Ticket to Mars, agguantiamo un biglietto per il Pianeta Rosso

Con “Ticket to Mars” dovremo portare su Marte gli ultimi superstiti del nostro pianeta rispettando le carte obiettivo segretamente ricevute ad inizio partita.

La Terra ha i minuti contati: il nostro pianeta sta per sparire, vuoi per i mille problemi che da anni minano l’ecosistema, vuoi per calamità naturali che minano la corretta sopravvivenza, ed urge quindi trovare una soluzione per i poveri sopravvissuti che necessitano di un suolo comodo su cui vivere. Marte potrebbe essere la soluzione, ma soltanto una piccola quantità dei terrestri vogliosi di vita troveranno posto nei razzi che sono in partenza verso il Pianeta Rosso e starà ai giocatori scegliere, in base alle carte obiettivo ricevute ad inizio partita, quali siano i futuri abitanti del nuovo mondo per far rinascere una nuova umanità, il tutto grazie ad un dinamico gioco di carte con un ansiogeno conto alla rovescia in vista della partenza.

DENTRO LA SCATOLA

All’interno della pratica confezione di gioco troviamo un tabellone pieghevole che mostra i razzi in partenza verso Marte con un posto disponibile per ogni oblò mostrato ed uno spazio per segnalare il tempo che manca alla partenza, nonché un tracciato per segnare i punti di ogni giocatore. Necessarie sono le tessere equipaggio, ovvero dei segnalini tondi che raffigurano varie tipologie di terrestre, tra cui una simpatica nonnetta, una coppia di bambini, un uomo, una donna e persino un cane. Presenti nella scatola anche le carte obiettivo, mediante le quali i giocatori accumuleranno punti portando sui razzi i personaggi giusti e le carte azione che serviranno proprio ad interagire con la popolazione e i posti disponibili sulle navicelle da mandare in orbita.

LE CARTE

Le carte che propone il gioco sono di due tipi. Abbiamo le carte obiettivo (i giocatori ne pescheranno 3, una per tipo, ad inizio partita) e le carte azione. Sulle carte obiettivo sarà segnato il numero di punti che si guadagneranno se si porterà a termine il compito indicato e ovviamente il numero o la tipologia di partecipanti ad una spedizione su Marte. Una tipologia di carta obiettivo riguarda una coppia precisa di individui presenti all’interno di un navicella, una seconda indica invece il numero di personaggi dello stesso tipo che devono essere ospitati all’interno di un razzo, mentre l’ultima tipologia riguarda una maggioranza di terrestri su un razzo oppure un esatto numero di partecipanti ad una spedizione. Le carte azione invece indicheranno il posizionamento di un determinato personaggio all’interno di un qualunque posto disponibile su uno dei razzi sulla plancia, lo spostamento di un passeggero già accomodato da un razzo all’altro oppure la discesa di un terrestre che pensava di essere già in salvo, ma che dovrà invece scendere a terra in attesa di essere, eventualmente riammesso in un secondo tempo. Utilissima anche la carta speciale che non solo farà scendere di una tacca il segnatempo, accorciando quindi le possibilità di soddisfare le proprie carte obiettivo in vista della fine della partita, ma anche l’opportunità di recuperare tutte le carte azione giocate fino a quel momento, visto che, una volta messe davanti a sé non potranno essere altrimenti recuperate.

IL GIOCO

La preparazione, come già accennato, prevede l’assegnazione random di una carta obiettivo per tipo ad ogni giocatore, in base alla quale dovranno decidere come giocare attentamente le proprie carte azione: ogni giocatore avrà infatti anche le stesse carte azione del proprio colore che permetteranno l’interazione con i segnalini passeggero. Basterà posizionare poi il segnatempo sul gradino 9 dell’apposito tracciato e dare il via alla partita che, a turno, richiederà al giocatore di calare semplicemente una delle proprie carte e di eseguire l’azione indicata. Giocando la carta speciale per ritirare tutte le carte azione giocate fino a quel momento si andrà man mano ad attivare un inesorabile conto alla rovescia che decreterà presto la fine della partita. Una partita completa di “Ticket to Mars” richiede di giocare tre manches in cui si distribuiscono ogni volta nuove carte obiettivo ripartendo dal gradino 9 del segnatempo e chiaramente chi sarà riuscito ad accumulare il maggior numero di punti alla fine sarà decretato vincitore e probabilmente anche capo della nuova colonia marziana.

CONSIDERAZIONI

Chi ama gli obiettivi segreti, un livello di interazione piuttosto alto e una durata di gioco piuttosto contenuta ma piacevolmente divertente, troverà sicuramente in “Ticket to Mars” un valido titolo da prendere in considerazione. Non è adattissimo invece ai polemici e ai permalosi, visto che veder scendere un personaggio essenziale per la soddisfazione di una propria carta obiettivo non sarà di certo una gioia e sarà utile per il giocatore studiare una strategia mediante la quale cercare di piazzare i giusti terrestri sulle navicelle senza però esporre troppo l’identità delle proprie carte obiettivo se non si vogliono vedere i propri piani sfumare alla partenza delle navicelle spaziali. Il dinamismo e la durata contenuta di gioco permettono di divertirsi in compagnia nel modo giusto e rimane sempre vivo il desiderio di svolgere una nuova partita per migliorarsi in vista di una nuova vita sul Pianeta Rosso.

Edizione Italiana: Doppio Gioco Press
Edizione Inglese: GDM Games
Giocatori: 2-5
Età: 8+
Durata: 20’

Ticket To Mars

Ticket To Mars
7.5

Voto

7.5 /10

Pros

  • Meccanica di gioco dinamica
  • Durata contenuta
  • Divertente per gli amanti degli obiettivi segreti

Cons

  • Grafica migliorabile
  • Non adatto per i permalosi

Commenti


immagine-profilo

I Giochi del Topo

Sono Gaetano, giornalista pubblicista da quasi 10 anni e appassionato di giochi da tavolo praticamente da sempre. Scrivo di cultura e spettacolo per un portale online, ma da poco, per dare libero sfogo anche con la scrittura ad una delle mie più grandi passioni, ho dato vita a “I Giochi del Topo”, blog totalmente dedicato al mondo dei giochi da tavolo con recensioni ed approfondimenti su titoli vecchi e nuovi appartenenti al mondo ludico.

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Tempo di novità post Play per Pendragon

Di ritorno dalla Play Modena 2018 scopriamo quali sono le novità che ci aspettano da Edizioni Pendragon

Chiudi