LIVING FOREST: Il Gioco Da Tavolo Che Ti Farà Combattere Con Gli Spiriti Della Foresta (Recensione)

Quattro spiriti della natura sono stati chiamati per proteggere l’albero sacro che sta andando a fuoco a causa delle fiamme del terribile Onibi. Per vincere questa battaglia, con l’aiuto degli spiriti della foresta, pianteremo alberi protettivi, spegneremo le alte fiamme e risveglieremo il Grande guardiano della foresta: Sanki. Scopriamo assieme il nuovo gioco targato Gateongames!

PANORAMICA GENERALE

Quattro spiriti della natura sono stati chiamati per proteggere l’albero sacro che sta andando a fuoco a causa delle fiamme del terribile Onibi.

Per vincere questa battaglia, con l’aiuto degli spiriti della foresta, pianteremo alberi protettivi, spegneremo le alte fiamme e risveglieremo il Grande guardiano della foresta: Sanki.

Gli spiriti però vogliono primeggiare e ottenere il titolo di Gran Protettore.

Living Forest è un gioco competitivo per 2-4 giocatori, ideato da Aske Christiansen, dalla durata di circa 45 minuti a partita ed edito in Italia da GateonGames.

Riusciremo a salvare l’albero sacro? Scopriamolo meglio!

 

MATERIALI

Nella scatola, dalla copertina molto evocativa troviamo:

  • 56 Carte Animale Guardiano Iniziali (14 per giocatore)
  • 23 Carte Varano di Fuoco
  • 51 Carte Guardiano Acquistabili (divisi in livello 1, 2 e 3)
  • 4 Pedine Spirito della Natura
  • 43 Tessere Albero Protettivo (39 alberi + 4 di partenza)
  • 12 Tessere Vittoria (3 per giocatore)
  • 1 Tabellone Cerchio degli Spiriti
  • 1 Plancia Animali Guardiani
  • 1 Plancia Varano di Fuoco
  • 20 Segnalini Frammento (quelli a forma di x)
  • 58 Segnalini Incendio (divini nel valori 2, 3 e 4)
  • 4 Plance Foresta (1 per giocatore, fungono da plancia personale)
  • 1 Pedina Albero Sacro (Primo Giocatore)
  • 2 Portatessere Albero Prottettivo

I materiali sono molti (soprattutto rispetto al prezzo) e sono di ottima qualità.

Le grafiche sono molto belle, evocative e suggestive. Gli animali sono tutti diversi (tranne quelli iniziali) e sono tanti.

Plance e carte sono resistenti, ci sono pure i portatessere alberi che sono molto comodi e una volta montati non devono più essere smontati.

L’unico forse piccolissimo neo è che le basi di 2 pedine sono lasche e si tolgono facilmente, ma forse è solo un problema della mia scatola e comunque tranquillamente trascurabile.

 

LE CARTE ANIMALE GUARDIANO

Ogni carta è diversa e porta con sé diverse informazioni e ci aiuterà nel raggiungere per primi uno dei 3 obiettivi utili per vincere la partita.

Nella parte laterale più a sinistra troveremo gli elementi che l’animale ci darà (e in alcuni casi ci toglierà) per determinare la potenza  delle nostre 2 azioni durante il  turno.

In basso a destra invece troviamo  il simbolo di uno dei giocatori se sono le carte che formano il mazzo iniziale o un sole con una cifra al suo interno, ad indicare il costo di quella carta.

Infine in alto a sinistra ci può essere un pallino nero, bianco o non esserci proprio.

Se è senza simbolo si tratta di un animale neutrale, se è nero invece sarà un animale solitario (solitamente potente ma anche rischioso) ed infine se è bianco è un animale gregario, utile per arginare il rischio di quelli solitari.

 

OBIETTIVO DEL GIOCO

In Living forest vincerà il giocatore che riuscirà a salvare il maestoso Albero Sacro e la foresta che gli sta attorno.

Per farlo avrà 3 modi possibili:

  • Piantare 12 alberi protettivi DIVERSI
  • Raccogliere 12 fiori sacri per risvegliare Sanki, lo spirito della Foresta
  • Spegnere 12 Incendi per scacciare Onibi una volta per tutte

Ad ogni turno gireremo delle carte animali guardiano dal nostro mazzo che ci aiuteranno in questa nostra impresa.

Ogni giocatore Inizia il gioco con le proprie tessere vittoria: Fiamma, Fiore ed Albero.

Queste tessere contano nella somma per raggiungere la rispettiva condizione di vittoria. Quindi i giocatori partiranno con una fiamma, un fiore e 2 alberi (quello della tessera vittoria e quello di partenza già presente sulla propria plancia). Ma state attenti che le tessere vittoria (come vedremo poi) potranno essere rubate!

 

REGOLAMENTO

Ogni turno di gioco si divide in 3 fasi:

  • Animali Guardiani
  • Azioni
  • Fine del Turno

Animali Guardiani

Questa fase viene svolta da tutti i giocatori in contemporanea.

Ciascuno girerà carte dal proprio mazzo in modo da formare la linea di difesa degli Animali Guardiani.

