[Anteprima] THE BONFIRE GAME: Il Gioco Da Tavolo Che Vi Farà Fare Un Sacco Di Storie! (Recensione)

Quanto belle sono le storie raccontate alla luce di un falò? Storie di vita, paranormali, di incredibili gesta o di fantasmi. Tutti le abbiamo ascoltate e ci siamo fatti trascinare in mondi lontani e che ancora portiamo dentro di noi come un ricordo a noi caro. The Bonfire Game ci farà rivivere quelle sensazioni aggiungendo un pizzico di follia e tanto divertimento.

PANORAMICA GENERALE

Quanto belle sono le storie raccontate alla luce di un falò? Hanno un’atmosfera ed un’energia diversa, quasi magica.

Storie di vita, storie paranormali, di incredibili gesta o di fantasmi. Tutti le abbiamo ascoltate e ci siamo fatti trascinare in mondi lontani e che ancora portiamo dentro di noi come un ricordo a noi caro.

Fin dall’antichità le storie più belle e misteriose vengono tramandate in questo modo.

The Bonfire Game ci farà rivivere quelle sensazioni aggiungendo un pizzico di follia e tanto divertimento.

É un gioco per 2-6 giocatori, dalla durata di circa 30 minuti a partita, ideato da Leopoldo Caggiano, Flavio Del Fante, Jonathan De Scoscio e Stefano Riggi e che avrà una campagna Ulule che partirà proprio oggi! Il 22-2-22.

Siete pronti a sedervi attorno al fuoco e a raccontare la vostra storia?….Sempre se ve lo lasceranno fare!

P.S. In fondo all’articolo troverete anche il nostro video tutorial/recensione!

 

REGOLAMENTO

Per raccontare una buona storia è necessario che ci siano degli elementi chiave: dei buoni personaggi, un genere che si addice, un’ ambientazione fantastica o reale ma soprattutto un conflitto, una situazione da risolvere e superare.

Tutte questi elementi, in The Bonfire Game, sono stati trasformati in carte che dovremo collezionare nel migliore dei modi per raccontare una storia che lascerà tutti a bocca aperta.

Mescolate il mazzo, date a ciascuno sette carte, posizionatelo al centro del tavolo e rivelate la prima carta: formerà la pila degli scarti.

Una partita è divisa in 2 distinte fasi:

  • PESCA E SCARTA
  • RACCONTA!

 

Fase1: Pesca e scarta

In questa fase, durante il proprio turno, pescate una carta dal mazzo o quella in cima alla pila degli scarti (tranne se è un imprevisto come vedremo tra poco).

Lo scopo è avere in mano 2 carte personaggio, uno scenario, un genere ed un conflitto.

Dopo aver pescato, dovremo scartare. Se è una carta racconto, ostacolo o colpo di scena non succederà nulla. Se invece è una carta imprevisto (rossa) attivatene l’effetto e poi posizionatela nella pila degli scarti sopra ad eventuali carte scartate grazie al suo effetto.

Alla fine del turno, dovrete avere sempre e solo 7 carte.

Se all’inizio del vostro turno avete le 5 carte necessarie (e che vi piacciono) per raccontare una storia, chiudete a pugno la vostra mano e bussate solennemente sul tavolo ( o dove vi pare) per tre volte, annunciando così di essere pronto a narrare.

Il turno passerà immediatamente al giocatore successivo per un ultimo giro di tavolo. Gli altri giocatori cercheranno di far perdere le carte necessarie a chi ha bussato sul tavolo o di guadagnare quelle necessarie per il racconto ed accedere così alla seconda fase. Se alla fine del loro turno avranno in mano tutto l’occorrente, potranno bussare a loro volta sul tavolo in modo solenne.

Quando anche l’ultimo giro di tavolo è concluso, si passerà alla seconda fase.

 

Fase 2: Racconta!

Il momento è arrivato! Tutti quelli che durante la prima fase hanno bussato (e hanno ancora le 5 carte in mano) potranno e dovranno raccontare la loro storia.

Per farlo avranno un minimo di 2 ed un massimo di 4 minuti.

Nel raccontarla, man mano dovranno scartare le loro carte in ordine: dapprima lo scenario per dare un luogo alla loro storia, poi sarà il turno del genere che dovrà essere accompagnato dal tono di voce adatto (oscuro e tetro per l’horror, incalzante per l’azione ecc ecc…). In seguito toccherà al personaggio, il protagonista della loro storia, poi sarà il turno del motore vero e proprio del racconto, il conflitto, la prova che dovrà affrontare il nostro personaggio. Infine toccherà all’ultima carta personaggio che potrà essere un antagonista, un alleato, un passante o qualsiasi altra cosa vi suggerisca la vostra fantasia.

Attenzione che per essere valida una storia, il protagonista deve risolvere il conflitto in un modo o nell’altro!

