Ultimate Masters di Magic the Gathering – La Recensione

Concludiamo il 2018 e i festeggiamenti dei 25 anni di Magic con l’ultima espansione della serie Masters

Come anticipato nell’articolo di Ultimate Box Topper (cliccate qui per recuperarlo) oggi vi recensirò il sorprendente Ultimate Masters. Dopo cinque anni di pubblicazioni (nota: contando solo le versioni cartacee), con sette set del genere, la Wizard ha deciso di mettere in pausa le Masters Series per dar spazio a nuovi prodotti. Ultimate Masters è quindi il canto del cigno di questi lussioni set.
Questo speciale compilation set sarà rilasciato il 7 Dicembre 2018, solo in lingua inglese e giapponese.
Ultimate Masters è composto da 254 carte, mentre il logo dell’edizione il simbolo dell’infinito. Le carte scelte sono le migliori provenienti dai maggiori formati competitivi: Vintage, Legacy, Modern, Commander, Tiny Leaders, Pauper e Peasant. Inoltre, tornano utili nei seguenti archetipi: Aggro, Aggro Loam, Arcane, Auras, Burn, Combo, Control, Dredge, Eldrazi Tribal, Golgari Midrange, Heroic, Istant Reanimator, Izzet Control, Jeskai Aggro, Madness, Midrange, Reanimator, Red Deck Wins, Sultai Control, Stompy, Tempo e Token. Inoltre, vengono riproposte le seguenti meccaniche: Annientatore, Apparire, Armatura Totem, Arte Magica, Dragare, Eroismo, Esaltato, Esumare, Flashback, Follia, Persistere, Solarizzazione e Unire nell’Arcano.

Adesso diamo un’occhiata alle carte di Ultimate Masters. Per questione di spazio vi mostrerò solo le più interessanti e le più potenti.

  • Per le comuni sono presenti molte carte che tornano utili anche in competitivo. Tra declassamenti e riproposte, vediamo: Fuoco // Ghiaccio (di certo la comune più sorprendente del set, visto che diventa accessibile in Pauper. Darà un enorme contributo al formato), Resurrezione (altro ottimo removal declassato a comune, che in Pauper genererà nuove interazioni nei Reanimator), Sbeffeggiare (altra carta declassata di rarità, che va a potenziare il colore blu di Pauper. Non è il miglior counter gratuito che esista, ma comunque troverà spazio nel formato), Ricerca Frenetica, Traversata Sfarzosa (due perle per le pescate in Vintage, davvero dei graditi), Rana Pescatrice di Gurnag (attualmente è una delle creature comuni più giocate nei vari formati competitivo, ottimo ritorno), Cagnaccio Selvaggio, Mandrilli Strillanti (entrambe ottime creature archetipi di Madness e simili da Papuer), Saccheggio degli Infedeli (uno dei migliori peschini e scartini rossi per Madness, Dredge e simili), Temperamento Focoso (è il miglior sparo del set, è sempre il Fulmine in più nei Madness e simili), Essenza del Ragno, Essenza della Iena (le migliori Umbra da giocare negli Auras) e Battito di Murasa (carta versatile che ha saputo farsi spazio in competitivo di più formati, merita tutto lo spazio nel set);

  • Lo stesso discorvo vale per le non comuni, ci sono molte carte valide e versatili. Tra le migliori, vi segnalo: Testimone Eterna (nuova illustrazione per una delle migliori creature da riciclo-carte, presenza obbligatoria), Crumiri della Cucina (una delle miglior creature da Stompy e Midrange, è sempre un piacere rivederla), Thug Golgari (uno dei motori per tutti gli archetipi Dredge), Giovane Piromante (altra carta essenziale per tutti i deck Tempo), Druida Devota (nuova illustrazione per uno dei migliori elfi da combo, bel ritorno), Bogle Viscido (una delle creature degli Auras, guadagna una nuova illustrazione), Maniaco da Laboratorio (condizione vittoria per determinati archetipi combo da Legacy e Modern, è stato declassato di rarità), Fauce Urlante (un classico removal di Midrange), Omicida dal Berretto Rosso (trova sempre il suo spazio in determinati in Midrange), La Rabbia (la miglior Incarnazione, i giocatori di Legacy e Commander apprezzano), Apprendista Necromante (declassato a non comune, ma i giocatori di Reanimator Commander apprezzano), Getto di Lava (anche se non ci sono molti spari nel set, questo gioiellino torna sempre utile nei Burn), Rituale Disperato (acceleratore di mana basilare per gli Storm), Talismano Golgari (carta versatile, che torna sempre utile nelle side), Gioco di Prestigio (uno dei miglior peschini da Modern), Alchimia Proibita (torna utile nei combo da Pauper e Modern), Conflagrazione (la finale alternativa per molti deck Combo, Dradge e Madness), Logica Circolare (counter da Madness, è sempre un piacere vederlo), Editto di Chainer (removal da formati eterni sempre utile), Diventare Immenso (uno dei migliori pump per Infect e Dredge) e Vestigia di Dakmor (altra importante terra da Dredge);

