmente Aeon’s parla italiano! Scopriamo come si gioca al nuovo titolo targato Ghenos Games e ricordate…. mai mescolare il proprio mazzo!

PANORAMICA GENERALE

Il mondo è finito. Quello che resta siamo noi:  pochi sopravvissuti che cercano di resistere con quel poco che rimane. Noi siamo Gravehold, una piccola città che cerca disperatamente di farcela.

Tra l’oscurità si aggirano terrificanti creature, i Senzanome, che desiderano strapparci via anche quel poco che ci rimane.

Tra noi ci sono però dei potenti maghi che grazie alle loro abilità possono manipolare le brecce, portali usati dai Senzanome per spostarsi.

Vogliamo riconquistare la libertà e il Mondo che fu.

Aeon’s End è alla sua seconda edizione. Si tratta di un gioco di deck building (costruzione del mazzo) collaborativo, per 1-4 giocatori, dalla durata di 60-90 minuti a partita e portato qui da noi grazie a Ghenos Games.

Riusciremo nel nostro intento? Sconfiggeremo le potenti creature?

Vediamo come si gioca!

 

MATERIALI

Nella scatola troviamo:

  • 8 Plance giocatore con relative Tessere Breccia
  • 4 Plance Nemesi
  • 203 Carte (divise tra Gemme, Incantesimi e Reliquie)
  • 27 Carte Randomizzatore
  • 9 Carte Ordine di Turno
  • 75 Carte Nemesi
  • 2 Contatori Punti vita (Gravehold e Nemesi)
  • 4 Segnalini Numero Giocatore
  • 86 Altri Segnalini (Punti vita, Carica, Potere e Furia/Carapace)

I materiali sono molti ma ben diversificati. Nella scatola troviamo dei divisori per dividere il tutto in modo ordinato.

Le carte sono di buona qualità anche se, visto la natura del gioco, tendono a rovinarsi abbastanza facilmente, il che mi porta di consigliarvi di imbustarle, soprattutto quelle ordine di turno che non dovrebbero essere riconoscibili.

La grafica forse è un po’ retrò e rende “vecchio” il gioco che, seppur con i suoi anni, è ancor un gioiellino.

Il regolamento risulta scorrevole, chiaro e senza grossi dubbi fin dalla prima lettura.

 

PLANCE GIOCATORE

Ogni giocatore prenderà una plancia personale che andrà ad indicare quale mago delle brecce andrà ad impersonificare.

In alto troviamo lo spazio per le brecce. Se il simbolo è un cerchio giallo significa che la relativa breccia parte già aperta (generalmente la prima) se invece troviamo un quadrato con un lato giallo significa che ci sarà una breccia chiusa (quindi la relativa tessera) ma orientata allo stesso modo, cioè con il lato giallo nello stesso verso.

Sotto al nome poi troviamo lo spazio per posizionare il proprio numero giocatore scelto tra le relative tessere ancora disponibili, vicino poi posizioneremo i nostri 10 punti vita di partenza.

Sotto troviamo la mano iniziale, cioè con quali carte inizieremo la partita. Sotto troviamo invece quali carte formeranno il nostro mazzo iniziale di pesca e le carte dovranno essere posizionate esattamente in quell’ordine.

Nella parte inferiore invece troviamo l’abilità speciale del personaggio, la sua descrizione e il tracciato delle cariche. Solo quando sarà completamente carico potremo usare il potere.

 

PLANCIA NEMESI

Nel gioco sono presenti 4 plance Nemesi, Quindi potremmo scontrarsi con 4 diverse creature a nostra scelta.

Vicino al nome, nel tondino rosso, troviamo il numero di punti vita iniziale della bestia.

Sotto, nel riquadro “Scatenare” troviamo l’abilità del mostro che si attiverà ogni qualvolta che sulle carte nemesi ci sarà riportata la parola chiave Scatena.

Accanto invece troveremo delle regole extra per aumentare la difficoltà della partita.

Infine, nella parte inferiore della scheda, troviamo delle regole aggiuntive che verranno applicate solo con questa Nemesi.

Dietro la plancia invece troveremo la storia della Creatura e la sua preparazione durante il set up di gioco.

 

CARTE ORDINE DI TURNO

Una delle particolarità di questo gioco è che non sapremo mai a chi tocca dopo di noi.

