QUARTO: Un Gioiellino Che Tutti Dovrebbero Conoscere

Quarto, un gioco cattivissimo, dove se perdi è unicamente colpa tua!
2 sole regole che ti terranno incollato al tavolo partita dopo partita.

PANORAMICA GENERALE

Oggi riscopriamo un gioco del 1991 e che non è invecchiato di un anno.

Fresco, veloce,  profondo e geniale.

Una base, 16 pezzi e un unica regola cattivissima: Se l’avversario vince è solo colpa tua!

Un gioco astratto che tutti dovrebbero provare almeno una volta.

MATERIALI

  • Il piano di gioco
  • 16 pezzi in legno
  • 1 Sacchettino per contenere i pezzi in legno
  • Il regolamento

La versione di cui vi parlerò oggi è la versione mini, compatta e giocabile ovunque.

I pezzi, così come il piano di gioco, sono in legno il che rende tutto elegante e piacevole alla vista.

Quasi un piccolo pezzo d’arredo.

I PEZZI

I pezzi sono l’anima del gioco.

Ogni pezzo ha quattro caratteristiche:

  • Sono CHIARI o SCURI
  • Sono ROTONDI o QUADRATI
  • Sono ALTI o BASSI
  • Sono PIENI o VUOTI

 

SCOPO DEL GIOCO

Lo scopo del gioco è allineare in verticale, orizzontale o in diagonale 4 pezzi che abbiano la stessa caratteristica.

 

REGOLAMENTO

Si sceglie casualmente un primo giocatore.

Quest’ultimo sceglierà un pezzo e lo passerà al suo avversario che dovrà piazzarlo sul piano di gioco, in una delle caselle vuote.

Una volta posizionato, l’avversario sceglierà un nuovo pezzo dalla riserva e ce lo passerà: toccherà ora a noi piazzarlo sul piano di gioco.

Si continua così finché qualcuno non riesce ad allineare 4 pezzi con una caratteristica in comune.

Appena si riesce nell’intento il giocatore dovrà dichiarare QUARTO!

Il giocatore ha allineato quattro pezzi rotondi.

Se non lo fa e passa inavvertitamente il pezzo da piazzare all’avversario, allora lo sfidante potrà dichiarare lui stesso QUARTO! soffiandogli la vittoria da sotto il naso.

La partita potrebbe finire in parità se viene piazzato il sedicesimo pezzo e lo scopo del gioco non è stato raggiunto da nessuno ma questo a me dopo tante partite non è mai successo.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Quarto è un gioco semplicissimo ma allo stesso tempo affascinante.

Il dover passare il pezzo all’avversario e quindi poter dare  sbadatamente il pezzo “vincente” mette un pathos al gioco non indifferente.

Alle prime partite sarà difficile tener traccia di tutte le caratteristiche dei pezzi, se l’avversario ha più esperienza quasi sicuramente vi batterà…. ma già alla seconda partita la curva d’apprendimento si impenna e basta poco per poter gestire la profondità del gioco.

Un gioco elegante sia nei materiali che nelle meccaniche.

Dura dai 10 ai 20 minuti massimo, se poi si vuole mettere anche del pepe in più c’è la modalità torneo, dove ogni turno può durare massimo 60 secondi.

All’inizio della partita il piano di gioco non da problemi ma già alla terza/quarta mossa è cruciale scegliere dove posizionare i pezzi e come distribuire le caratteristiche.

Quarto è il classico gioco dove bisogna pensare 2/3 mosse in avanti ma soprattutto non bisogna fregarsi con le proprie mani.

Io non amo particolarmente gli astratti ma da quando ho provato Quarto per la prima volta è stato amore a prima vista!

Il gioco potete trovarlo nel nostro store online di fiducia Magicmerchant.it

QUARTO

0.00
8.7

Voto

8.7/10

Pros

  • Semplice da spiegare
  • Profondo e coinvolgente
  • Materiali ottimi

Cons

  • Downtime se l'avversario è affetto da paralisi d'analisi

Commenti


immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.