Recensione Strade di inchiostro (Railroad ink): Da quanto tempo non vi divertivate a disegnare?

Strade di inchiostro è l’ennesimo esponente dell’invasione di giochi roll and write (in questo caso roll and draw) che è arrivata sui nostri tavoli negli ultimi mesi.

Autori: Hjalmar Hach Lorenzo Silva
Artista: Marta Tranquilli
Un gioco Horrible Games
Edito in Italia da  Ghenos Games
Da 1 a 6 giocatori (12 con entrambe le scatole)
Tempo di gioco  20-30 minuti
Età 8+

Premessa

Le strade di inchiostro è un puzzle game competitivo adatto a tutta la famiglia e a ogni tipo di giocatore. Si gioca lanciando i dadi e disegnando i percorsi per creare reti di strade e ferrovie nel tentativo di connettere le uscite e ottenere più punti possibile alla fine della partita.

Componenti

4 Dadi percorso

2 Dadi lava + 2 dadi meteora (scatola rossa)

2 Dadi Fiume + 2 dadi Lago (scatola blu)

6 Schede

6 Pennarelli

1 Regolamento

I 4 dadi percorso sono suddivisi in 3 dadi rappresentanti strade e ferrovie e 1 dado con stazioni e cavalcavia.

Il gioco

Ogni giocatore riceve una scheda ed un pennarello, quindi vengono lanciati i 4 dadi percorso. Il risultato dei dadi è utilizzato da tutti i partecipanti che dovranno disegnare contemporaneamente sulle proprie schede i percorsi seguendo alcune semplici regole:

  • Ogni percorso deve essere connesso o ad un’uscita (rappresentata da una freccia rivolta verso il bordo della scheda) o ad un altro percorso esistente
  • Non è possibile connettere direttamente strade e ferrovie se non utilizzando le stazioni
  • In ogni turno si deve, se possibile, disegnare ogni percorso mostrato dai dadi.

Nella parte alta della plancia giocatore sono rappresentati 6 percorsi speciali non presenti sui dadi.
Questi sono dei bonus utilizzabili una volta per round per un massimo di 3 round, per aiutarti a connettere tra loro reti differenti. Una volta usato un percorso speciale va cancellato e quindi non si può usare più di una volta a partita.

Quando tutti hanno disegnato i propri percorsi il turno finisce e si lanciano i dadi di nuovo. Questo per 7 turni, quindi il gioco termina e si procede al conteggio dei punti.

Calcolo del punteggio

Si guadagnano punti in 4 modi diversi:

  • Connettere le uscite è il modo principale per ottenere punti e vincere le partite. Ogni gruppo di uscite connesse tramite la medesima rete di percorsi vale un numero di punti crescente (2 uscite 4 punti, 3 uscite 8 punti, 4 uscite 12 punti e cosi via fino ad un massimo di 12 uscite che valgono 45 punti)
  • La strada più lunga realizzata vale un punto per ogni casella
  • Allo stesso modo la ferrovia più lunga vale un punto per ogni casella
  • Le 9 caselle centrali della plancia valgono un punto per ognuna che è stata disegnata

Sommati tutti i punti bisogna sottrarre i punti negativi dati dagli errori, cioè ogni percorso incompleto che non si connette a qualsiasi altro o al bordo della scheda. Si perde un punto per ogni errore.

A questo punto si decreta il vincitore, in caso di parità vince chi ha fatto meno errori, se anche gli errori sono pari la vittoria va condivisa.

Quello sopra descritto è il gioco base presente in entrambe le scatole a cui si possono aggiungere una delle 2 espansioni presente in ogni variante di scatola (blu o rossa), ognuna aggiunge 2 dadi da tirare assieme ai 4 base e riduce i turni della partita a 6; andiamo ad esaminarle.

Nella scatola blu (edizione blu profondo) sono presenti le espansioni:

  • Lago: aiuta a creare reti più grandi perché le reti connesse ai moli di uno stesso lago sono considerate connesse tra loro e aggiunge un punteggio per il lago più piccolo.
  • Fiume: conta come un nuovo tipo di percorso dando un punteggio per il fiume più lungo e un bonus di 3 punti se questo è connesso con entrambe le estremità al bordo della plancia

Nella scatola rossa (edizione rosso fiammante) sono invece presenti:

  • Lava: che aggiunge 1 o più vulcani che eruttano lava ad ogni turno. Ogni lago lava chiuso a fine partita varrà 5 punti a cui vanno aggiunti 1 punto per ogni casella del lago più grande
  • Meteora: che partendo dal centro si sposterà seguendo le indicazioni dei dadi distruggendo i percorsi che incontra e lasciando dei crateri che daranno 2 punti bonus per ogni percorso connesso ad essi.

Se intendete scegliere una scatola sola, a mio parere le varianti della scatola rossa introducono meccaniche più interessanti.

Considerazioni finali

Strade di inchiostro risulta essere un gioco abbastanza semplice da imparare, bastano un paio di partite ma piuttosto profondo. Disegnare è una variante divertente e abbastanza inusuale nel gameplay dei giochi da tavolo e il titolo, grazie anche a materiali ottimi (splendidi i disegni di Marta Tranquilli sul retro delle plance che affiancati vanno a comporre un lungo quadro) si presenta molto bene sui nostri tavoli.

La rigiocabilità è ottima grazie anche alle varianti permesse dalle espansioni, così come la scalabilità (potenzialmente infinita grazie alla versione print and play delle plance) e la portabilità.

Giocabile anche da giocatori più casual, propone una sfida interessante anche per i più esperti.

Provatelo, vi ritroverete a fare una partita dietro l’altra fino ad avere tutte le dita scarabocchiate di nero come ai tempi della scuola.

Potete preordinare qui la vostra copia del gioco: Magicmerchant.it

Strade di inchiostro

7.5

Voto

7.5/10

Pros

  • Confezione compatta e materiali ottimi
  • Giocabilità divertente ed inusuale
  • Rigiocabilità elevata

Cons

  • Ergonomia non eccezionale all'aumentare del numero di giocatori
  • Il costo per avere tutte 4 le espansioni un po' eccessivo
  • Nessuna interazione tra giocatori (escluse le preghiere per tirare l’incrocio giusto)

Commenti


immagine-profilo

Cristian "Papà Nerd" Busato

Sono un papà del ’73, appassionato fin da piccolo di tutto ciò che oggi si definisce cultura Nerd, fumetti, videogiochi, serie tv, cinema e ovviamente giochi da tavolo. La passione per i boardgame è cominciata molti anni fa, come molti di noi partendo dal Monopoli e Risiko, per poi scoprire durante l’università il mondo dei giochi alla tedesca e i gdr. Perso il gruppo di amici giocatori, la passione si era raffreddata per qualche anno per poi riesplodere recentemente, ritrovando un modo fantastico per riunire prima la famiglia e poi i vecchi amici attorno allo stesso tavolo. Oggi trascorro serate bellissime con moglie e figli giocando a Pandemic Legacy oppure con birra, amici e Nome In Codice. Buon Gioco a tutti.

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Recensione Warhammer 40,000: Heroes of Black Reach

Immergesi nell'universo di Warhammer 40,000, senza svenarsi in miniature o senza dover dipingerle? Tutto possibile con il gioco da tavolo...

Chiudi