Infatti ad ogni giocatore sarà assegnato un numero e durante il set up formeremo il cosiddetto mazzo del turno, costituito da 4 carte giocatore e 2 carte nemesi.

Questo mazzo verrà mescolato e turno dopo turno sveleremo una carta per determinare chi sarà il giocatore attivo.

Questo serve per trasporre sul tavolo il caos e la confusione che si genera in campo durante una battaglia o una guerra.

 

REGOLAMENTO

Una partita ad Aeon’s End dura un numero indefinito di Round. La partita è vinta se il mazzo nemesi è finito e non ci sono più carte Nemesi del tipo potere e seguace in gioco (le vedremo in maniera più approfondita tra poco) o i punti vita della Nemesi sono a zero. I giocatori invece perderanno se i punti vita di Gravehold scendono a zero o se tutti i personaggi in gioco rimangono senza vite.

Prima dell’inizio di ogni turno si dovrà svelare la prima carta del mazzo Ordine di Turno per vedere a chi tocca. Potrà essere il turno di uno dei giocatori o della nemesi.

 

Turno dei giocatori

Se tocca ad uno dei giocatori, il suo turno sarà diviso nelle seguenti 3 fasi:

  • FASE INCANTESIMI
  • FASE PRINCIPALE
  • FASE DI PESCA

Vediamo queste fasi più da vicino.

 

  • Fase 1: Fase Incantesimi

In questa prima fase, il giocatore potrà o dovrà lanciare gli incantesimi precedentemente preparati sulle proprie brecce.

Se è stato preparato su di una breccia aperta, il giocatore potrà decidere di non usarlo e tenerselo per i turni successivi. Se invece è stato preparato su una braccia non ancora aperta, perchè magari già occupata o sprovvisto, il giocatore sarà OBBLIGATO  a lanciare l’incantesimo e quindi ad usarlo.

Non appena gli incantesimi vengono lanciati, scartate la relativa carta nel mazzo degli scarti.

Gli incantesimi serviranno per avere dei bonus e/o per infliggere danni alla nemesi stessa o ai suoi seguaci.

Attenzione che ogni carta incantesimo (se non diversamente specificato) può colpire un solo bersaglio.

 

  • Fase 2: Fase Principale

Durante questa fase il giocatore di turno potrà effettuare le azione qui sotto descritte. Potrà ripeterle anche più volte ed eseguirle nell’ordine che preferisce.

Le azioni disponibili sono:

GIOCARE UNA CARTA GEMMA O RELIQUIA

Quando si giocano questo tipo di carte dalla propria mano, le si posizionano momentaneamente davanti a sé. Queste carte danno generalmente dei bonus da usare e dell’etere, che altro non è che la moneta del gioco, utile per caricarsi o acquistare nuove carte dal mercato da aggiungere nel proprio mazzo (come vedremo tra pochissimo).

 

OTTENERE UNA CARTA

All’inizio della partita verrà formato un mercato con 9 tipi di carte disponibili all’acquisto in più copie. Ci saranno 4 tipi di Incantesimo, 2 tipi di Reliquie e 3 tipi di Gemme. Il giocatore può spendere L’etere guadagnato in questo turno per acquistare una nuova carta che andrà posizionata direttamente ed immediatamente nella pila degli scarti del giocatore.

 

OTTENERE UNA CARICA

Il giocatore può spendere 2 di Etere per prendere un segnalino carica e posizionarla sul proprio tracciato che troviamo nella parte inferiore della plancia giocatore. Come detto in precedenza, servirà per utilizzare il proprio potere speciale. Sarà utilizzabile solo quando il giocatore sarà completamente carico e una volta attivato l’effetto, dovrà scartare tutti i segnalini carica.

 

STABILIZZARE UNA BRECCIA

Il giocatore può stabilizzare una delle sue brecce ancora chiuse. Per farlo sceglierà quale stabilizzare, ne pagherà il costo in etere di stabilizzazione (scritto all’interno della freccia) e ruoterà la tessera breccia di 90° in senso orario. Questo, come vedremo tra poco, permetterà di abbassare il costo di apertura della breccia stessa e permetterà di poter preparare un incantesimo anche su quella breccia, anche se ancora chiusa.

É possibile stabilizzare più volte e più brecce.

