La Recensione del gioco da tavolo “Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco: Deckbuilding”

Espandete il vostro Cosmo con il gioco da tavolo dei Cavalieri dello Zodiaco che nessuno si aspettava, ma che è uscito incredibilmente bene!

Invincibili guerrieri

Valenti condottieri

Votati anima e corpo a Lady Isabel

Per diventare santi

Per esser cavalieri…

Non vi nego che questo gioco mi rievoca tanti sentimenti che mi riportano alla mia gioventù, ma devo metterli da parte per poter scrivere questo articolo! Oggi vi recensisco Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco: Deckbuilding: un gioco da tavolo dedicato al manga e l’anime giapponese de I Cavalieri dello Zodiaco. Gli autori del gioco sono Maxime Babad e Nicolas Badoux, (quest’ultimo famoso per aver realizzato Naruto Shippuden: The Board Game, un altro gioco tratto da un manga). Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco Deckbuilding è un gioco prodotto dalla Yoka by Tsume e dalla 3 Emme Games.

Ambientazione di Gioco

Il gioco riprende la saga del manga chiamata “Il Grande Tempio“. La vita di Saori Kido, l’incarnazione della Dea Atena, è minacciata dalla presenza del Gran Sacerdote. Ikki, Shun, Hyoga, Shiryu e Seiya sono i cinque cavalieri di bronzo pronti a difendere l’amata dea. Devono salvarla prima dello scoccare dalla dodicesima ora: il tempo è contato!

Caratteristiche del Gioco

  • Numero di giocatori: da 2 fino a 5 giocatori;
  • Età consigliata: da 14 anni in su;
  • Durata del gioco: una media di 60 minuti;
  • Nella confezione sono presenti: il regolamento in lingua italiana, 200 carte da gioco, 1 tappetino in gomma che funge da tabellone, una plancia tridimensionale magnetica che funge da orologio conta turni, 12 segnalini magnetici Fiamma, 5 segnalini Eroe e 25 segnalini Ferita.

Tipologia e Scopo del Gioco

Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco: Deckbuilding, come del resto è contrassegnato nel titolo, è un gioco di carte della categoria deckbuilding. Al termine del gioco, il giocatore che ha realizzato più punti vittoria vince la partita.

Svolgimento del Gioco

È arrivato il momento di descrivere lo svolgimento del gioco. Vi ricordo che questo è un riassunto per comprendere il regolamento, per avere acquisire maggiori dettagli vi consiglio di consultare il manuale presente nella confezione.

Nel gioco sono presenti due tipi di carte: Armature e Personaggi. I Personaggi hanno un doppio costo di acquisto in Forza e in Cosmo, mentre le Armature possiedono solo il valore in Cosmo. Su queste carte sono presenti: abilità variabili, valori di forza e punti vittoria.

Prima della partita, ogni giocatore sceglie uno dei cinque segnalini eroi, che raffigurano i protagonisti, e le rispettive 15 carte. Queste carte compongono il mazzo iniziale, inoltre ogni giocatore ha un’area personale dove posizionare: il mazzo, le armature di gioco, personaggi feriti, gli scarti e le carte distrutte. Al centro del tavolo viene piazzato il tabellone di gioco e i vari segnalini. Sul tabellone sono presenti otto spazi disponibili: sei spazi sono per le carte acquistabili, uno per la riserva e uno per gli scarti in comune. Inoltre, viene posizionato l’orologio con i dodici segnalini Fiamma. Ogni giocatore inizia la partita con cinque carte.

Il turno di gioco è composto da due fasi:

1) la prima fase è chiamata Fase Principale. In questa fase, il giocatore di turno può giocare carte e/o acquistare nuove carte per costruire il proprio mazzo. Le azioni da effettuare sono le seguenti:

  • Giocare Personaggi: i Personaggi vengono giocati per acquistare carte. I livelli di Forza e Cosmo permettono l’acquisto delle carte. I Personaggi vengono giocati dalla mano a faccia in su, un giocatore può giocare un qualsiasi numero di Personaggi a turno. Inoltre, i Personaggi hanno effetti aggiuntivi attivabili;
  • Giocare Armature: le Armature vengono giocate per acquistare carte con il Cosmo o per attivare i loro effetti. Si può avere solo un’Armatura in campo, se viene giocata una nuova viene la precedente viene scartata;
  • Acquistare carte ottenendo Forza o Cosmo: le carte vengono acquistate per comporre il deck del giocatore e per guadagnare i punti vittoria. Le carte possono essere comprate spendendo Punti Forza o punti Cosmo. Le carte in gioco permettono di accumulare Forza e Cosmo. Le carte acquistate con la Forza vengono immediatamente scartate e posizionate nel mazzo degli scarti. Le carte acquistate con il Cosmo vengono poste nella mano e possono essere giocate nel turno stesso. A fine turno vengono anch’esse scartate;
  • Attivare gli effetti di Armature o Personaggi giocati: esistono ben quattro parole chiave che indicano gli effetti delle singole carte. Gli effetti sono: Comparsa (effetto che si applica solo quando la carta viene girata e posta sul campo di gioco), Sconfitta (effetto che si applica nel momento che la carta viene acquisita, prima che venga scartata o messa nella mano), Entrata in Gioco (effetto che si possono essere applicato quando la carta viene giocata dalla mano, il giocatore può decidere se applicarli oppure no) ed Attivazione (una volta attivati questi effetti, la carta deve essere: distrutta, scartata o ferita in base a quanto descritto nella carta). Nota: gli effetti di Sconfitta e Fiamma si applicano immediatamente;
  • Curare i Personaggi Feriti: gli effetti delle carte possono ferire i Personaggi. I Personaggi feriti rimangono posizionati nella zona Personaggi Feriti. Alcune carte possono curare i personaggi, sono indicati con simbolo a forma di cuore verde. I personaggi curati tornano nel mazzo degli scarti per poi esser ripescati nei turni successivi.