Però gli altri giocatori non ascolteranno in maniera passiva la vostra storia…ricordate le carte ostacolo e colpo di scena? Bene!

Queste carte saranno delle stilettate che i vostri “amici” vi daranno, sarà un modo per rallentarvi e mettervi in difficoltà. Vi potranno far cambiare punto di vista del vostro racconto, o far succedere qualcosa di inaspettato, farvi fare 3 rime, usare una sola vocale per 30 secondi, trasformare la vostra storia in un musical e tantissimo altro ancora.

Per vostra fortuna, i vostri avversari potranno usare solo due carte di questo tipo contemporaneamente e una volta scartate non potranno ripescare più.

Il vostro scopo sarà quello di superare tutte queste insidie, portare a termine il conflitto e quindi il vostro racconto e rimanere nei 4 minuti a vostra disposizione, se ci riuscite congratulazioni avete guadagnato dei punti!

Punti? Sì, ma ci arriveremo tra un attimo.

Dopo aver calcolato i punti, toccherà al prossimo giocatore (se c’è) a raccontare la storia e così via finchè tutti coloro che avevano bussato avranno ricoperto il ruolo di cantastorie.

 

PUNTEGGIO

Come avrete notato, le carte hanno dei colori. Le carte con lo stesso colore si definiscono tematiche, cioè sono pensate per stare bene assieme perchè appartenenti ad una stessa categoria. Ovviamente non sarete obbligati ad usare carte dello stesso colore!

Le combinazioni di colori delle vostre carte vi darà il seguente punteggio:

  • Tutte le carte sono di colore diverso – 4 Punti
  • Una coppia di carte è dello stesso colore – 6 Punti
  • Due coppie di carte sono dello stesso colore – 9 Punti
  • Un tris di carte è dello stesso colore – 12 Punti
  • Un tris di carte è di un colore e una coppia di un altro – 15 Punti
  • Quattro carte sono dello stesso colore – 20 Punti
  • Tutte le carte sono dello stesso colore – 30 Punti

Una volta che avrete fatto il numero di partite stabilito all’inizio, ogni giocatore somma i suoi punti ottenuti e chi ha la somma più alta è dichiarato il vincitore!

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Queste sono le regole per giocare a questo gioco ma niente vi vieta di usare delle vostre regole o di usare le carte per raccontare delle storie con il solo fine di divertirvi.

Il bello di The Bonfire Game è proprio questo: La fantasia è l’unico vostro limite.

Le regole sono semplici e gli effetti delle carte sono spiegati sulle carte stesse.

Le immagini poi sono davvero davvero belle, curate da Mattia Distaso. Sono in grado di appagare l’occhio ma allo stesso tempo di non mettere troppi limiti all’immaginazione per non ingabbiare la creatività. Ed è così che il genio può essere una persona intelligente o quello della lampada di Aladino o Il demone può essere una creatura degli inferi o la rappresentazione di un tormento interiore.

La particolarità di questo gioco, e dunque anche il suo grande punto di forza, è che stimola il linguaggio e la capacità di creare e raccontare storie sempre diverse, senza però risultare macchinoso o noioso come alcuni altri giochi di questo genere.

Vi assicuro che se  non siete molto portati al narrare gesta (come me), dopo qualche partita acquisirete una sicurezza ed una scioltezza che pensavate di non avere.

É un gioco divertente, perchè le cattiverie che vi farete con le carte ostacolo e colpo di scena ve le rinfaccerete per un bel po’! Vi dico solo che ho dovuto incastrare a forza Orietta Berti all’interno di un racconto Horror…e ho detto tutto.

Inoltre è un gioco super portatile e quindi lo potrete giocare veramente ovunque, anche quando avete 5-10 minuti liberi per una partita “one shot”.

Vi ricordo che la campagna Ulule per supportare questo progetto che merita davvero e trasuda passione da ogni dove, parte oggi e qui sotto vi lascio il link per accedere alla pagina per avere maggiori info accaparrarvi la vostra copia.

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA CAMPAGNA DEL PROGETTO!

Ringrazio Bonfire per avermi fatto conoscere e divertire con questo gioco e vi suggerisco di seguire tutti i loro social ma soprattutto di ascoltare il loro podcast su Spotify… ragazzi vi giuro che sono pazzeschi, ormai ne sono dipendente e non lo dico tanto per dire.

Grazie!

 

VIDEO

 

 

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it
Continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

Una replica a “[Anteprima] THE BONFIRE GAME: Il Gioco Da Tavolo Che Vi Farà Fare Un Sacco Di Storie! (Recensione)”

  1. […] la raccolta fondi per questo gioco che il nostro “stacanovista” Stefano ci ha ben presentato in questo articolo. Se volete farlo diventare realtà preparate almeno 26€ entro il 24 […]