 

APRIRE UNA BRECCIA

Il giocatore può aprire una delle sue brecce (per poter preparare più incantesimi alla volta) pagando il costo in Etere pari a quello scritto sul lato superiore della relativa breccia. Attenzione che più ruoterete la tessera (stabilizzandola) e più  ne abbasserete il costo.

Aprire le brecce 3 e 4, permetterà di aumentare di 1 i danni inflitti dagli incantesimi che prepareremo su di esse.

 

PREPARARE UN INCANTESIMO

Con questa azione possiamo prendere un incantesimo dalla nostra mano e prepararlo, in modo da poterlo usare in uno dei prossimi turni.

Possiamo prepararlo su una breccia aperta ancora disponibile (cioè senza incantesimi) o su una braccia che abbiamo appena stabilizzato in questo turno.

Vi ricordo che preparare un incantesimo su una breccia ancora chiusa vi obbligherà ad usarlo nel prossimo turno (fase incantesimi).

 

APPLICARE UN EFFETTO “FINCHÉ PREPARATO”

Alcuni incantesimi hanno degli effetti con la dicitura finchè preparato: Significa che finché l’incantesimo si trova su di una breccia, sarà possibile applicarlo.

 

APPLICARE UN EFFETTO “PER SCARTARE”

Alcune carte Nemesi (che vedremo tra poco) hanno degli effetti negativi che si potranno disinnescare se scartiamo determinate cose. Possiamo scartarle con questa azione, in modo da poter scartare la relativa carta nemesi in modo da non applicarne l’effetto (malus).

 

Dopo aver finito le azioni principali, è il momento della fase di pesca.

 

  • Fase 3: Fase di Pesca

Per prima cosa tutte le carte Gemma e Reliquie giocate vanno scartate, posizionandole nella propria pila degli scarti nell’ordine che più si preferisce.

Questo perchè il proprio mazzo NON SARÀ MAI MESCOLATO!

Le carte non giocate e che quindi sono rimaste in mano, non verranno scartate ma conservate. Pescate dal vostro mazzo di pesca fino a tornare a 5 carte. Eventuale Etere non speso verrà perso in questo momento.

Se il mazzo di pesca è terminato, prendete gli scarti, NON MESCOLATELI, capovolgete il mazzo di dorso e continuate a pescare.

L’ordine deve rimanere invariato, in questo modo potrete pianificare il modo in cui vi arriveranno le carte!

 

Turno della Nemesi

Se la carta turno rivelata invece mostra l’immagine della nemesi, sarà il suo turno. Il suo turno è diviso in due fasi:

  • FASE PRINCIPALE
  • FASE DI PESCA

Fase Principale

A cominciare dalla carta più “vecchia” si attivano le carte nemesi in gioco.

Nel mazzo nemesi ci sono 3 tipi di carte:

  • SEGUACI: Sono creature più piccole, con punti vita da sconfiggere. Ogni volta che si attiva la nemesi, se non sono state sconfitte nel frattempo, attiveranno il loro malus (generalmente danni ai giocatori o direttamente alla città di Gravehold).
  • ATTACCHI: Queste carte hanno effetti istantanei e poi vanno scartate. Gli effetti possono scatenare la nemesi, infliggere danni ai giocatori o alla città stessa e far scartare carte o peggio incantesimi preparati. Questa carta può essere solo pescata nella seconda fase del turno visto che una volta applicatone l’effetto andrà scartata.
  • POTERE: Queste carte hanno degli effetti che si attivano dopo un prestabilito numero di attivazioni. I giocatori possono disinnescare queste carte scartando ciò che viene richiesto prima che passi il numero di turni stabilito (potere x). Una volta attivata, verrà poi scartata.

Dopo aver attivato tutte le carte in gioco è il momento della seconda fase del turno.

 

Fase di Pesca

Ora si pescherà una carta dal mazzo nemesi e se è un attacco, si risolverà subito  altrimenti la si posizionerà al centro del tavolo assieme alle altre carte nemesi in gioco.

Se le carte hanno un effetto IMMEDIATO si risolverà subito, se invece hanno un effetto PERMANTE, verrà risolto durante la fase principale della nemesi, quindi durante la prossima attivazione.

 

GIOCATORI ESAUSTI

Quando un giocatore perde il suo ultimo punto vita, non è eliminato ma continuerà a giocare.

