DEEP VENTS: Verso il controllo di un intero ecosistema sottomarino

Tuffiamoci nelle profondità degli abissi a caccia di creature marine in questo nuovo titolo astratto firmato Laukat

Ciao a tutti amici di houseofgames.it e bentornati in questa nuova recensione!

Oggi ci tuffiamo in DEEP VENTS il nuovo titolo firmato Ryan Laukat e portato in italia da DV Giochi che ringraziamo per la copia che ci ha fornito.



PANORAMICA

In Deep Vents costruiremo e controlleremo un intero ecosistema sottomarino basato su delle semplici regole di draft e di acquisizione delle tessere
per far si che possiamo ottenere più punti a fine partita.

Autori:  Alex Davis Ryan Laukat

Illustrazioni: Ryan Laukat

Giocatori: 2 – 4

Età: 12+

Durata: 30/40 min

SETUP E REGOLE

Ogni giocatore inizia con una tessera Sorgente Idrotermale (le restanti tessere di partenza vengono rimesse nella scatola in base al numero di giocatori).
Si mischiano tutte le altre tessere esagonali e si crea una pila a faccia in su e si posiziona al centro del tavolo,di fianco la pila si scoprono le prime 5 tessere in modo da creare il “mercato” di gioco.

Insieme alla tessera Sorgente Idrotermale i giocatori iniziano con un numero stabilito di Archea in base al numero che si è al tavolo.
L’Archea non è altro che la nostra valuta del gioco e sono suddivise in cubetti singoli per determinare una unità ed in esagoni più grandi per cinque unità.
I segnalini Archea avanzati formano la riserva generale del gioco.

Le tessere scoperte al centro del tavolo sono considerate da 1 a 5 andando verso la pila di pesca.
Durante il proprio turno si effettuano una serie di azioni tra cui scegliere una delle cinque tessere scoperte al centro del tavolo e metterla nel proprio set in modo da iniziare ad ampliare il proprio ecosistema. Se si decide di prendere una tessera che è dalla seconda in poi, si pagherà 1 archea per ogni tessera saltata. La prima è gratuita.

L’azione successiva al posizionamento della tessera è quella di scegliere se Espandere o Attivare tutte le tessere in sequenza, si procede partendo dalla tessera più in alto fino a scendere andando da sinistra verso destra, quindi concludendo con l’ultima tessera in basso a destra.

Alla fine del proprio turno si rimette una nuova tessera al centro del tavolo facendo scorrere tutte le altre precedenti.

ESPANDERE serve a produrre nuova Archea, su ogni tessera nell’icona in basso a destra c’è segnato quanta Archea può essere prodotta.
ATTIVARE Serve a Spendere Archea o a Raccogliere Archea: Spendere si paga il numero indicato nell’icona a sinistra della tessera scartando il numero di archea richiesto per poi attivarne l’effetto.
Raccogliere Archea: si prende l’archea presente sulla tessera e si mette nella riserva personale

In questo gioco non manca l’interazione tra avversari, infatti un altro tipo di azione possibile è quella di Attaccare gli altri ecosistemi. Attivando le tessere con il simbolo Attacco si possono infliggere danni agli avversari per far perdere loro Archea.

con l’Attacco Base: ogni avversario deve scartare 1 Archea dalla propria riserva per ogni freccia sulla tessera attivata.

Attacco Mirato: Il simbolo accanto alla freccia indica il bersaglio di attacco ed ogni avversario deve scartare archea pari al numero di frecce moltiplicato per ogni simbolo di quel tipo presente nel proprio ecosistema.

CONCHIGLIE Attivando alcune tessere si possono ottenere le conchiglie. Queste servono sia a portare punti a fine partita ma hanno anche la funzione di far dimezzare la forza di attacco da parte dei tuoi avversari scartandole. Quindi è opportuno tenerle in riserva.

In fine un’ultima azione disponibile quando si attivano le tessere è quella di Impoverire. Consiste nel rimuovere tutta l’archea sopra la tessera scelta tenendone metà nella riserva e l’altra metà nella riserva generale comune.
Si gira la tessera dal lato del dorso lasciandola nella sua posizione e per tutto il resto della partita quella tessera fornirà solo la caratteristica visibile sul retro (sempre se presente)

La partita può finire in due casi: Quando tutti i giocatori hanno svolto 8 turni o quando tutti i giocatori tranne uno sono stati eliminati per carenza di Archea.

