[Anteprima] Tales of Evil: Il gioco da tavolo come non lo avete mai visto.

Presente, passato e futuro si uniscono per dar vita ad un’esperienza unica!

Innovativo, intelligente, sorprendente. Ecco, probabilmente quest’ultimo aggettivo è quello che, meglio di tutti gli altri, può descrivere Tales of Evil, l’ultimo progetto di Antonio Ferrara (autore di grandi successi come Stay Away o Last Friday) che verrà presto mostrato al grande pubblico grazie ad una campagna Kickstarter, il cui inizio è fissato per il prossimo mercoledì 28 novembre.

Sì, sorprendente, perché basterà leggere l’introduzione per capire che quello che abbiamo di fronte non è un normale gioco da tavolo. La premessa può apparire semplice: un gruppo di ragazzi si unisce per indagare e risolvere i misteri del proprio quartiere, formando il club dei Pizza & Investigation. Un giorno un ragazzo del paesino scompare ed i nostri coraggiosi avventurieri dovranno indagare per ritrovarlo, ma addentrandosi nella ricerca inizieranno ad avvenire strani eventi. Ed è qua che entriamo in gioco noi, letteralmente. Mentre i nostri eroi stanno discutendo su come agire, inizia a vibrare il loro walkie talkie e da esso esce una voce che pronuncia un indirizzo mail; i nostri eroi, visto che la storia è ambientata agli inizi degli anni ’80, non sapranno cosa fare e si rivolgono direttamente a noi, sfondando la quarta parete. Noi non abbiamo esitato oltre, abbiamo inviato subito una mail a quell’indirizzo e la risposta che abbiamo ricevuto è quella di Peter, il capo del gruppo dei Pizza & Investigation, il quale ci dice che ci sta scrivendo dal futuro e che…non dobbiamo far pubblicare il gioco.
Avete letto bene, ci avverte che i suoi diari sono stati trovati da un certo Antonio Ferrara, il quale ha intenzione di crearci un gioco, ma se lo farà allora Peter ed i suoi amici saranno costretti a rivivere in eterno ciò che gli è successo a causa di una maledizione. Ma non è finita qua, perché nel caso in cui venga prodotto (e noi ce lo auguriamo con tutto il cuore) ci sarà ugualmente una possibilità di salvarlo, riuscendo cioè a sbloccare il vero finale della storia.

Ora che abbiamo visto la trama e le premesse, in cosa consiste esattamente il gioco? Non è assolutamente facile da spiegare. Come meccaniche noi controlleremo fisicamente i protagonisti spostando le loro miniature attraverso delle plance, ma il progredire della partita è raccontato da una storia a paragrafi, scritta nel diario di Peter, e ciò che accade entrando in una nuova area della plancia è dettato da tale diario, proprio come se fosse un libro-game. Ma la maggiore particolarità del gioco è data dal Fusion System: noi potremo aiutare fisicamente i personaggi del gioco compiendo delle azioni nel mondo reale, con il quale esiste una connessione diretta. Ad esempio, sarà possibile illuminare una stanza buia solamente se qualcuno possiede un accendino per fare luce!
Non diremo altro per non fare spoiler, ma vi assicuriamo che tale meccanica offre delle possibilità praticamente illimitate.
Ovviamente il gioco risulterà molto più profondo di un semplice libro-game, infatti ogni personaggio avrà tre caratteristiche principali (corpo, cioè resistenza fisica, mente e spavento), un sacco di caratteristiche secondarie, degli equipaggiamenti da poter migliorare nel corso della storia e dei segnalini “torcia”, grazie ai quali sarà possibile attivare delle abilità speciali quando si tirano i dadi. Infatti in molti casi durante una partita vi sarà richiesto di svolgere delle prove, cosa che potrete fare tirando i dadi personalizzati inclusi nel gioco. Questi possiedono quattro facce differenti, una delle quali è proprio la torcia di cui parlavamo prima.

Insomma, le particolarità del gioco sono davvero molte, e la progressione della storia a paragrafi permetterà un avanzamento della storia che sarà differente a da partita a partita. Questa è solo un’anteprima, non una recensione, ma già dal tutorial che abbiamo fatto si comprende bene l’intento del gioco: non quello di stancare dietro a paginate e paginate di regolamenti, ma quello di permettere ad un gruppo di amici di sedersi ad un tavolo ed iniziare insieme un’esperienza immersiva, divertente e con meccaniche così semplici (ma allo stesso tempo estremamente profonde) che possono essere spiegate facilmente anche nel corso della partita.

Commenti


immagine-profilo

Al4oPiù

"Al4oPiù è un canale di YouTube che nasce dalla storica passione per i giochi da tavolo condivisa da un piccolo gruppo di amici. L’intento dei nostri video è quello di aiutare ogni giocatore, neofita o meno, ad approcciarsi ad un nuovo gioco grazie a Tutorial, cioè video dettagliati sulle regole, e Gameplay, vere e proprie partite registrate dall’inizio alla fine. Il regolamento è la parte più difficile di ogni gioco, quindi fa sempre comodo un po’ di aiuto, no?"

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Newton: Pozioni, Libri e Viaggi per un gioco davvero…Geniale!

Gioco ideato da Nestore Mangone & Simone Luciani targato Cranio Creations.

Chiudi