SANTORINI GOLDEN FLEECE: L’espansione Di Un Grande Classico

Oggi scopriamo l’espansione di un grande classico: Santorini!
Cosa aggiunge? Sarà la copia di sé stesso o snaturerà il gioco? Scopritelo con noi!

PANORAMICA GENERALE

Tutti ormai conoscono le semplici ma intriganti regole di Santorini.

Per chi non le conoscesse, qui potete trovare la nostra recensione.

Oggi daremo uno sguardo alla sua espansione.

Nuove divinità e l’aggiunta degli Eroi snatureranno il gioco oppure no?

E come funzionerà il misterioso Vello D’oro (Golden Fleece)?

Non ci rimane che scoprirlo!

MATERIALI

Nella scatola troviamo:

  • 15 Carte Divinità
  • 10 Carte Eroe
  • 4 Lavoratori
  • 1 Ariete
  • 1 Tabellone decorativo Oceano
  • 1 Schermo
  • 2 Segnalini Lavoratore
  • 1 Segnalino Destino
  • 12 Monete
  • 2 Segnalini Direzione
  • 2 Segnalini Corrente
  • 1 Plancia piccola Mappa
  • 1 Segnalino Vento
  • 1 Segnalino Abisso
  • 1 Segnalino Talo
  • Il regolamento

Non vi spaventate! I mille mila segnalini non vengono mai usati tutti, sono esclusivi di alcune divinità e si usano solo in quel caso.

La grafica è stupenda come sempre e lo spessore dei tokens è davvero notevole.

L’unico piccolissimo appunto sta nell’ariete! Bellino è bellino ma cavolo, con tutti i materiali che potevano essere usati….della plastica gialla? Peccato.

VARIANTE DEL VELLO D’ORO (GOLDEN FLEECE)

Questa variante la si usa in 2 giocatori.

Durante la preparazione del gioco si sceglie una sola Divinità.

La divinità scelta deve avere il simbolo del Vello d’oro in alto a destra.

Il giocatore MENO giovane posiziona per primo i suoi lavoratori, poi tocca all’avversario.

Colui che ha piazzato per primo i lavoratori ora dovrà piazzare l’ariete su qualsiasi casella libera del piano di gioco.

La prima mossa spetta all’avversario, cioè al giocatore più giovane.

Durante tutta la partita, qualsiasi giocatore con un lavoratore adiacente all’ariete avrà il potere della Divinità per il resto del suo turno.

VARIANTE DEGLI EROI

Anche questa variante la si può usare in soli 2 giocatori.

Entrambi devono usare un Eroe, è sconsigliato giocare con Eroi e Divinità assieme per una questione di bilanciamento.

Il potere degli eroi è molto più debole e il suo effetto può essere usato solo una volta durante tutta la partita.

Usare il proprio atto eroico al momento giusto sarà fondamentale.

NUOVE DIVINITÀ

Nella scatola troviamo 15 nuove abilità con dei poteri davvero molto particolari.

C’è Eolo, Dio del vento che cambiando la direzione del suo soffio impedirà all’avversario di muoversi controvento, oppure c’è Graia che gioca con 3 lavoratori.

Altri poteri sono quelli di Ecate, che gioca muovendo i suoi lavoratori dietro allo schermo, rendendoli invisibili agli avversari!

Troviamo anche le Sirene che a fine turno attirano gli avversari nella direzione desiderata.

Altro Dio presente è Tartaro che posizionerà segretamente il segnalino abisso, colui che ci cadrà dentro perderà la partita.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Ho desiderato molto questa espansione, Santorini lo adoro, lo trovo di una semplicità e di una profondità davvero intrigante e le molteplici combinazioni delle divinità lo rendono molto longevo.

Questa espansione ne aumenta ancor di più la longevità ma aggiunge anche altri fattori che ben si integrano al sistema di gioco.

Il Vello d’oro mette alla pari i due giocatori, un’unica divina che si attiva solo in determinati punti del tabellone. Va ad aggiungere un ulteriore strato di strategia che però non va ad appesantire il gioco, anzi lo rende ancor più intrigante.

Quando bisogna starci vicino e quando scappare per raggiungere la vittoria?

Gli Eroi invece sono più deboli, infatti non capisco il perché si possa usare il loro potere solo una volta, avrebbe avuto più senso se fossero stati più forti delle divinità.

Comunque questa variante rende il gioco più scacchistico, simile al gioco base senza divinità. Il tempismo è fondamentale. Scegliere quando usare il proprio atto eroico può fare nettamente la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

Per finire le nuove Divinità mi piacciono molto.

L’utilizzo di nuovi materiali smarca ancor di più il titolo dal suo essere astratto e rende ancor più avvincente e diversa ogni partita.

Alcuni poteri sono un po’ più forti rispetto ad altri ma la combinazione sempre diversa tra le divinità mi affascina molto.

Mi sento proprio di promuovere questa espansione, i nuovi poteri sono ben spiegati e ben diversificati tra di loro.

Temevo in una copia di se stesso ed invece così non è…

APPROVED!

Commenti


immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.