Per prima cosa si attiverà due volte l’effetto SCATENARE della creatura, poi dovrà distruggere una delle sue brecce, scartando eventualmente il relativo incantesimo preparato e poi dovrà scartare tutti i segnalini carica dal suo tracciato.

Da ora non potrà più guadagnare punti vita e nel caso subisse danni, questi saranno raddoppiati e riversati direttamente sulla città di Gravehold.

Se tutti i giocatori diventassero esausti, perderebbero immediatamente la partita.

 

FINE DEL ROUND E FINE DEL GIOCO

Si continua a giocare così finché non si verifica la vittoria o la sconfitta dei giocatori.

Quando il mazzo ordine di turno si esaurisce, prendete gli scarti, rimescolateli e formate così un nuovo ordine.

I giocatori vincono se sconfiggono la nemesi o se il mazzo nemesi termina e non ci sono più sue carte in gioco.

Se invece tutti i giocatori sono esausti o la città arriva a zero punti, perdono la partita.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Aeon’s End è un gioco che uscì per la prima volta nel 2016 e non fu mai localizzato in Italia.

Ora finalmente Ghenos l’ha tradotto e per fortuna!

Questo titolo prende la meccanica del deck building e la modifica per renderla più fresca ma soprattutto più gestibile.

Sapete quanto mi piaccia questa meccanica ma uno dei punti a sfavore per alcuni è aleatorietà data dal mescolare il mazzo, non potendo quindi prevedere l’ordine di uscita delle carte.

Qui, il fatto che non mescoleremo mai il mazzo va a risolvere questo “problema”, potendo quindi scartare le carte nell’ordine che preferiamo e andando a creare cosi letteralmente le combo che preferiamo.

Questa cosa nel gioco si sente e fa davvero la differenza.

Se da un lato questo va a togliere il fattore fortuna, dall’altro il mazzo casuale dell’ordine del turno è un’altra trovata davvero interessante che però aumenta la casualità del gioco che era stata tolta.

Infatti il non sapere a chi toccherà dopo di noi, non ci permetterà di creare una sinergia tra gli altri giocatori, o meglio ci si proverà sperando che il fato ci sia a favore.

Magari io vorrei preparare degli incantesimi forti per poi farli lanciare da un altro giocatore perchè magari la sua abilità permette di raddoppiarne i danni ma se l’ordine di turno non lo permette e un rischio che ci si dovrà prendere.  Questo però anche il bello del gioco, che lo rende dinamico e sempre diverso, costringendo i giocatori a modificare la propria strategia turno dopo turno, altrimenti a mio parere sarebbe diventato un gioco troppo calcoloso.

Un’ altra cosa che mi è piaciuta è il come la nemesi cresca durante il gioco, sferrando attacchi sempre più potenti, in modo da tenere costante il livello di sfida, e come siano diversificate le une dalle altre.

Ho trovato che in solitario il gioco sia un po’ più facile perchè prepari gli incantesimi e poi generalmente riesci anche a lanciarli il turno dopo senza dover aspettare che tutti gli altri abbiano giocato, subendo così meno interferenze da parte della nemesi.

Davvero un gioco che è semplice nelle regole, quindi adatto a tutti ma che tiene un livello di sfida sempre elevato ed una tensione costante. Bello poi anche il fatto di poter modulare la difficoltà a piacimento, fortificando la nemesi, aggiungendo piccole regole extra o partendo con più punti vita.

Le prime partite probabilmente soccomberete ma quando troverete la giusta strategia (aprite subito le brecce!) il livello di sfida sarà davvero interessante.

Davvero un bel bel gioco, super consigliato!

Se il gioco vi interessa e lo volete acquistare, potete cliccare qui. Così facendo ci aiuterete a sostenere il nostro lavoro, il nostro progetto e la nostra passione. Grazie!

Il gioco puoi trovarlo nel nostro store online di fiducia Magicmerchant.it

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it
Continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

2 risposte a “AEON’S END: Uno Dei Migliori Giochi Da Tavolo Finalmente Parla Italiano!”

  1. […] Se volete approfondire, cliccando qui troverete la nostra recensione completa del gioco. […]

  2. […] Cliccando qui troverai la nostra recensione completa del gioco. […]

Available for Amazon Prime