Gli animali che la formano, daranno elementi utili per eseguire le nostre azioni in modo più sempre più potente.

Potranno smettere quando vorranno a girare carte dal loro mazzo per non correre il rischio di depotenziare un determinato elemento (alcune carte nfattii oltre a dare elementi, ne tolgono altri) ma DOVRANNO smettere quando verrà pescata la terza carta animale guardiano Solitario (quelli con il cerchio nero).

In caso il nostro mazzo di pesca finisse, rimescoliamo gli scarti per formare un nuovo mazzo.

Gli animali Gregari (cerchio bianco) neutralizzeranno un animale solitario. Ne annullerà solo il simbolo ma lascerà tutti gli elementi dati da quella carta.

Attenzione che girare la terza carta animale guardiano solitario (non annullata da un gregario) penalizzerà il giocatori durante la seconda fase, quella delle azioni.

Nel mazzo iniziale di partenza ci sono in tutto 5 animali solitari, 9 animali neutrali e 0 gregari.

Quando tutti avranno finito si passa alla prossima fase.

 

Azioni

Durante questa seconda fase, i giocatori faranno il loro turno uno dopo l’altro, a partire dal primo giocatore.

Se la linea di difesa del giocatore attivo mostra MENO di 3 Carte Animale Guardiano solitario (non annullate) allora avrà diritto ad effettuare due azioni principali diverse tra di loro.

Se la linea di difesa del giocatore attivo mostra 3 Carte Animale Guardiano solitario (non annullate) allora potrà effettuare UN’UNICA AZIONE principale.

La potenza delle azioni la si calcola sommando il relativo elemento nelle carte presenti nella propria linea di difesa  e conteggiando anche i vari bonus dati dagli alberi piantati presenti sulla propria plancia personale (foresta).

I diversi tipi di azioni sono:

  • Attirare uno o più guardiani

Sommate il numero di Soli che avete nella linea di difesa e nella vostra plancia e prendete una o più carte animale guardiano dal centro del tavolo per un costo totale pari o inferiore al vostro totale. Le carte così comprate vanno messe sopra al proprio mazzo di pesca e non verranno svelate nuove carte per riempire gli spazi creati con l’acquisto.

 

  • Spegnere un Incendio

Sommate il numero di Gocce che avete nella linea di difesa e nella vostra plancia e prendete 1 o più segnalini incendio dal centro della plancia Cerchio degli spiriti che abbiano un valore totale o inferiore al vostro totale.

Attenzione! Per vincere dovete avere 12  di questi segnalini (conteggiando anche quelli delle tessere vittoria), non è il loro valore a dover essere uguale a dodici.

 

  • Avanzare sul Cerchio Degli Spiriti

Sommato il numero di Spirali che avete nella linea di difesa e sulla vostra plancia. Muovete la vostra pedina di un numero di spazi (sassi) pari o inferiore al vostro totale. Se uno o più spiriti si trovano sul vostro percorso, saltateli senza contare la loro casella. Finito il vostro movimento, rubate una tessera vittoria al giocatore saltato!

Attivate poi il bonus della casella in in cui siete arrivati, potrebbe essere un’azione extra aggiuntiva di un determinato tipo  (che può essere uguale o diversa da quelle principali) o prendere un frammento, i token a forma di x.

Questi token possono essere spesi durante la prima fase per mettere negli scarti l’ultima carta appena girata sulla nostra linea di difesa.

 

  • Piantare Un Albero Protettivo

Sommate il numero di Germogli che avete nella linea di difesa e sulla vostra plancia. Con questa azione potete prendere un SINGOLO albero (tessera) che abbia un costo (espresso in alto a destra) pari o minore al vostro totale.

Collocatelo sulla vostra plancia adiacente in maniera ortogonale ad un vostro albero già presente.

Ogni albero avrà un bonus che avrete fino a fine partita, come avere elementi fissi, poter fare 2 volte la stessa azione ecc ecc…

Inoltre riempiendo determinate caselle, righe o colonne, la plancia darà altri bonus come altri elementi fissi ad ogni turno, azioni gratuite di un determinato tipo o guadagnare frammenti.

Ricordatevi che piantando il dodicesimo albero diverso (conteggiando anche quelli delle tessere vittoria) avrete vinto la partita!

 

  • I Fiori Sacri

Alcune carte riportano un numero variabile di Fiori sacri, così come ce n’è uno nella propria tessera vittoria e 2 se si riempie la riga centrale della propria plancia.

Non c’è nessuna azione legata a questo elemento ma averne 12 o più davanti a sè (linea di difesa, plancia e tessere vittoria) fa vincere la partita!

 

Fine del turno

Quando il giocatore attivo ha fatto le sue due azioni principali ( o azione principale) il turno passa in senso orario. Quando tutti hanno fatto le proprie azioni si eseguono i passi che compongono la terza fase il fine turno.

  • Onibi Attacca!

Se ci sono ancora fiamme sulla plancia Cerchio degli spiriti, sommate come spiegato precedentemente le vostre Gocce. Se il vostro totale è inferiore alla somma dei valori dei segnalini fuoco vi brucerete!