  • Passiamo alle rare del set. Ci sono davvero molte carte, non è stato facile fare una selezione delle migliori. Vediamo: Gerarca Nobile (l’acceleratore di mana più giocata negli ultimi dieci anni, un cult), Mago Fulminatore (una delle migliori creature control, non fanno più spacca-terre così… Magnifica!), Sacerdotessa del Contenimento (carta davvero importante per le side di Legacy e Vintage, visto che smonta gli Instant Reanimator e l’OmniTell), Arcimaga di Gola Elendra (creatura counter che non vedevamo da tantissimo tempo, davvero un gradito ritorno), Tasigur, la Zanna d’Oro (una delle creature basilari per i deck Grixis, è davvero bella la nuova illustrazione), Gaddock Teeg (la perfezione per infastidire, un altro cult obbligatorio), Sveglialata (carta da Combo Reanimator che torna sempre utile), Diavolo Irritante (una delle scelte per l’archetipo Burn), Troll della Tomba Golgari (peccato che sia bandito in Modern, ma la nuova illustrazione rende gloria a questa bomba Dredge), Primus della Foresta Caduta (un ottimo corpo removal da Commander), Squee Nababbo Goblin (sempre utile per i Combo e nei Madness), Reya Dawnbringer (la creatura Reanimator suprema per Commander), Sciamana della Flora (ottimo tutore creatura per Commander), Ritorno alle Origini (bomba per il controllo più totale, una ristampa che soprende tutti. Ottima!), Tutore Demoniaco (il miglior tutore di sempre, scelta che onora l’intera storia di Magic), Vendetta di Goryo, Fare Breccia (le due magie essenziali degli Instant Reanimator, guadagnano nuove sublimi illustrazioni), Branco Smembrante, Branco Nutriente (i due migliori esponenti del ciclo degli Shoal, tornano sempre utili in competitivo), Giocare d’Azzardo, Bottino della Volta (entrambi ottimi tutori per i propri formati d’appartenenza), Seppellire, Rianimare, (entrambe le basi dei Reanimator. Il primo riempie il cimitero, il secondo rianima qualsiasi creature. Sono due bombe), Scavare nel Tempo (ottimo peschino per il Vintage), Visione dell’Alba (per pescate alternative, torna sempre utile), Impulso di Maelstrom (uno dei removal più fastidiosi di sempre), Tutto è Polvere (mass removal per gli Eldrazi e i Tron), Vita dall’Argilla (una delle migliori carte con Dredge di sempre, guadagna una nuova illustrazione. Stupenda), Diadema dell’Alba (l’aura più potente dei deck Auras), Aureola Runica (sempre utile per difendersi, da giocare nelle side dei Control), Ponte con gli Abissi (uno spedinatore essenziale in tutti i Dredge, carta essenziale per l’archetipo), Assalto Sismico (incantesimo basilare negli Aggro Loam), Esplosivi Ingegnerizzati (uno dei migliori artefatti mass removal, ottima ristampa), Altare di Phyrexia (uno dei migliori acceleratori di mana che interagisce con le pedine), Colonnato Celeste (delle cinque Tapland Manlands questa è la migliore, si trasforma in un bel ciccione evasivo), Tomba Antica (terra essenziale in Legacy e Commander, avete un’occasione pazzesca per procurarvene quattro), Palcoscenico (carta combo sempre utile), Lastricato di Trokair (la Fetchland in più per il bianco, sempre utile), Torre di Phyrexia (una terra che non vedevamo da tempo, non se l’aspettava nessuno) e Urborg, Tomba di Yawgmoth (sempre utile per rendere utili le terre senza mana, ottima anch’essa);

