Guilds of Ravnica Guild Kits di Magic the Gathering

Cinque mazzi tematici che rievocano le prime cinque gilde del Piano di Ravnica. Quale gilda sceglierete?

Cavalanco l’entusiasmo di Gilde di Ravnica, il 2 Novembre 2017 la Wizard ha rilasciato il Guilds of Ravnica Guild Kits. Si tratta di cinque mazzi tematici dedicati alle cinque gilde apparse nell’ultima espansione di Ravnica. I cinque mazzi sono composti da 60 carte ciascuno, inoltre ogni deck possiede il logo della propria gilda (di conseguenza, questa è il primo set di Magic composto da cinque loghi differenti). Tutte le carte di Guilds of Ravnica Guild Kits sono originarie del piano di Ravnica, in poche parole provengono dall’espansioni: Ravnica: Città delle Gilde, Patto delle Gilde, Discordia, Ritorno a Ravnica, Irruzione, Labirinto del Drago e Gilde di Ravnica.
Si tratta, quindi, di un’espansione di ristampe. Sono mantenute la maggior parte delle illustrazioni originali, le uniche novità le vediamo per cinque creature leggendarie (Etrata, la Silenziatrice, Niv-Mizzet, il Mentefiamma, Izoni, dai Mille Occhi, Aurelia, la Condottiera e Trostani, Voce di Selesnya). Per le terre base vengono riprese le stesse rilasciate nel Ravnica Weekend. Inoltre, le carte ristampe non provenienti da Gilde di Ravnica non sono legali in Standard. Diamo un’occhiata ai cinque deck tematici.

Selesnya Deck

L’accoppiata bianco-verde di Selesnya è sinonimo di pedina. Di fatti, ci troviamo davanti ad un deck che spedina sfruttando le tipiche abilità Convocazione e Popola. Per gli spedinatori abbiamo le doppie copie di: Evangelista di Selesnya, Mago della Gilda di Selesnya e Spargere i Semi. Sono carte basilari, che nel deck costituiscono la base della meccanica. A spedinare ciccioni ci pensano Wurm dell’Armata e Venuta del Wurm. A dare manforte allo sciame ci pensano: Trostani, Voce di Selesnya, Tolsimir Sanguelupo, Lossodonte Venerato e Ranghi in Crescita. Ma non ci limitiamo a creare pedine, ci sono carte versatili da Stompy. Possiamo notare: Gerarca Lossodonte, Centauro Guaritore (entrambe con un buon corpo, fanno guadagnare punti vita), Abbondanza di Potere, Raccogliere il Coraggio (entrambi pump per creature), Talismano di Selesnya (una magia versatile) Cameratismo (la perfezione in un deck sciame) e Posizione Privilegiata (per proteggere i permanenti). Per il resto, abbiamo removal e carte da disturbo come: Sguardo di Sottomissione, L’Ora dei Conti, Tribunale del Conclave, Luce Divoratrice e Crescita Dilaniante. Provate questo deck se amate battere l’avversario con la superiorità numerica.

Boros Deck

Molti giocatori sono legati alla gilda Boros, perché ha dato concreta spina dorsale all’accoppiata bianco-rossa. Si tratta di un deck aggro che sfrutta principalmente le meccaniche Battaglione e Mentore, mentre solo una carta possiede l’abilità Radianza. Le venticinque creature si dividono in grandi filoni: weenie e big creature. Tra le weenie notiamo: Legionaria Cavaliera dei Cieli, Goblin Delirante (entrambi per fare danni evasivi), Lamalesta Boros, Elite Boros, Vendicatrice Lamalesta (che creature con Doppio Attacco, che se potenziate diventano abbastanza incisive), Mago della Gilda di Sol-Dimora, Temerario di Sol-Dimora, Lealista della Legione e Capoguerra della Legione (carte che potenziano e supportano le creature weenie). Per le creature big vi segnalo: Censore Boros, Truppe Scintilla (creature che riescono a fare sempre danni diretti), Vendicatrice Chioma di Fuoco, Luce della Legione, Angelo Chioma di Fuoco, Razia, Arcangelo Boros e Aurelia, la Condottiera (un’ondata di angeli versatili ed evasivi, tutti rivolti a supportare l’esercito). Il resto delle carte si divide in: removal (Spirale Fulminante e Fiamma Radiosa) e utilità varie (tra cui: Maestro di Tattiche, Talismano Boros, Runachiave Boros e Sol-Dimora, Rocca della Legione). Deck consigliato agli amanti degli aggro.

Izzet Deck

Anche la gilda Izzet è molto amata tra i giocatori, visto che ci ha donato devastanti combinazioni per l’accoppiata blu-rosso. Questo deck è un control (con tendenze Storm, anche se l’abilità non è presente) che sfrutta le abilità della gilda: Replicare, Sovraccarico e Carica d’Avvio. Le creature si dividono in tre filoni: creature che si potenziano giocando istantanei e stregonerie (Dragonauti in Miniatura, Ciclope Imprevedibile e Draghetto Crepitante), creature che interagiscono con istantanei e stregonerie (Cecchino, Campo Elettrostatico, Gelettrodo, Mago della Gilda di Nivix, Elettromante Goblin e Tibor e Lumia) e creaturoni volanti (Genio Illuminato, Drago Ipersonico e Niv-Mizzet, il Mentefiamma). Il resto delle magie si divide in: spari/removal (Ardere, Elettrolisi, Mortai di Mizzium, Saetta del Faro, Elettroinganno, Piromatici e Corrente Continua), peschini (Vortice Cerebrale, Idea Rivoluzionaria e Intuizione della Chimimaga) e utilità di ogni genere (le migliori sono: Invocare il Mentefiamma, Ricerca del Mentefiamma e Talismano Izzet). Prendete in considerazione il deck se amate controllare l’avversario con un’ondata di magie.