Aggiungete negli scarti dei giocatori bruciati, tante carte Varano di fuoco quanti sono i segnalini incendio. Queste carte sono vuote e contano come animali solitari! L’unico modo per rimetterli nella riserva è scartare un segnalino frammento (e quindi anche la carta) quando viene rivelato durante la prima fase del turno.

 

  • Onibi attacca L’Albero Sacro

Aggiungete sulla plancia Cerchio degli Spiriti tanti segnalini incendio di valore 2 quante sono state le carte comprate della prima riga. Fate la stessa cosa con gli incendi di valore 3 e la seconda riga ed infine gli incendi di valore 4 e la terza riga.

Non ci possono essere più di 7 segnalini incendio e nel caso nessuno avesse comprato carte nel round che si sta concludendo, aggiungente comunque un segnalino dal valore di 2.

 

  • L’arrivo di nuovi Animali Guardiani

Riempite ora gli spazi  vuoti della plancia Carte Animali Guardiani, pescandole dai rispettivi mazzi.

 

  • Migrazione degli Animai Guardiani

Tutte le carte che formano la vostra linea di difesa ora devono essere scartate.

 

  • Passare l’Albero Sacro

Passate l’albero sacro (il segnalino primo giocatore) al giocatore successivo in senso orario.

 

Se nessuno ha raggiunto una delle condizioni di vittoria, un nuovo turno può iniziare!

 

FINE PARTITA

Se qualcuno nel proprio turno (quindi prima della terza fase) raggiunge una delle 3 condizioni di vittoria, il gioco prosegue  con la seconda fase in modo che tutti possano fare lo stesso numero di turni e poi si controlla chi ha vinto.

Se il giocatore è l’unico ad aver raggiunto una delle condizioni di vittoria vince la partita!

Se più giocatori durante quella seconda fase raggiungono  una condizione di vittoria allora si sommeranno tutti i fiori raccolti, tutti gli alberi diversi piantati e tutte le fiamme spente: chi ha il totale più alto vince la partita!

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Che gioiello! Ero curiosissimo di questo gioco, avevo un’aspettativa molto alta e non è stata tradita…anzi!

Partiamo dai materiali che sono una bomba! Sono tantissimi e bellissimi e per costare MENO DI 30 EURO c’è solo da applaudire. Brava Gateongames che ha deciso di mantenere un prezzo più basso rispetto alle versioni estere.

L’unica cosa, è che se imbustate le carte poi non ci stanno più nella scatola perchè è davvero piena, l’unico modo è togliere l’inserto.

Vi innamorerete degli animali, sono tanto belli quanto inquietanti grazie ai loro occhi “spiritati” bianchi ma rimangono comunque affascinanti e ben disegnati.

Passiamo però ora alla meccanica di gioco.

La cosa che mi attirava tantissimo era la possibilità di avere 3 modalità diverse di vincere la partita.

Tutti e 3 i modi sono equilibrati. Ad un primo sguardo l’obiettivo delle fiamme sembra molto facile ma sta a noi bloccarla comprando meno carte o togliendo i fuochi a chi li sta puntando.

Interessante anche il fatto che se più persone raggiungono nello stesso turno la condizione di vittoria si calcoleranno fuochi, fiori e alberi, costringendo i giocatori a giocare comunque su più fronti senza concentrarsi troppo su uno solo.

L’interazione si sente, forse un po’ meno in 2 giocatori. Scavalcarsi infatti sul cerchio di pietre è fondamentale se fatto al momento giusto. Rubare un tessera vittoria ad un avversario può farlo retrocedere o avvicinare noi alla vittoria.

Tutto fila via molto liscio, il gioco è elegante e semplice sia da spiegare che da apprendere.

Il pizzico di azzardo poi nel rivelare le carte aggiunge quel pepe che rende più dinamica ad avvincente la prima parte.

Anche la componente di deckbuilding (costruzione del proprio mazzo) è interessante.

Avrei preferito però che il rischio di bruciarsi fosse più presente, in pratica se ci si brucia è solo colpa o merito (dipende dai punti di vista) degli altri giocatori che hanno scelto di non spegnere le fiamme. Reperire acqua non sarà difficile, soprattutto grazie agli alberi protettivi.

Semplicemente avrei preferito fosse leggermente più punitivo sotto questo aspetto ma collocandolo comunque nel suo target , cioè al pubblico a cui è rivolto il gioco, capisco e comprendo la scelta.

Concludendo vi consiglio spassionatamente questo titolo, sia per i materiali, sia per le regole, sia per il suo costo contenuto (nella prima stampa).

Promosso senza alcun dubbio, uno dei migliori giochi provati quest’anno.

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it
Continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

3 risposte a “LIVING FOREST: Il Gioco Da Tavolo Che Ti Farà Combattere Con Gli Spiriti Della Foresta (Recensione)”

  1. […] Cliccando qui troverete la nostra recensione completa del gioco. […]

  2. […] Cliccando qui potrai leggere la nostra recensione di Living Forest […]

  3. […] Cliccando qui potrete recuperare la recensione del gioco Living Forest. […]

Available for Amazon Prime