Recensione Lego Super Heroes Avengers – Duello con l’Hulkbuster

Ricrea le avvincenti scene del film Marvel Super Heroes Avengers: Infinity War con il set LEGO 76104 – Duello con l’Hulkbuster

È finalmente giunto in redazione il set LEGO 76104 – Duello con l’Hulkbuster, in cui rivediamo l’Hulkbuster esattamente 3 anni dopo il set 76031, in cui però vediamo maggiori dettagli rispetto al predecessore.

In questo set troveremo ben 375 pezzi, e non vediamo l’ora di costruirlo.

Veniamo adesso al contenuto:

Minifigure

All’interno della scatola troviamo Bruce Banner con una riuscitissima versione bifacciale, troviamo infatti 2 diverse espressioni: Una mite e l’altra caratterizzata da occhi verdi e brillanti e un espressione rabbiosa, che ci mostra Bruce che perde il controllo poco prima di trasformarsi in Hulk!

Troviamo anche la miniatura di Falcon, anche qui abbiamo una espressione bifacciale, in un lato troveremo un espressione seria e gli occhiali di protezione rossi, nell’altro appare senza occhiali con un sorriso fiducioso. Molto riuscito appare anche l’effetto mosso dei capelli.

Falcon è dotato da uno zaino con le ali, costruite usando una gamma di piastre a cerniera. Questo design è riuscitissimo e troviamo eccellente il livello di dettaglio dell’articolazione

Rimuovendo le ali il dorso della minifigura presenta uno zaino color argento metallico che rende perfettamente l’effetto desiderato.

Ma non finisce qui in questo set troviamo anche Proxima Midnight, anche questa presenta due espressioni una con un sorriso accennato e l’altra con espressione rabbiosa, con la maschera in entrambi i lati che lascia intravedere la sua pallida pelle.

Molto riuscite anche le corna integrate nei capelli che sono davvero fantastiche, inoltre è dotata di un’arma a due lame che la rende pericolosa 😉

L’ultima minifigura che troviamo all’interno del set è Outrider dotata di 4 braccia più le due classiche per un totale di 6.

La stampa in oro metallizzato su entrambi i lati della testa e del busto sembra superba, ma sarebbe meglio se continuasse sulle gambe.

La Torretta

Mi piace la combinazione di nero e viola trasparente su questa torretta e le luci bianche, rappresentate dagli adesivi, hanno un bell’aspetto. Schiacciando i lati della canna si lancia una sfera nera di Zamor ad una distanza di circa 50 cm, ma non vi è alcuna rotazione, quindi la torretta può solo sparare agli obiettivi posti di fronte.

Un paio di sollevatori Technic sono montati sui lati della torretta, questi servono a ricreare un riuscitissimo effetto di mettere fuori uso l’arma ponendola nello stato “rotto”

Un contenitore alla base della torretta si apre per rivelare la Pietra dell’Anima arancione.

Hulkbuster

Questa versione dell’armatura di Hulkbuster è leggermente più grande di quella del 76031 e include molti più dettagli, sebbene ciò sia in parte attribuibile all’uso di adesivi. Penso che la combinazione di rosso scuro, oro perlato e nero funzioni bene e che le proporzioni del modello siano perfette, facendo corrispondere il design tarchiato che Hulkbuster ha nel film.

Il modello include giunti a sfera sulle spalle, gomiti, fianchi e caviglie per creare pose davvero dinamiche. Anche le dita delle mani e dei piedi sono articolate individualmente.

Le gambe di Hulkbuster sono piuttosto corte rispetto al suo busto, trasmettendo efficacemente il senso del suo design tozzo.

I mattoni blu chiaro rappresentano i repulsori sotto i piedi e due repulsori ausiliari si trovano sul retro di ciascuna gamba, appena sopra l’articolazione della caviglia.

Sul retro dell’armatura di Hulkbuster è montato un cilindro blu chiaro, che rappresenta liberamente un altro emettitore di repulsori. Ruotando il cilindro, il braccio destro si muoverà su e giù, il che funziona molto agevolmente, ma non sarà possibile mettere in posa questo braccio.

Fortunatamente, il progettista ha tenuto conto di ciò e le istruzioni mostrano come la rimozione di una piastrella rotonda 2×2 alla base del cilindro disattiverà la funzione (cosa che preferisco).

Il casco si apre su una cerniera insieme a tre pannelli del petto, rivelando uno spazio per una minifigure all’interno. L’interno è ragionevolmente semplice, ma apprezzo il display luminoso per la testa e gli ingranaggi marrone chiaro esposti non interferiscono con il posizionamento della figura.

Considerazioni finali

La selezione di minifigure è molto impressionante nel complesso, con Falcon che si distingue tra le migliori figure dell’intera gamma Infinity War.

Il livello di dettaglio dell’Hulkbuster è fantastico, trovo che sia riuscitissimo, così come trovo riuscito il design della torretta e la funzionalità di simularne la rottura.

Il suo prezzo intorno ai 30 euro rende questo set davvero immancabile nelle proprie collezioni.

Commenti


I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Punchline: quando il gioco di carte si fa scandaloso

Bando agli imbarazzi e al politicamente corretto: in Punchline bisogna essere cinici e brutalmente ironici per potersi divertire e fare...

Chiudi