2) La seconda fase è chiamata Fase di Mantenimento. In questa fase finale vengono effettuate le seguenti azioni:

  • Scartare tutte le carte giocate nel turno, mentre i Personaggi feriti e le Armature rimangono in gioco. Possono essere scartate anche le carte che non si desidera mantenere;
  • Pescare carte finché la mano non è composta da cinque carte;
  • Eliminare la sesta carta del tabellone, questo fa attivare gli effetti di rimozione dei segnalini Fiamma in base a quanto scritto sulla carta. Nota: vi ricordo che i segnalini Fiamma possono essere indicati anche in altri modi se è indicato sulle carte;
  • Le carte restanti sul tabellone avanzano verso la destra del campo, mentre negli spazi restanti vengono inserite nuove carte pescate dal mazzo dalla riserva. Gli effetti di Comparsa si applicano in quel momento.

Il turno viene ceduto al giocatore alla sinistra di quello attuale.

Appena viene rimossa l’ultima fiamma dall’Orologio la partita si conclude, ma non prima che tutti i giocatori abbiano completato il round di gioco (in questo modo tutti i giocatori hanno effettuato lo stesso numero di turni).

Una volta conclusa la partita, tutti i giocatori contano i punti vittoria presenti sulle carte del proprio mazzo. Le carte distrutte, quelle poste sotto il Segnalino Eroe, non vengono contate. Chi ha ottenuto più Punti Vittoria, vince la partita.

Considerazioni sul Gioco

La sincerità prima di tutto! Ho sempre molto pregiudizio verso i tie-in o i giochi estratti da altri brand, ma del resto non potete giudicarmi: in passato abbiamo giocato a tante schifezze con sopra piazzato il brand più amato dai fan (l’amico Tuxx può confermare)! Tuttavia, quando si scrive una recensione si deve mettere da parte il pregiudizio: per fortuna mi sono ricreduto subito! Sono un’amante dei deckbuilding, Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco: Deckbuilding parte come un normale gioco della categoria. Tuttavia, ci sono tre elementi che rendono il gioco unico ed originale:

  • La possibilità di acquistare carte con due valute diverse genera, nei giocatori, diverse possibilità di scelta. Difficilmente ci troveremo con mani morte dove non possiamo acquistare nulla, ogni turno avrà un effettivo senso;
  • Il secondo punto di forza è collegato al primo, ma ho preferito scinderlo per parlarne meglio. La possibilità di acquistare carte che possono essere giocate istantaneamente è il vero punto di forza di gioco. Nei normali deckbuilding, la carta acquistata finisce direttamente nella pila degli scarti per poi esser giocata quando il deck viene rimescolato. Questa “regola classica” viene mantenuta nel gioco, ma c’è l’opzione di poter acquistare e giocare immediatamente la carta! Non voglio gridare alla rivoluzione del genere deck building, non ho la conoscenza omnia per poterlo dire, ma c’è da dire che questa regola rende il gioco più interessante! In gioco avanzato i turni di gioco diventano sempre più dinamici! C’è una possibilità di fare belle combo e catene. Insomma, questa regola mi ha davvero sorpreso in positivo: solo questa vale la pena di provare il gioco, approvo;
  • La regola dei Personaggi Feriti può tornare utile per bloccare temporaneamente carte inutili. In questo modo possiamo pescare carte utili, evitando pescate morte per colpa della zavorra. Inoltre, i Personaggi Feriti vengono conteggiati nella fase finale. In un certo meglio, risultano più utili delle carte eliminate.

Questi sono i punti forti che rendono l’offerta di gioco decisamente interessante! L’unica pecca del gioco è nella durata del gioco. Una partita al massimo dei giocatori può durare anche un’ora, talvolta anche qualcosa in più. Ci sono deckbuilding più veloci, che comunque mantengono le stesse intensità di gioco. Dovete prendervi del tempo per giocare, se cercate una partita veloce dovete giocare ad altro.

