MÀNDALA: Un Gioco Spirituale Che Però Tirerà Fuori Tutta La Vostra Cattiveria!

La quarantena vi sta stressando? Rilassatevi (ma non troppo) con Mandala, un gioco per 2 giocatori che vi terrà incollati al tavolo fino all’ultima mossa!

PANORAMICA GENERALE

Il Mandala è un antico simbolo rituale.

La sabbia colorata e come si dispone va a creare una mappa simbolica della terra, che poi verrà distrutta in un cerimoniale gettando la sabbia nel fiume, a simboleggiare il ciclo di vita, morte e rinascita.

In questo titolo per 2 giocatori, edito da Look Out Games, si costruiranno e si distruggeranno vari mandala per portare la sabbia colorata nel proprio fiume, cercando di fare più punti possibili.

Gioco di Trevor Benjamin & Brett J. Gilbert. – 2 Giocatori (10+) – 20 minuti circa a partita.

 

MATERIALI

Nella scatola troviamo:

  • 1 Tappetino con l’area di gioco
  • 108 Carte Sabbia Colorata
  • 2 Carte Riepilogative
  • Il Regolamento

I materiali sono molto buoni, le carte resistenti,  i colori ben differenti tra loro e il tappetino è una marcia in più.

L’unico difetto è il formato delle carte.

Per come il gioco è strutturato, è previsto che siano ben mescolate e non è per niente facile essendo piccole e quadrate.

 

SET UP

  • Mettete il tappetino al centro del tavolo, fra i 2 giocatori.
  • Mescolate BENE le carte sabbia e mettetele a faccia in giù accanto all’area di gioco, sarà il mazzo di pesca.
  • Per ciascuno dei due mandala del piano di gioco, girate 2 carte Sabbia e mettetele sulla rispettiva montagna

  • Ciascun giocatore pesca la sua mano iniziale di 6 carte Sabbia.
  • Pescate  2 carte, guardatele e mettetele coperte sullo spazio coppa, l’ultimo quadrato del vostro fiume.
  • Scegliete chi sarà il primo giocatore.

Tutto è pronto per cominciare!

 

LA REGOLA DEI COLORI E DEL MANDALA COMPLETO

Un mandala si dice completo quando sono presenti tutti e 6 i colori.

Come visto in precedenza, ogni mandala è diviso in 3 parti: La montagna e i 2 campi dei giocatori.

Ogni colore, in un mandala, può essere presente solo una volta e solo in una parte.

Ad esempio se ci sono carte rosse nella montagna non le posso giocare anche nel mio campo, stessa cosa vale anche per il mio avversario.

Un esempio di mandala completo

 

REGOLAMENTO

Nel proprio turno si potrà fare solo una di queste 3 azioni:

  • COSTRUIRE LA MONTAGNA E PESCARE
  • COLTIVARE IL CAMPO E NON PESCARE
  • SCARTARE E PESCARE

COSTRUIRE LA MONTAGNA E PESCARE

Scegliendo questa mossa sarà possibile aggiungere 1 CARTA dalla propria mano alla montagna di uno dei 2 mandala, rispettando la regola dei colori.

E possibile aggiungere una carta ad un colore già presente sulla montagna.

Dopo aver fatto questo si pescano fino a 3 carte dal mazzo di pesca, senza però andare oltre al limite di carte consentito.

Il limite è 8.

Non è possibile pescare le 3 carte e scartare quelle in eccesso.

Ad esempio: Se Aggiungo il verde alla montagna e mi rimangono sei carte in mano  pescherò SOLO 2 carte.

Dopo aver fatto questa azione controllate se il mandala è completo.

COLTIVARE I CAMPI E NON PESCARE

Scegliendo questa mossa potrò scartare tutte le carte che voglio dello STESSO COLORE  nel mio campo, di uno dei 2 mandala, sempre rispettando la regola dei colori.

Posso aggiungere carte ad un colore già presente nel mio campo.

Alla fine di questa azione NON pescherò carte dal mazzo.

Dopo aver fatto questo controllate se il mandala è completo.

SCARTARE E PESCARE

Con questa azione è possibile scartare 1 o più carte dello stesso colore e ripescarne altrettante dal mazzo di pesca.

 

CAMPO E MONTAGNA

Quando il mandala sarà completo sarà arrivato il momento di distruggerlo.

