PAROLA PER PAROLA: Il Gioco Da Tavolo Dove Anche Una Sola Lettera Può Fare La Differenza! (Recensione)

30 secondi, una categoria sempre diversa. Troverete la parola adatta per spingere le lettere che la compongono fuori dal tabellone dal lato dell’avversario? Un gioco veloce, divertente ma soprattutto SPINOSO!

PANORAMICA GENERALE

Parola per Parola ha un obiettivo molto semplice: Spingere il maggior numero di lettere al di fuori del tabellone, dalla parte dell’avversario.

Grazie a velocità e capacità, questo gioco metterà alla prova la vostra conoscenza e la vostra strategia.

Parola per Parola è un gioco social ideato da Jack Degnan, per 2-12 giocatori, dalla durata di 15/20 minuti a partita e portato qui in Italia grazie ad Asmodee.

Chi sarà il più bravo a spingere le lettere?

 

MATERIALI

Nella scatola troviamo:

  • 1 Tabellone di Gioco
  • 208 Carte Categoria (fronte e retro)
  • 1 Clessidra da 30 secondi
  • 1 Segnalino Prima Squadra (o giocatore)
  • 17 Tessere Lettera Cactus

I materiali sono nella norma.

Molto carini i gettoni lettera anche se avrei preferito un tabellone più curato, meno a tinta unita, ma questo è solo un mio gusto personale.

Scatola un po’ sovradimensionata per il suo contenuto.

 

PREPARAZIONE

Dividete i giocatori in 2 squadre e sedetevi “faccia a faccia”.

Posizionate sul tavolo, tra le due squadre il tabellone e posizionate sulla fila centrale le tessere lettera in ordine.

Tenete alla portata di tutti la clessidra e le carte categoria.

Ogni squadra sceglierà un capitano ed infine sorteggiate casualmente quale team inizierà per primo. Date a quest’ultimo il segnalino Prima Squadra.

Tutto è pronto per iniziare a giocare!

 

REGOLAMENTO

Durante il vostro turno, il capitano pesca una carta categoria e la legge a voce alta, poi lui (o la squadra avversaria) girerà la clessidra.

La squadra, assieme al capitano, dovrà pensare e trovare una parola che si leghi alla categoria appena letta. Quando siete tutti d’accordo, il capitano la enuncerà a voce alta scandendo ogni singola lettera.

Dovrà nel frattempo spingere ogni lettera di una tacca sul tabellone verso il margine avversario, la muoverà di tanti spazi quante volte è ripetuta nella parola scelta

La parola scelta ad esempio è Patatine. I gettoni I – P – N vengono mossi di una colonna mentre quello della T di due perchè compare il medesimo numero di volte nella parola scelta.

 

Attenzione che alcune lettere, le più comuni e le più rare dell’alfabeto sono state tolte per non rendere il gioco né troppo facile né troppo difficile.

 

Parole ammesse

Come in tutti i giochi di parole, ci sono delle regole da rispettare per quanto riguarda le risposte da dare. Oltre ad essere attinenti alla categoria, dovranno rispettare i seguenti limiti:

  • Devono essere composte da UNA sola parola
  • saranno valide solo parole italiane e nomi propri
  • Le parole straniere saranno valide se di uso comune o se richieste specificatamente da una categoria
  • Plurali e alterazioni dei nomi (accrescitivi, vezzeggiativi ecc ecc…) saranno validi SOLO se richiesti dalla categoria stessa, ad esempio per “cose in una borsa” specchietto andrà bene.
  • Le parole composte sono permesse
  • Ogni risposta dovrà essere diversa, NON si potrà dire una risposta già data durante la partita.

 

Potete usare per la vostra parola tutte le lettere che preferite, sia quelle non presenti sul tabellone, sia quelle che sono già state spinte fuori durante la partita: semplicemente non sposterete quel gettone.

 

FINE DEL ROUND

Quando il tempo scade, la squadra avversaria urlerà STOP e il capitando dovrà fermarsi: se non aveva ancora finito di spostare le lettere…beh, peggio per lui!

Ora toccherà la squadra avversaria a fare la stessa identica cosa con una nuova categoria.

 

FINE DELLA PARTITA

La partita termina quando una squadra ha spinto fuori dal tabellone (dal lato avversario) almeno 5 tessere lettera. Per una partita più lunga, si può stabilire a 6, il numero di lettere da spingere fuori per terminare la partita.

Se a farlo è stata la squadra che ha iniziato a giocare, cioè quella che ha il relativo segnalino, gli avversari avranno diritto ad un turno di gioco.

Dopo aver giocato lo stesso numero di turni, chi ha spinto fuori il maggior numero di lettere vince la partita!

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Parola per Parola è uno di quei giochi tanto semplici, quanto divertenti.

Pensare di volta in volta ad una parola che magari abbia una lettera ripetuta per spingere più volte il relativo gettone per farlo uscire o allontanarlo dal proprio margine è interessante ed intrigante.

Il fatto che ci siano solo 30 secondi aggiunge la giusta dose di adrenalina.

Sicuramente giocabile con tutti anche se mi sentirei di consigliarvelo massimo in 6/8 giocatori per rendere sempre tutti partecipi  e magari ruotare il ruolo di capitano per il medesimo motivo. Funziona benissimo anche in 2.

Le categorie sono molto diverse e non bisognerà trovare la risposta più difficile per vincere ma quella che più ci conviene in base alla posizione delle lettere sul tabellone. Poi le categorie sono davvero tante e se ripescate non sempre le risposte date nelle vecchie partite sono le più convenienti. ogni partita è una storia a sé.

Davvero molto fresco, veloce e divertente!

 

Gameplay in arrivo!

Se il gioco vi ha incuriosito e volete più informazioni o acquistare la vostra copia su Dungeondice.it, cliccando qui lo potrete fare.  Così facendo supporterete il nostro lavoro senza spendere niente di più.

Il gioco è disponibile anche sullo store online di Magicmerchant.it

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it
Continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

Una replica a “PAROLA PER PAROLA: Il Gioco Da Tavolo Dove Anche Una Sola Lettera Può Fare La Differenza! (Recensione)”

  1. […] Cliccando qui potrete leggere la nostra recensione completa del gioco! […]