Recensione di Tex – Fino all’Ultima Pallottola: lucidate le Colt, il duello è all’alba!

Per i 70 anni di Tex, Cranio Creations ci porta sulle polverose strade del Far West, in cui sparare per primi significa vivere. O morire.

Edizione Italiana: Cranio Creations
Giocatori: 2-6
Età: 10+
Durata: 20-60’

Signori e signore, preparate le pistole e spolverate il vostro cappello migliore, state per prendere parte ad un duello mortale.
Tex: Fino all’Ultima Pallottola vi vedrà schierati con i Pards del leggendario Tex Willer o con i fuorilegge guidati dal redivivo Mefisto, impegnati in una sfida in cui riflessi pronti e prontezza di mano faranno la differenza tra vittoria e sconfitta.

Pards o fuorilegge? Saranno metallo e polvere da sparo a decidere chi avrà la meglio.

DENTRO LA SCATOLA

Già da una prima occhiata alla confezione possiamo intuire che il titolo strizza ben più di un occhio ai fan della serie di punta di Bonelli Editore, e una volta aperta questa sensazione diventa ben presto una certezza.

Tutto, dalle carte azione a quelle evento fino ad arrivare alla plancia di gioco (prodotta in modo da ricordare un albo a fumetti con tanto di vignette ed onomatopee degli effetti sonori) è illustrato secondo lo stile del fumetto; in tutte le carte è presente inoltre un breve testo “di colore” che in più di un’occasione farà riaffiorare qualche ricordo nella mente dei lettori.

Scendendo nel dettaglio dei componenti, abbiamo:

  • una plancia di gioco;
  • 6 plance e 6 cartonati, uno per ogni personaggio disponibile (equamente divisi tra pards e fuorilegge);
  • 36 dadi. Letteralmente, le munizioni per le vostre fidate pistole. Preparate i polsi, perché ne tirerete davvero un bel po’ durante ogni partita;
  • un mazzo di carte azione generica, utilizzabili da tutti i contendenti al duello;
  • 42 carte azione personale, abilità specifiche dei singoli personaggi (7 a testa);
  • 15 carte evento, che oltre a movimentare il terreno di gioco fungeranno anche da timer per la partita;
  • 6 tessere velocità, che determinano l’ordine di gioco ed eventuali bonus/malus per i giocatori più veloci (o più lenti);
  • svariati segnalini proiettile ed un segnalino vittoria.

Dadi e pallottole, la dotazione standard di ogni buon pistolero.

IL GIOCO

Innanzi tutto, è bene specificare che ogni duello dovrà essere affrontato rigorosamente in squadre di pari membri: 1vs1, 2vs2 oppure 3vs3.

Scopo ultimo sarà quello di spostare il segnalino vittoria sul proprio simbolo del tracciato, o quantomeno il più vicino possibile ad esso.

Ogni round di gioco si divide in due fasi:

Fase 1: Caricare, puntare…

Come prima cosa viene pescata una carta evento, il cui effetto rimarrà attivo per tutti fintantoché sarà visibile sulla plancia di gioco.

Alcuni degli eventi di gioco (sopra) e delle azioni generiche (sotto)

Fatto questo, ogni giocatore inizia a tirare i suoi dadi, posizionando quelli che ritiene utili sulla propria plancia e ritirando gli altri.

In questa fase scegliere rapidamente i propri dadi è fondamentale: il più veloce a terminare i propri tiri posizionerà il suo personaggio sulla prima tessera velocità, che oltre a consentire di giocare per primo nella fase successiva fornirà anche dei succosi bonus, che diventeranno meno interessanti procedendo con i giocatori successivi fino a diventare dei malus per l’ultima posizione.

Fase 2: …fuoco!!

Terminata la prima, concitata fase di preparazione, ogni giocatore a turno (e rigorosamente nell’ordine dettato dalle tessere velocità) potrà spendere i propri dadi per eseguire diverse azioni:

  • pescare una nuova carta azione (generica o personale)
  • pescare una pallottola, utilizzabile come se fosse un dado jolly
  • girare una nuova carta evento, sostituendo quindi l’effetto di quella attiva e riducendo il termine ultimo della partita
  • giocare una carta dalla propria mano

Alcune delle azioni speciali disponibili per ciascun personaggio.

In questa fase, l’obiettivo è quello di infliggere più ferite possibili ai propri avversari; ogni ferita farà spostare un dado dalla propria plancia all’area ospedale (riducendo quindi le possibilità di azione del giocatore), e ogni 4 ferite inflitte si potrà spostare il segnalino vittoria di uno spazio verso il proprio simbolo.

Il duello procede in questo modo fino a quando il segnalino vittoria raggiungerà uno dei due simboli oppure fino ad esaurimento delle carte evento.

VALUTAZIONI

Come accennato in apertura i fan della serie a fumetti potrebbero anche terminare qui la lettura di questa recensione, dato che il gioco fornirà sicuramente loro la giusta dose di nostalgia, immedesimazione e divertimento.

Il campo dello scontro è pronto. Che il duello mortale abbia inizio…

Per tutti gli altri, il titolo mixa in maniera interessante meccaniche piuttosto movimentate tipiche dei party game con scelte tattiche più oculate e che richiedono una buona coordinazione di squadra. Non aspettatevi comunque chissà che profondità strategica, stiamo pur sempre parlando di uno scontro in cui la rapidità di esecuzione conta spesso molto più della bontà delle scelte fatte.

Piccola nota negativa per la scelta di dover posizionare i personaggi in cartoncino sulle tessere velocità nella fase estremamente concitata di lancio dei dadi; specialmente giocando in 4 o 6, fate attenzione a non schiacciare e/o spezzare qualche cartoncino in preda all’euforia di voler posizionare per primi.

Personalmente, infine, consigliamo di giocare almeno in 4 per meglio apprezzare l’esperienza di gioco.

Al netto di qualche elemento sicuramente migliorabile, questo Tex: Fino all’Ultima Pallottola centra comunque il bersaglio, accontentando sicuramente i fan e (si spera) portando qualche nuovo giocatore ad appassionarsi alle avventure dell’eroe dei fumetti più famoso del West.

Tex - Fino all’Ultima Pallottola

Tex - Fino all’Ultima Pallottola
7

Voto

7.0 /10

Pros

  • Ogni singolo elemento di gioco richiama il fumetto in maniera ottima
  • La pressione nella fase di scelta dei dadi rende molto bene la tematica del duello western

Cons

  • personaggi in cartone abbastanza scomodi nella fase di piazzamento “in velocità”

Commenti


immagine-profilo

Il Dado è Tratto

Giocatori e collezionisti da sempre, la nostra missione è quella di far conoscere le meraviglie del gioco da tavolo a chiunque sia disposto a darci 5 minuti di fiducia, trasmettendo questa passione nel modo più semplice possibile. Perché come diciamo sempre qui al Dado: “Esistono due tipi di persone: chi adora i giochi da tavolo e chi non ha ancora trovato il gioco giusto.”

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Recensione Outlive: Una corsa contro il tempo, per salvare la propria tribù

Outlive è un gioco di "sopravvivenza" distribuito da Raven Distribution in cui vestiremo i panni di eroi che cercheranno di...

Chiudi