BOTANIK: Un Gioco Da Tavolo Per 2 Giocatori Tra Natura e Ruggine (Recensione)

Il pianeta sta soccombendo a causa della ruggine e dei vapori tossici. Un giorno però la ricercatrice Beatrix riesce ad assemblare un macchinario che genera meccanicamente ogni tipo di cibo. Questa macchina potrebbe essere la chiave per la sopravvivenza. Beatrix è stata incaricata di guidare due squadre per sviluppare al meglio il suo progetto….squadre che si fanno prendere la mano dalla competitività, dando così vita ad un vero e proprio testa a testa. Riusciremo ad assemblare il macchinario più efficiente?

PANORAMICA GENERALE

Il pianeta sta soccombendo a causa della ruggine e dei vapori tossici. Un giorno però la ricercatrice Beatrix Bury riesce ad assemblare un macchinario che genera meccanicamente ogni tipo di frutta e verdura.

Questa macchina potrebbe essere la chiave per la sopravvivenza. Beatrix è stata incaricata di guidare due squadre per sviluppare al meglio il suo progetto….squadre che però si fanno prendere la mano dalla competitività, dando così vita ad un vero e proprio testa a testa.

Botanik è un gioco competitivo per due giocatori, ideato da Frank Crittin, Grégoire Largey e Sébastien Pauchon, dalla durata indicativa di 20 minuti a partita e portato qui in Italia grazie ad Asmodee.

Riuscirete ad assemblare il macchinario più efficente? Vediamo come si gioca!

 

MATERIALI

Nella scatolina troviamo:

  • 1 Plancia di gioco chiamata Registro
  • 1 Pedina Meccabot
  • 65 Tessere Macchinario
  • 2 Tessere Sorgente (Tessera iniziale del macchinario)

I materiali sono super curati, le tessere belle spesse, la grafica curata e particolare in stile Steampunk.

Abbiamo anche una pedina Meccabot in 3D che serve per ricordare chi ha iniziato il turno. Poteva essere benissimo un token ma così è decisamente più bello a livello estetico.

Anche la plancia è curata, dietro è stampata per sembrare un vero e proprio registro quando la richiuderemo a metà per riposizionarla nella scatola.

 

PREPARAZIONE

Aprite la plancia e posizionatela tra i due giocatori.

Ogni giocatore sceglierà una tessera Sorgente e la posizionerà davanti a sè.

Mescolate le rimanenti tessere per formare due o più pile di pesca a faccia in giù. Pescate 5 di queste tessere e posizionatele nei 5 spazi centrali della plancia.

scegliete casualmente il primo giocatore e consegnategli la pedina Meccabot.

 

TESSERE MACCHINARIO

Prima di vedere come funziona il gioco, diamo una sguardo alle tessere.

Queste sono divise in 5 colori: BLU, GIALLO, ROSSO, VERDE e NERO.

Ogni colore a sua volta è diviso da tubi e tipi di tessere di diversa forma e tipologia.

ogni colore infatti avrà  3 tessere per ogni forma di tubatura, un incrocio a quattro bracci, due tessere frutta/verdura ciascuna con 3 fiori (punti vittoria) e una tessera Meccabotanico.

 

REGOLAMENTO

Una partita a Botanik si svolge in una serie di round e terminerà quando non ci saranno più tessere da rivelare.

Un round di gioco si divide in queste fasi:

  • RIVELAZIONE
  • POSIZIONAMENTO
  • NUOVO ROUND

Vediamo queste fasi più da vicino.

 

Fase 1: Rivelazione

Il primo giocatore di turno, colui che ha la pedina Meccabot, sceglie casualmente 3 tessere coperte e le rivela accanto al tabellone.

La prima fase termina qui. Se non ci fossero tessere da rivelare, la partita è conclusa.

 

Fase 2: Posizionamento

A partire dal primo giocatore, si sceglie una delle 3 tessere rivelate e la si posizionerà nel registro.

Quando si posiziona una tessera sul registro, potremo metterla o in uno dei 5 spazi centrali del registro (fila centrale) o in uno degli spazi del nostro lato.

Dopo aver posizionato la tessera, l’altro giocatore ne sceglie una e la posiziona e quella rimanente dovrà essere posizionata sempre dal primo giocatore.

Ci sono però delle regole di posizionamento, andiamole a vedere.

 

  • Posizionare una tessera sul proprio lato della plancia

Per posizionare una tessera dal proprio lato bisogna seguire due semplici regole.

La prima è che lo spazio deve essere libero e non occupato da un’altra tessera. La seconda regola invece dice che il posizionamento è valido solo se la tessera che si trova sulla casella centrale davanti allo spazio scelto abbia in comune il colore, la forma del tubo o la tipologia  (in caso mi meccabotanico/frutta/verdura)  con quella che andremo a posizionare.

Nell’esempio in foto, il posizionamento è valido perchè le due tessere hanno lo stesso colore.

Se la tessera scelta non può essere posizionata in nessun spazio del proprio lato, deve essere messa in una delle pile centrali del registro.

