POCKET DETECTIVE: Un’Avventura Investigativa Super Compatta (NO SPOILER)

All’università c’è stato un omicidio! Toccherà a noi sbrogliare la matassa e velocemente se vogliamo catturare il colpevole prima che sia troppo tardi! Interrogatori, prove da raccogliere e difficili scelte da fare… il tutto contro il tempo che scorre inesorabile.

PANORAMICA GENERALE

E’ mattina presto, il nostro cellulare suona.

All’università c’è stato un omicidio! Toccherà a noi sbrogliare la matassa e velocemente se vogliamo catturare il colpevole prima che sia troppo tardi!

Pocket detective, ultima uscita targata Cranio Creations, è un gioco per 1-6 giocatori, nato dalla mente di Yury Yamshchikov, dalla durata di 60 minuti circa.

Un gioco one shot che vi catapulterà nelle atmosfere investigative, interrogatori, prove da esaminare e difficili scelte da fare… il tutto contro il tempo che scorre inesorabile.

Riusciremo a risolvere il caso?

 

PREPARAZIONE

Il gioco non ha un regolamento, lo si apre e lo si gioca.

Tutto verrà spiegato man mano che il gioco avanza.

Si leggerà come funziona, come disporre le carte e quale sarà il ruolo fondamentale del tempo.

Ogni carta potrà riportare un numero variabile di orologi, segneranno il tempo che passa… più ne avrete e più il punteggio sarà basso.

Oltre a quelli ci saranno delle Tensioni, contrassegnate dalla faccia scontenta. Se abbiamo provocato una tensione ingiustamente il nostro punteggio sarà pesantemente influenzato.

 

REGOLAMENTO

Si partirà con noi che ci rechiamo sulla scena del crimine, velocemente ci verrà illustrata la situazione e ci verranno date alcune piste da seguire.

Toccherà a noi scegliere cosa seguire, cosa approfondire e cosa lasciar perdere.

Alcune carte poi, per essere lette richiederanno un totale di orologi svelati, ad indicare che servirà tempo per poter fare quell’azione.

Dopo aver scelto una pista, ci indicherà quale carta del mazzo leggere, la si cerca e la si legge. Generalmente la nuova carta darà accesso a nuove piste.

Continueremo l’indagine finché non ci sentiremo sicuri della nostra ipotesi. Sarà il momento di affrontare il questionario finale.

Dopo aver risposto ci sarà data la soluzione, calcoleremo il punteggio dato dalle risposte esatte meno eventuali orologi/tensioni e confronteremo il risultato con la tabella finale per vedere il nostro livello.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Il gioco fin da subito mi ha ricordato Sherlock Holmes Consulente Investigativo e Detective per via del tempo.

Il vero punto di forza del gioco però sta nella sua compattezza, una settantina di carte in una scatola davvero piccola e quindi comodissima da portare con sè.

Il caso da risolvere non è difficilissimo ma va anche detto che io e il mio gruppo siamo abbastanza ben allenati con i giochi investigativi, quindi siamo riusciti a scovare facilmente alcuni dettagli e false piste che ci hanno portato sulla giusta strada.

Attenzione che non significa che il gioco sia banale, anzi se non si presta attenzione a tutto potrebbe rivelarsi un osso duro.

L’esperienza è bella intensa, certo magari non immersiva o complessa come i giochi sopracitati ma per la sua compattezza il gioco mira ad essere avvincente più che narrativo.

L’unico piccolo appunto, ma che forse ha riguardato solo la mia scatola, alcune carte erano girate dal lato della soluzione, quindi fate attenzione.

Ad esempio le carte A8 – A9 – A10 che sono la soluzione erano rivolte dal lato errato…fortuna che non abbiamo letto!

Per il resto visto il suo super prezzo contenuto e la bella esperienza di gioco, mi sento caldamente di consigliarvi questo titolo.

Se amate i gialli , gli intrighi e fare scelte difficili, questo gioco farà al caso vostro. Io vi consiglio di prepararvi carta e penna per gli appunti e di separare bene le certa lette con quelle con altre piste ancora da seguire per non perdere il filo logico del gioco e cadere in confusione.

Intuito e deduzione sono le armi vincenti per questo gioco!

Alcuni dei luoghi in gioco. I luoghi sono definiti dai dorsi delle carte.

 

 

POCKET DETECTIVE - Omicidio all'Università

8

Voto

8.0/10
SEGUICI anche su Facebook e Instagram

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.