Nella montagna ci saranno i colori che si potranno prendere per fare punti.

Il campo serve per vedere chi potrà scegliere per primo i colori dalla montagna.

Chi ha più carte nel campo avrà la priorità.

 

DISTRUGGERE UN MANDALA

Quando in un mandala sono presenti tutti e 6 i colori il gioco si interrompe ed avviene la spartizione dei colori.

Colui che ha più carte nel proprio campo sarà il primo a scegliere quale colore prendersi dalla montagna.

Se il colore è già presente nel suo fiume prenderà tutte e carte del colore scelto e le metterà nella sua coppa.

Se il colore non è presente nel suo fiume piazza una carta (di quelle prese dalla montagna) sullo spazio più libero alla sua sinistra e tutte le altre le andrà a mettere nella coppa.

Si continua alternandosi finché i colori presenti sulla montagna non finiranno.

Scartate tutte le carte dai campi dei giocatori (di quel mandala) e scoprite dal mazzo di pesca 2 nuove carte da mettere sulla montagna del mandala appena distrutto.

ECCEZIONE: se un giocatore non ha nessuna carta nel proprio campo quando un mandala viene completato, quando dovrà scegliere i colori dalla montagna, non potrà collezionarli ma dovrà invece scartarli.

 

IL FIUME

Il fiume indica quanti punti vale ogni colore.

Ogni casella ha un punteggio crescente da 1 a 6.

In base all’ordine in cui i giocatori metteranno i colori, ciascuno avrà un valore diverso.

 

FINE DEL GIOCO

Il gioco può terminare in 2 modi:

  • Se il mazzo di pesca viene esaurito, si rimescola e si continua a giocare finchè il prossimo mandala non sarà completato e distrutto.
  • Se un giocatore posiziona la sua 6° carta nel suo fiume si finisce di distruggere il mandala e poi la partita termina immediatamente

Le carte in mano e quelle rimaste sull’area di gioco vengono tutte scartate.

 

PUNTEGGIO

E’ il momento di rivelare le carte delle coppe.

Come prima cosa bisogna dividere le varie carte in base al loro colore.

Il proprio fiume dirà quanto vale ciascuna carta di quel colore.

Il giocatore con il punteggio più alto vince la partita.

In caso di parità vince chi ha meno carte nella propria coppa.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Ci troviamo di fronte ad un gioco tattico che ho scoperto grazie ai mitici Gioca Giullari!

Il simbolo del mandala mi ha sempre affascinato e non appena trovo un gioco sul tema (ancora poco conosciuto) la mia curiosità inizia a montare.

In questo gioco per 2 giocatori ogni mossa è fondamentale.

Scegliere se spingere per chiudere velocemente un mandala, avendo però poche carte sulla montagna o invece prendere tempo per avere la priorità sulla scelta e magari qualche carta in più da spartirsi è una decisione sempre molto difficile e sofferta, che regala tensione e pathos al gioco.

Dover seguire poi 2 mandala contemporaneamente non è facile, aggiunge un ulteriore (e necessario) strato di tattica.

Il gioco scorre via veloce e le poche regole lo rendono facilissimo da spiegare.

Ci vorrà qualche turno per entrare nel meccanismo e dopo aver distrutto il primo mandala sarà subito chiaro a tutti come funziona il flusso di gioco.

I primi colori che si mettono nella propria coppa durante il set up permettono di aggiungere un incognita, anche per quelli che riescono a tenere a mente tutti i punteggi dell’avversario.

Un bel filler che mi ha davvero sorpreso, poche regole ma una profondità  che non lascia indifferenti.

Una partita  tira l’altra!

[amazon_link asins=’B07WG2NH9T’ template=’ProductAd’ store=’houseofgamesi-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b2531467-9b45-4afe-8642-087aec967ba4′]

MANDALA

8.5

Voto Finale

8.5/10

Pros

  • Poche regole che non rendono però il gioco banale
  • Presenza del tappetino di gioco
  • Gioco tattico che azzera i tempi morti
  • Avvincente fino all'ultima mossa

Cons

  • Carte poco maneggevoli, difficili da mescolare. Se non mescolate bene si potrebbero pescare consecutivamente carte dello stesso colore, inficiando l'esito della partita.

Commenti


immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.