  • Concludiamo la lista dando un’occhiata alle migliori rare mitiche. Vediamo: Karn Liberato, Liliana del Velo, (gli unici due Planeswalker del set, sono tra i migliori nel competitivo. Ottime Scelte), Sigarda, Schiera degli Aironi (sempre utile nei Midrange, smonta removal e abilità del genere), Leovold, Emissary of Trest (il fastidio più totale in Legacy e Vintage, ristampa eccezionale), Emrakul, lo Strazio Eterno, Ulamog, il Cerchio Infinito, Kozilek, Macellaio della Verità (gli originali tre Eldrazi Leggendari, ristampe obbligatorie nel set), Drago del Falò (per rimuovere più giocatori in Commander), Imperion di Platino (altra utily difensiva che torna sempre utile in vari archetipi), Signore dell’Estinzione (un ciccione pazzesco da Commander), Manipolazione Temporale (la miglior magia da turno-extra, dopo la perfetta Time Walk), Fioritura Amara (uno dei migliori spedinatori mai creati, guadagna una nuova illustrazione), Grotta delle Anime (la terra perfetta per i Tribal, ristampa sempre utile), Karakas (una delle terre più potenti di sempre, perfetta per bloccare le creature leggendarie dei formati eterni), Profondità Oscure (altra terra pazzesca che meritava una ristampa di lusso, divertitevi a giocare quella 20/20 di Marit Lage), Forziere di Mana (acceleratore di mana bomba che fa felici i giocatori di Vintage e Commander), Liane Vendicative (creatura essenziale per i deck Dredge, Madness e simili. Eccezionale), Mago Lanciorapido (creatura d’obbligo, una delle migliori creature mai realizzate) e Tarmogoyf (il simbolo di tutta la serie Masters, ristampa obbligatoria… Per chi non lo sapesse, si tratta solo della creatura più potente di sempre. Un cult oltre ogni tempo).

Dopo questa lunga lettura, possiamo dire con certezza che Ultimate Masters sarà una gioia per noi giocatori navigati. Questa volta hanno fatto le cose per bene, ci sono ondate di carte stupende da recuperare e le tematiche proposte sono concretamente riutilizzabili in competitivo. Considerando anche l’Ultimate Box Topper, non possiamo lamentarti. Certo, non c’è un equilibrio totale nella scelta delle carte, ma poco importa. Ovviamente non si può ristampare tutto, qualcosa deve rimanere fuori. Inoltre, ma del resto lo potete immaginare, voglio ricordavi che Ultimate Masters ha un prezzo più alto rispetto le normali espansioni. Su Ebay si può trovare un box disponibile da 2499,99$, mentre le confezioni di tre bustinee a 34,99$ e le singole a 6,99$.

Detto questo, vi saluto… Questo è l’ultimo post dedicato a Magic the Gathering del 2018. Ma non temete! Magic tornerà presto su House of Games con la recensione dell’espansione Fedeltà di Ravnica. Alla prossima!

 

PROS
– Espansione d’alto livello, destinata al puro gioco competitivo;
– Possibilità di recuperare carte eccezionali;
– Esperienza di gioco a livelli sublimi.

CONS
– I giocatori alle prime armi o casual possono attendere prima di approcciarsi a Ultimate Masters;
– Prezzo più alto rispetto le normali espansioni di Magic;
– Prodotto alquanto raro.

VOTO 9

Commenti


immagine-profilo

Marco Grande Arbitro

Fondatore e caporedattore del blog nerd/geek/pop GiocoMagazzino. Blogger (da 12 anni), podcaster e youtuber. Sono un appassionato di giochi da tavolo, in particolare prediligo i giochi di carte. Una passione iniziata, e che continua, con Magic the Gathering! Per il resto, sono laureato in Scienze dell'Educazione (educatore professionale). Sono un collezionista di Funko Pop, adoro il cinema e la buona musica.

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Recensione Orbis: Creare il tuo universo 15 Turni!

In questo gioco da tavolo dovrai gestire i tuoi adoratori per assicurarti le regioni più interessanti e incarnare la divinità...

Chiudi