Dimir Deck

Il sotterfugio è la base della casata Dimir. Non è un caso che gli sono stati abbinati i colori blu-nero! Il deck è un control che tende a scartare e macinare le carte aversarie sfruttando le abilità: Trasmutare, Cifrare e Sorveglia. La maggior parte delle creature sono evasive, inoltre possiedono tante abilità di utilità ed opposizione. Tra le più interessanti, vi segnalo: Orrore di Dinrova, Mago della Gilda Dimir, Falange degli Inferi, Aberrazione Distruttiva, Agente Sanguinario, Mutaforma Dimir, Spettro Velo Notturno, Szadek, Signore dei Segreti, Mirko Vosk, Suggimente, Circu, Lobotomista Dimir, Etrata, la Silenziatrice e Lazav, Genio Dimir (da notare che ci sono ben cinque creature leggendarie). Il resto delle magie si dividono in: counter (come Fendente Sdegnoso e Sincopare), magie d’utilità (come Cogliere l’Inconcepibile, Identità Rubata, Talismano Dimir e Istruzioni della Missione), removal e ritardanti (tra cui: Prezzo della Celebrità, Ultimo Sospiro e Brandelli della Notte). Prendete in considerazione il deck se amate controllare l’avversario su tutti i fronti.

Goldari Deck

La gilda Golgari (accoppiata nero-verde), con il passare del tempo, ha dato supporto a molti archetipi che giocano di cimitero. Il deck sfrutta le tipiche abilità della gilda: Mangiacarogne, Crescita Sotterranea e Dragare. C’è da specificare che per bilanciare l’abilità Dragare hanno inserito carte sicuramente utili, ma comunque dalla potenza contenuta (eh no, niente Troll della Tomba Golgari ^_^). Le creature, che interagiscono tutte con il cimitero, vi segnalo: Sciamano Letalmago (nonostante i ban in Legacy e Modern, è comunque utile per il Commander e Vintage), Troll Lotleth, Troll dell’Ossario (entrambi diventano davvero grandi), Demonietto di Brassicacea, Sciamana delle Lumispore (buone entrambe per riempire i cimiteri), Ragno della Covata (per giocare pià permanenti in un colpo solo), Sorelle di Pietramorte, Savra, Regina dei Golgari, Izoni, dai Mille Occhi e Jarad, Signore dei Lich Golgari (le leggendarie tuttofare del deck). Il resto delle magie abbiamo: removal (come Deterioramento Improvviso, Sguardo di Granito, Esplosione Oscura e Putrificare), reanimator (Canto di Pontemorto e Vigor Mortis) e magie d’utilità (come: Talismano Golgari, Stato//Statua e Ritrovamento Prezioso). Prendete in considerazione il deck se amate giocare midrange e interagire con il cimitero.

Avrete sicuramente intuito che i Guild Kits sono deck rivolti ad un pubblico di principianti, ma per fortuna il livello non è così bassilare. La base per iniziare a giocare è abbastanza valida, ci sono carte molto interessanti da recuperare. Peccato che sia tutto in mono-copia… Personalmente, se dovessi scegliere un deck punterei sul Golgari Deck che è il mazzo che mi ha più colpito sia per le carte che per la tematica. Invece, quello che mi ha deluso è il Boros Deck: d’amante della gilda, ammetto che mi aspettavo qualcosa di più. Per il resto, prendere in considerazione i Guilds of Ravnica Guild Kits se ampliare la vostra avventura nel piano di Ravnica. Vi ricordo che i deck sono disponibili in anche in lingua italiana, venduti al prezzo 17€ circa.

6.5

VOTO

6.5/10

Pros

  • Prodotto rivolto ai giocatori novizi che vogliono ampliare lo spirito di gioco;
  • I cinque mazzi sono tutti diversi, dalle tematiche originali;
  • Possibilità di recuperare carte molto utili nel competitivo;
  • L'ambientazione di Ravnica viene rievocata fedelmente.

Cons

  • I giocatori esperti possono evitare il prodotto;
  • Le troppe mono-copie rende l'esperienza di gioco casuale.

Commenti


immagine-profilo

Marco Grande Arbitro

Fondatore e caporedattore del blog nerd/geek/pop GiocoMagazzino. Blogger (da 12 anni), podcaster e youtuber. Sono un appassionato di giochi da tavolo, in particolare prediligo i giochi di carte. Una passione iniziata, e che continua, con Magic the Gathering! Per il resto, sono laureato in Scienze dell'Educazione (educatore professionale). Sono un collezionista di Funko Pop, adoro il cinema e la buona musica.

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
[Video Tutorial] Flick ‘em Up: Dead of Winter, il crossover definitivo

Chi avrebbe mai pensato di poter combinare un gioco western con un horror sugli zombie?

Chiudi