GAMEPLAY

Il Gameplay di Deep Vents è facile, veloce e fruibile si entra subito nel vivo senza dover pensare troppo all’inizio su cosa fare e cosa non fare. Certo la conoscenza di tutti i simboli all’inizio può lasciare un po’ perplessi all’inizio ma mano a mano che si va avanti nella partita ci si prende subito confidenza. Giocando in più di 2 giocatori risulterà più complesso scegliere le migliori tessere all’inizio cosa che poi magari potrebbe compromettere l’andamento della partita. La casualità è parte integrante del gioco quindi tenete in considerazione che non è adatto a chi non è amante dell’alea nei giochi.
Il gioco come detto gira velocemente e rispetta a pieno i suoi 30 minuti ed è veramente divertente prenderci la mano dopo un paio di partite.

CONSIDERAZIONI FINALI

Sono sempre stato un grande amante dei giochi di Ryan Laukat e questo Deep Vents non volevo lasciarmelo sfuggire.
Certo però che magari mi aspettavo forse un qualcosa di più, non voglio dire che mi ha deluso ma magari avevo altre aspettative.
Il gioco scala bene sia da 2 che a 4 giocatori ma come detto nel Gameplay in 4 potrebbe risultare complicato potersi accaparrare le tessere migliori all’inizio, la cosa che mi è piaciuta è senza dubbio l’interazione tra i giocatori, si può risultare davvero fastidiosi e tremendi facendo perdere archea agli avversari cosa che non vi porterà parsimonia nell’essere poi attaccati.

Parlando dei componenti posso dire che sono eccezionali per quello che costa il gioco, i cubetti e gli esagoni in plastica sono stupendi ma le conchiglie in resina sono veramente il punto forte della scatola. Splendide!
Un piccolo appunto vorrei precisarlo sull’imprecisione delle tessere esagonali, ce ne sono di più grandi e di più piccole e personalmente possono dare fastidio nel mescolarle e nel metterle impilate per bene. Ma questo posso affermare che magari è solo un mio cruccio.

In conclusione posso dirvi che Deep Vents è consigliato specialmente per chi ama i giochi astratti e con una forte componente di alea al suo interno senza farsi mancare una buona dose di interazione tra i giocatori. Per chi invece pensava di trovarci un gestionale con tutti i dovuti calcoli e ragionamenti del caso, allontanatevi completamente da questa idea. Si, una buona dose di ragionamento e di calcolo la si cerca per potersi scegliere le tessere con le azioni migliori in modo da poter attaccare al meglio gli avversari o in modo da produrre il maggior numero di Archea possibile.

Detto questo vi lascio con il voto finale, i Pro ed i Contro ed il link per poterlo acquistare!
Spero di esservi stato di aiuto nel capire se questo titolo può fare al caso vostro oppure no.

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it
Continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Fabio Molinari

Ciao! Sono Fabio, sono nato in un caldissimo Agosto del 1991, sono abruzzese e sono un fotografo, videomaker, grafico... insomma, diciamo che sono un creativo e mi occupo di qualsiasi cosa abbia a che fare con la comunicazione visiva da circa 8 anni. Sono un collezionista di film, amo il caffè, sono appassionato di cinema, musica e giochi da tavolo, colleziono anche loro ovviamente, da circa 4 anni. Insomma, si può dire che ho tutte le carte in regola per essere un piccolo nerd del nuovo millennio, di sicuro la mia infanzia è stata fatale per quelle che oggi sono le mie passioni, ho smagnetizzato le VHS dei Ghostbusters e di Space Jam. Ho rovinato una plancia di un Risiko facendoci cascare sopra l'aranciata, giocavo a Magic e scambiavo carte dei Pokèmon. Beh non credo di avere abbastanza spazio da potervi dire tutto quello che combinavo da ragazzino, ma credo che una piccola idea ve la siete fatta e spero di avervi trasmesso un po' di simpatia. Un abbraccio, Fabio

I commenti sono chiusi.