Recensione Duel Decks: Elves vs. Inventors di Magic The Gathering

L’eterna lotta tra la natura e le macchine rivive in Duel Decks: Elves vs. Inventors! Vi schiererete con gli elfi o con gli artefici?

L’ultimo Duel Decks di Magic The Gathering rievoca il classico scontro tra la natura selvaggia e la tecnologia degli artefici. Un’incompatibilità che esiste dai tempi di Alpha Edition… Del resto lo sappiamo benissimo: il mana verde distrugge gli artefatti, quest’ultimi aborrano tutto quello che è naturale.

Nell’offerta di Duel Dekcs: Elves vs. Inventors troviamo due mazzi composti da 60 carte ciascuno. Troviamo anche:

  • Un libretto con le istruzioni del gioco, adatto per i nuovi giocatori;
  • Due custodie di cartone per riporre i mazzi;
  • Un segnavita;
  • 10 carte pedina.

I due deck questa volta non sono speculari, ma hanno meccaniche diverse. Vediamole nel dettaglio.

Come avrete sicuramente capito, l’Elves Deck è un tribal dedicato alle creature di tipo elfo. Lo scopo del mazzo mono-verde è quello di aggrare con più creature possibili, potenziandole con magie pump o segnalini +1/+1. Non a caso, il deck è composto principalmente da creature: ne abbiamo ben 31! Gli elfi del deck possono essere divisi in cinque categorie:

  • I Lord che potenziano l’esercito. Principalmente c’è Ezuri, Capo Rinnegato, che rigenera gli elfi e potenzia le creature di massa. Non è un caso che è stato scelto come “leader” del deck. Poi c’è Dwynen, Daen di Foglia Dorata (che fa guadagnare anche punti vita) e Arcidruido Elfico (che entra anche nella categoria motore di mana);
  • I motori di mana che permettono di giocare le magie più costose. Vediamo creature come Elfo Mistico, Doratore di Foglie, Aberrazione Elfica e Zannuto di Krosa (che non è un elfo, ma torna utile grazie all’abilità Ciclo);
  • Creature che si potenziano. Vediamo l’enorme Cavalleria dei Cervi delle Radure, ma anche: Avanguardia Elfica, Abitante di Strada dell’Edera, Evocatrice di Cuore Selvaggio e Plasmasemi di Kujar;
  • Creature che interagiscono con le terre. Vediamo Difensore Silvano (che va potenziare la doppia copia di Villaggio Arboricolo) e il Piegarami Elfico (che trasforma una foresta in un ciccione);
  • Creature di utilità di ogni genere. Vediamo Forza Regale (eccezionale per pescare nei mono verde), Yeva, Messaggera della Natura (per generare situazioni di vantaggio), Battaglione di Talara (creature decisamente aggressiva), Empatico Spietato (un tutore per creature enormi), Arcieri della Cicatrice Frastagliata (che si potenzia in base al numero di creature, inoltre elimina i volanti), Arcieri di Ezuri (anch’essa contro i volanti), Elite di Dwynen (per alimentare lo sciame) e Sciamana Viridiana (che nell’offerta è un ottimo removal).

Per il resto delle carte abbiamo terre d’utilità (come Villaggio Arboricolo e Oran-Rief, il Boscovasto) e magie di vario utilizzo (come Guidare l’Assalto, Ritorno alla Natura e Verdetto di Nissa).  Si tratta di un mazzo basilare, forse anche troppo. Non si avvicina minimamente agli archetipi giocati nel competitivo, ma comunque è un discreto deck per iniziare a divertirsi con gli elfi.

L’Inventors Decks è un mazzo dei colori Izzet (rosso e blu) che interagisce con gli artefatti. Le meccaniche ricordano quelle viste in Magic Origins. Lo scopo principale sciamare con un ondate di pedine Tottero e poi giocare artefatti molto costosi. Andando nel dettaglio vediamo:

  • Tra gli spedinatori vediamo carte come: Canaglia dei Turbinanti, Creaingranaggi di Ghirapur, Totterista Dissidente, Antenato Myr, Tottero Assemblato, Sfera da Battaglia Myr, Fonderia dei Consoli e la doppia coppia di Pia e Kiran Nalaar. Quest’ultima torna utile in molti deck del competitivo;
  • Carte d’utilità di ogni genere. Per la precisione: Scultrice di Eterium (per diminuire il costo degli artefatti), Spiritello Meccanico (per pescare artefatti), Macchina Devastatrice Sferragliante (il ciccione del deck), Mago dei Gingilli, Mago dei Tesori, Maga dei Trofei (tre tutori di artefatti), Replicante Neurok (per ostacolare le creature avversarie), Corazza di Darksteel (utile per proteggere le creature, specialmente in Commander), Sorgente d’Icore (un peschino che torna sempre utile) e il Simulacro Solenne (un classico della versatilità);
  • Removal di vario genere come: Scintille della Saldatura, Esplosione a Frammentazione, Scarica Galvanica, Bombarcana di Pirite, Artefice Solitaria e Ogre di Sbarramento.

A farla da padrone è di certo il Saldatore Goblin, che tra l’altro è la carta più preziosa di tutta l’offerta… Dovete reperirla assolutamente! È proprio questa la creatura che attiverà le combo più potenti del deck, permettendo di giocare (e rigiocare) gli artefatti più costosi. Non a caso è una carta d’obbligo nei formati eterni. Sul piano delle terre vediamo il ritorno de: le terre artefatto (purtroppo in mono-copia), terre bicolore (Tempio della Rivelazione, Barriera di Shiv e Rupi di Rapidacque) e la versatile Nucleo di Phyrexia. Nonostante sia un deck anch’esso basilare, possiede meccaniche più variegate rispetto il precedente. Se siete giocatori che amate meccaniche leggermente più complesse, questo deck vi divertirà. Inoltre, sono presenti carte molto più versatili e giocabili nei vari formati competitivi.

I Duel Decks sono destinati ai giocatori alle prime armi, che voglio affacciarsi al gioco competitivo. Tuttavia, si nota che sono prodotti ormai obsoleti, rispetto gli attuali tempi di Magic… In questi undici anni abbiamo visto deck divertenti, che ci hanno regalato ristampe interessanti. Tuttavia, hanno fatto il loro tempo, trovo quindi intelligente la scelta della Wizard di concluderli definitivamente. I Duel Decks saranno sostituiti con i testati Challenger Deck, che funzionano decisamente meglio. Vi ricordo che i mazzi di Duel Decks: Elves vs. Inventors sono disponibili dal 6 Aprile 2018, ma solo in lingua inglese o giapponese.

Duel Decks: Elves vs. Inventors

Duel Decks: Elves vs. Inventors
6.5

Voto

6.5 /10

Pros

  • Deck adatti per iniziare a giocare a Magic;
  • Possibilità di recuperare carte difficili da reperire;

Cons

  • I giocatori navigati non troveranno l'offerta interessante;
  • Disponibile solo in lingua inglese o giapponese;

Commenti


I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Gli YouTuber Greater Fool conquistano Romics 2018

il 7 e 8 Aprile grande spettacolo di stelle del web presentate da Lele Sarallo, con i nuovi protagonisti di...

Chiudi