 

  • Posizionare una tessera su una delle pile centrali della plancia

Se dovete o scegliete di posizionare una tessera in una delle 5 pile centrali, non ci sono restrizioni di nessun genere ma questa scelta potrebbe provocare il rilascio delle relative tessere laterali (quelle poste sui lati dei giocatori e collegate alla casella centrale scelta).

Infatti se ci sono tessere negli spazi collegati si guardano il colore, la forma o la tipologia. Se una o più di queste cose coincidono con la tessera appena piazzata allora la tessera posizionata nel lato del giocatore rimarrà sul registro mentre se nessuna caratteristica è in comune allora la tessera  si sgancia e dovrà essere assemblata nel proprio macchinario.

Nell’esempio in foto, posizionando quella tessera su quella pila centrale, rilasceremo quella dalla nostra parte visto che forma e colore sono diversi (frutto nero) ma non quella dell’avversario visto che la forma del tubo è la medesima.

 

COSTRUIRE IL PROPRIO MACCHINARIO

Una volta che una tessera viene rilasciata dal proprio lato del registro, dovremo obbligatoriamente assemblarla immediatamente nel nostro macchinario rispettando le 3 regole di assemblaggio:

  1. La tessera deve essere posizionata ortogonalmente ad una precedentemente piazzata (compresa quella di partenza)
  2. I bordi dei tubi possono collegarsi solo ad altri tubi e non possono toccare lati vuoti di altre tessere
  3. Non potete chiudere completamente il vostro macchinario non lasciando tubi liberi di collegamento

 

TESSERE MECCABOTANICO

Come abbiamo visto prima, ogni colore ha una propria tessera Meccabotanico. Ma a cosa serve?

Quando questo tipo di tessera viene rilasciata dal proprio lato, dovremo scambiarla immediatamente con una delle tessere in cima alle 5 pile centrali.

Attenzione che con questa scambio potreste rilasciare altre tessere se colore e/o tipologia non coincidono più con quelle che sono collegate a lato.

 

Fase 3: Nuovo round

Dopo che le 3 tessere sono state posizionate, passate la pedina meccabot all’altro giocatore che diventerà così il primo il prossimo turno.

Siete pronti per un nuovo round di gioco!

 

FINE DEL GIOCO E PUNTEGGIO

Quando non ci sono altre tessere da rivelare la partita termina. Eliminate dal vostro macchinario tutte le eventuali tessere che non sono collegate alla rete dei tubi che parte dalla tessera sorgente.

Per ogni  gruppo di almeno 3 tessere dello stesso colore, segnatevi 1 punto per ciascuna tessera che compone quel determinato gruppo. Infine aggiungete 1 punto per ogni fiore presente sul vostro macchinario ma attenzione che quelli presenti sulle tessere frutta e verdura (quelle da 3 fiori) per poterli conteggiare devono essere collegati ad una tessera tubo del medesimo colore!

Chi ha più punti vince la partita! in caso di parità vince chi ha il maggior numero di tessere nel proprio macchinario. Se la parità persiste la vittoria è condivisa.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Devo essere sincero, all’inizio avevo saltato via questo titolo e non gli avevo prestato la giusta attenzione.

Fortunatamente l’ho recuperato e se sono qui a parlarvene dopo mesi dalla sua uscita è perchè mi è piaciuto davvero tanto.

Il gioco è un testa a testa davvero teso. Ogni scelta condiziona la propria mossa ma anche quella dell’avversario, infatti sbloccargli una tessera al momento giusto che gli rovini i piani o un gruppo di colore potrebbe essere davvero la chiave per la vittoria.

Il gioco riesce a tenersi in piedi con delle regole semplici che allo stesso tempo lo rende davvero intrigante e con una buona dose di tattica.

Ovviamente per la tipologia di gioco, non sapendo l’ordine d’uscita delle tessere non è possibile pianificare a lungo termine ma credo che questo sia un punto a favore visto che lo rende sì profondo ma non brucianeuroni.

Il fatto di scegliere in modo casuale le 3 tessere da posizionare nel round potrebbe avvantaggiare un giocatore piuttosto che un altro ma non è così incisivo questo fattore come potrebbe sembrare.

Un gioco dove devi sì scegliere la tessera che vuoi aggiungere al tuo macchinario ma prima devi posizionarla nel registro (in una sorta di attesa) e poi sbloccartela usando un’altra tessera che nel frattempo potrebbe rilasciare anche la tessera dell’avversario avvantaggiandolo o svantaggiandolo.

Infatti di volta in volta dovremo decidere se prenderne una perchè molto conveniente a noi o togliere quella tessera che sarebbe molto, troppo proficuo all’altro giocatore.

Un gioco compatto, bello e tattico. Cosa chiedere di più?

Puoi acquistare una copia di questo gioco nel nostro store online di fiducia Magicmerchant.it

Se il gioco vi ha incuriosito e volete più informazioni o acquistare la vostra copia, cliccando qui lo potrete fare. Così facendo supporterete il nostro lavoro senza spendere niente di più.

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it
Continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

Una replica a “BOTANIK: Un Gioco Da Tavolo Per 2 Giocatori Tra Natura e Ruggine (Recensione)”

  1. […] Clicca qui per leggere la recensione completa del gioco per capire se fa per voi. […]