Un’altra pecca “tecnica” sta nel regolamento: non è di certo incomprensibile, se siete conoscitori delle tematiche dei deckbuilding, o semplicemente dei giocatori esperti, comprenderete tutto al volo. Tuttavia: poteva e doveva esser strutturato meglio, inoltre sono presenti piccoli errori di battitura (coma a pagina 6, dove c’è una frase dove mancano le parole finali) e piccole ingenuità come la mancanza di FAQ o di casi specifici (ad esempio: non viene spiegato cosa fare in caso di punteggio a pari merito nel conteggio finale). Peccato, questo piccole mancanze che non rendono l’offerta perfetta.

Sul piano della componentistica, il gioco mostra dei prodotti di buona qualità. Faccio prima ad elencarvi tutti i pregi:

  • le carte non sono della migliore qualità in circolazione, ma sono tutte quante rivestite da una lamina che le rende brillanti. Per intenderci: è come se fossero delle foil di Magic. Sono molto belle a vedersi;
  • I segnalini Fiamma e il tabellone dell’Orologio sono rivestiti da una lamina magnetica, questo permette di poter attaccare e staccare i segnalini senza problemi. Ha una presenza scenica mica male;
  • Infine, c’è il tabellone di gioco. Potevano semplicemente fare un tabellone di cartone, invece hanno inserito un bel tappetino in gomma. Anch’esso fa la sua presenza scenica.

Insomma, sul piano del materiale è promosso su tutti i fronti.

Personalmente, storco un po’ in naso di dinanzi gli artwork utilizzati. Viene utilizzata la grafica dello storico anime degli anni ’80, cosa che farà piacere a molti fan affezionati alla serie. Tuttavia, se sulla confezione l’illustrazione è di buon livello, le illustrazioni di molte carte sono photoshoppate direttamente dagli screen della serie. Qualche volta i risultati non sono dei migliori, anzi possiamo dire senza problemi che sono molto approssimativi. Mi dispiace dirlo, ma a primo impatto questa scelta mi rievoca quei giochi da tavolo raffazzonati che creava la Giochi Preziosi una ventina di anni fa! Quei giochi tratti dal cartone animato del momento, che poi non erano nient’altro che dei “giochi dell’oca” camuffati. Per fortuna, almeno sul gameplay, qui è tutto l’opposto!

Inoltre, voglio specificare un elemento importantissimo per tutti gli amanti dei Cavalieri dello Zodiaco: gli ad attori del gioco hanno preferito utilizzare la terminologia ufficiale utilizzata nel manga. Tutti gli amanti dello storico adattamento Mediaset rimarranno delusi. Non troverete i classici nomi di: Pegasus, Cristal, Phoenix e così via dicendo.

In conclusione, vi consiglio vivamente di provare Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco: Deckbuilding! Se siete fan sfegatati dei Cavalieri dello Zodiaco troverete finalmente un gioco da tavolo che renderà gloria alla vostra opera preferita. Si vede che è stato creato con passione, con la voglia di realizzare un bel gioco. Se invece siete manti dei deckbuilding, o semplicemente preferite dei giochi da tavolo ben strutturati, questo gioco risponderà alle vostre esigenze ludiche. È un deckbuilding classico, ma possiede quelle tematiche che lo rendono interessante e soprattutto originale. Ve lo consiglio vivamente!

Crediti finali

Insieme alla redazione di House of Games, voglio ringraziare 3 Emme Games per averci gentilmente inviato una copia dimostrativa del gioco.

Grazie per aver letto questo articolo, ci vediamo alla prossima recensione!

[amazon_link asins=’B082P4NFMG’ template=’ProductAd’ store=’houseofgamesi-21′ marketplace=’IT’ link_id=’904801ac-24ae-45f1-8d7e-9acdc8218281′]

Il gioco potete trovarlo nel nostro store online preferito Magicmerchant.it

I Cavalieri dello Zodiaco: Deckbuilding

7.5

Voto

7.5/10

Pros

  • Buon deck building con un paio di che rendono il gioco interessante ed originale;
  • Livello di interazioni e combo abbastanza alto;
  • Materiali di qualità ben curata;
  • Gli amanti dell’opera originale apprezzeranno il gioco;
  • Si nota la passione degli autori nel creare il gioco.

Cons

  • Durata di gioco troppo alta;
  • Gli artwork delle carte potevano esser ben curati;
  • Regolamento non sempre chiaro.

Commenti


immagine-profilo

Marco Grande Arbitro

Fondatore e caporedattore del blog nerd/geek/pop GiocoMagazzino. Blogger (da 12 anni), podcaster e youtuber. Sono un appassionato di giochi da tavolo, in particolare prediligo i giochi di carte. Una passione iniziata, e che continua, con Magic the Gathering! Per il resto, sono laureato in Scienze dell'Educazione (educatore professionale). Sono un collezionista di Funko Pop, adoro il cinema e la buona musica.

Una replica a “La Recensione del gioco da tavolo “Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco: Deckbuilding””

  1. […] rampa di lancio troviamo una casa editrice che nel 2019 ha messo a segno diversi bei colpi: Chakra, Saint Seiya, Space Gate, Jetpack […]