CERBERUS: Amici Amici e Poi Ti Rubano La Bici… o Peggio La Barca

Siete finiti negli Inferi e l’unico modo per salvarsi è raggiungere quella barca là in fondo, un grosso cane a tre teste vi è alle calcagna e i posti disponibili per la salvezza sono limitati…. Se volete salvarvi dovrete collaborare… ma prima o poi qualcuno dovrà essere sacrificato… sarete voi?

PANORAMICA GENERALE

Tra mille luoghi dove potevamo capitare…proprio negli Inferi dovevamo arrivare?

L’unica via di salvezza è la barca ormeggiata dall’altra parte ma il ferocissimo Cerbero ci sta alle calcagna, in una corsa mozzafiato!

Cerberus è un gioco semi-cooperativo per 3-7 giocatori targato ManCalamaro.

Il nostro scopo è quello attraversare il tabellone senza che il famelico cane a 3 teste ci sbrani e riempire una barca di avventurieri per partire.

Le  carte azione ci permetteranno di avanzare ed indietreggiare il nostro e gli altri avventurieri.

E’ sempre vantaggioso aiutare gli altri perchè si muoveranno più velocemente ma attenti che la barca ha un numero di posti LIMITATO!

Solo se sarà riempita tutta gli ormeggi si molleranno!

Prima o poi qualcuno dovrà essere sacrificato… Sarete proprio voi?

MATERIALI

Nella scatola grandicella a causa delle plance troviamo:

  • 5 Plance fronte/retro (1 di partenza, 1 finale e 3 intermedie)
  • 28 Carte azione ( 4 per giocatore)
  • 28 Carte Sopravvivenza
  • 18 Carte Tradimento
  • 7 Pedina avventuriero
  • 1 Pedina Cerbero
  • 1 Dado Velocità (con i valori da 3 a 8)
  • 3 Barche (con 1, 2 o 3 posti disponibili)
  • 7 Carte Riepilogo
  • 1 Foglio di adesivi ” Imprese Magistrali”

La scatola è ben organizzata, i materiali sono piacevoli alla vista ma il vero colpo di genio sono gli adesivi da attaccare attorno alla confezione quando si conquista il determinato obiettivo, un po’ come i trofei nei videogiochi e nel dentro del coperchio c’è una grossa lapide dove scrivere il nome di tutti i giocatori mangiati dal Cerbero durante le nostre partite.

Davvero Geniali!

 

PREPARAZIONE

  • Assemblare il tabellone con la plancia iniziale, 2 intermedie e quella finale. I teschi in alto a sinistra indicano la difficoltà della plancia, più ce ne sono e più sarà difficile.
  • Posizionare il Cerbero sulla prima casella del percorso.
  • Mescolare a faccia in  giù le 3 barche e metterle coperte in fondo al percorso negli spazi appositi
  • Ogni giocatore sceglie la sua pedina, la posiziona sulla casella iniziale e prende le 4 carte azione del suo colore.
  • Posizionare le pedine non utilizzate sul tracciato Furia in fondo al tabellone, partendo da sinistra, e poi posizionare sulla prima casella libera adiacente il dado Velocità con il numero 3 in alto.
  • Formate 2 mazzi coperti con le carte Tradimento e Sopravvivenza e il giocatore più gentile sarà il primo a giocare.

Tutto è pronto per iniziare questa folle corsa.

 

CARTE AZIONE

Ogni carta azione ha due lati, quello avventuriero con la figura della persona al centro e quello Cerbero, con il cane a 3 teste centrale.

Ogni giocatore inizia con il lato avventuriero.

Se l’avventuriero è tra i primi giocatori ad essere sbranato dal Cerbero girerà le proprie carte, utilizzando il lato del cane!

Ogni facciata della carta è a sua volta diviso in due parti, per lasciare al giocatore la scelta di quale azione fare tra le due disponibili.

In alto a sinistra ci sarà il costo da pagare per attivare l’azione, in alto al centro invece ci sarà l’effetto di quell’azione.

CARTE SOPRAVVIVENZA E CARTE TRADIMENTO

Le carte sopravvivenza sono dei bonus da usare e pescare finchè si è un avventuriero mentre le carte tradimento verranno usate dai giocatori sbranati dal Cerbero per ostacolare gli avventurieri rimasti e farli così sbranare dal feroce cane a 3 teste.

Ogni carta ha 2 effetti, uno semplice che non richiede nessun costo ed uno potenziato che però richiede un prezzo da pagare.

In amore e guerra ogni colpo è lecito.

SCOPO DEL GIOCO

Ci sono 2 modi per vincere a Cerberus:

  • SCAPPARE: Per l’avventuriero l’unico modo di vincere è salire sulla barca e riempirla di avventurieri… ma attenti che non c’è posto per tutti!
  • LA GRAZIA DI CERBERO: I primi giocatori che verranno sbranati potranno vincere se riusciranno ad impedire la fuga agli altri avventurieri!

 

REGOLAMENTO

Ad ogni turno il giocatore attivo dovrà OBBLIGATORIAMENTE giocare davanti a sé una carta azione, scegliendo quale delle 2 azioni disponibili eseguire pagandone il relativo costo.

Le carte giocate rimarranno davanti a sé finché non si giocherà la carta con l’azione riprendi in mano tutte le carte azione giocate.

Se poi lo desidera il giocatore prima o dopo aver giocato la carta azione può usare una carta sopravvivenza o tradimento (dipende dalla fazione).

Se alla fine del turno una barca è piena di avventurieri, essi scapperanno e vinceranno la partita…lasciando quelli indietro al loro destino ormai segnato.

Se invece la barca non è piena si guarda se si attiva la caccia del Cerbero.

 

IL TRACCIATO FURIA E LA CACCIA

Solitamente il costo delle carte azione prevede di spostare il dado di una casella verso destra sul tracciato furia o di aumentare di uno il suo valore.

Il valore determinerà il numero di passi che farà il Cerbero quando inizierà la sua caccia.

Quando il dado arriverà all’ultima casella del tracciato Furia la caccia ha inizio, ma solo dopo il turno del giocatore attivo.

Quando la caccia si attiva il Cerbero si muoverà del numero di passi indicati dal valore del dado.

Se durante il movimento il cane a 3 teste non incontra nessun avventuriero il dado verrà riportato nel primo spazio vuoto libero a sinistra del tracciato e il suo valore aumenterà di uno…. il Cerbero è furente e la sua rabbia monta sempre di più.

Se durante il movimento il Cerbero raggiunge uno spazio con uno o più avventurieri  egli si ferma immediatamente e sbranerà colui o coloro che erano in quella casella.

Le loro pedine verranno messe sul tracciato furia, ad occupare caselle libere, accorciando di fatto il numero di passi necessari per scatenare la caccia del cagnolone a tre teste, Cerbero poi indietreggerà fino alla casella più vicina con il simbolo del cane.

Se la pedina del giocatore sbranato occupa, sul tracciato furia, una casella scura allora potrà giocare per avere la grazia di Cerbero, riprenderà in mano tutte le carte azione e le volterà dal lato Cerbero….La vendetta è un piatto che si serve freddo…

 

LE BARCHE

In gioco ci sono 3 barche, appena un avventuriero passa o si ferma sulla prima casella della plancia finale le due barche più lontane dal molo verranno eliminate, lasciando un’ unica barca in gioco.

Alcune carte sopravvivenza o carte Azione permettono di guardare o scambiare di posto alle barche in modo da facilitare ( o complicare) la fuga agli avventurieri!

LE PLANCE

Le plance sono diverse e si possono comporre a piacimento in base alla difficoltà che si preferisce.

Alcune caselle sono speciali:

Ci sono le piattaforme dove un solo giocatore può stare bloccando di fatto il passaggio a tutto gli altri, oppure c’è il portale che teletrasporta ma il tasto d’accensione si trova su una casella differente dal portale e un giocatore dovrà pur attivarlo…

Possiamo trovare il ponte traballante che è una scorciatoia solo per il primo che lo usa, per poi farlo cadere nella lava bollente.

Ogni plancia ha la sua caratteristica e rende la fuga ancora più roccambolesca!

CONSIDERAZIONI FINALI

Fin da subito sapevo di amare Cerberus, i collaborativi dove prima o poi tutti pensano per sé “tradendo”, i compagni, mi piacciono molto  e questo non fa eccezione.

L’atmosfera che via via si fa sempre più tesa è davvero palpabile attorno al tavolo, gli sguardi storti crescono a dismisura con l’avanzare della partita.

Anche la scalabilità è molto buona. Pensavo che in 3 giocatori il gioco perdesse di mordente visto che esiste la barca da 3 ma il cerbero è davvero molto più veloce (il dado parte dal valore 5 e ci sono più pedine non usate sul tracciato furia) e quindi uno dei giocatori molto facilmente sarà sbranato.

Vincere contro il Cerbero è davvero difficile, fondamentale è aiutarsi molto l’un l’altro durante la prima parte del gioco.

Le scongiure e le suppliche fatte dai giocatori poi rende tutto estremamente divertente.

La simbologia poi è davvero chiara e intuibile fin da subito, anche grazie al riepilogo sulla carta, ma dopo qualche turno già non vi servirà più.

Se devo però guardare in modo analitico il gioco se qualcuno viene sbranato dal Cerbero durante le primissime fasi della partita allora costui avrà un considerevole vantaggio  rispetto agli altri, anche perchè come vi dicevo è difficile battere il Cerbero.

Quello che si può fare per ovviare è appunto mandare avanti l’avventuriero più indietro per non farlo divorare e comunque giocare con lo spirito del provare a salvarsi la pelle non del vincere per forza ad ogni costo! #SiGiocaPerGiocare

Usare bene le carte ed avere una strategia comune dovrà essere un connubio indissolubile se volete essere in salvo… ma di chi vi potrete fidare?

Gli adesivi da attaccare sulla scatola poi sono un colpo di genio che ti invogliano ancora di più a giocare e magari a perdere anche appositamente pur di appiccicarlo!

Spero in qualche plancia in più per aumentare ancor di più la longevità del gioco, tanto la base per altre espansioni c’è ed è bella solida… non come la mia lealtà!

Ora scappo, ho una barca da prendere!

Il gioco potete trovarlo nel nostro store online di fiducia Magicmerchant.it

CERBERUS

7.8

Voto Finale

7.8/10

Pros

  • L'atmosfera di incertezza e sospetto è veramente ben resa, come l'ansia del dover scappare dal cane infernale
  • Simbologia chiara ed intuibile
  • Ottima l'idea degli adesivi da incollare sugli obiettivi raggiunti
  • Varietà nelle plance

Cons

  • Difficile battere il Cerbero ( ma non per forza deve essere un lato negativo per tutti)
  • Il cosiddetto suicidio alle prime fasi se avviene avvantaggia molto il giocatore
  • Da giocare con il giusto spirito scanzonato
  • In molti giocatori si allunga il Downtime durante la partita

Commenti


immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.