Recensione Century – La Via delle Spezie: ciotole, cubetti e un pizzico di cannella.

Century – La Via delle Spezie è un gioco di creazione/trasformazione risorse, per 2/5 giocatori, edito da Asmodee, in cui i giocatori si troveranno a produrre, scambiare e rivendere spezie in cambio di punti vittoria. Chi sarà il miglior mercante della Via della Seta?

“Sputa subito quel cubetto rosso e rimettilo nella ciotola!”

La vita di oggi, nonostante la sua frenesia, è per molti versi più comoda di quella del passato. Se apriamo la dispensa di casa possiamo trovare tutto quello che ci serve e nemmeno ci immaginiamo più i pericoli e le distanze che un tempo le persone correvano per portare le spezie in giro per il globo terraqueo.

In Century, gioco da 2 a 5 giocatori, distribuito in Italia da Asmodee, ripercorreremo le strade di quelle carovane che, percorrendo la Via della Seta, viaggiavano tra la Grecia e la Cina passando per Africa ed Arabia, e scambiando di mercato in mercato, le spezie che portavano con loro.

Presentazione visiva

La scatola di Century si presenta con una bellissima immagine evocativa di una carovana in viaggio nel deserto, in un’atmosfera carica di calore ed esotismo.

Una volta aperta la scatola ci accoglie un inserto arancione (sempre per dare quel feeling di “caldo tramonto” che permea il gioco) che tiene ordinate, e in bella mostra, le ciotole di plastica con i quattro tipi di spezie/cubetti colorati che verrano scambiati durante la partita, le carte di gioco e le monete di metallo “oro” e “argento” (personalizzate con la C di Century, molto belle e pesanti).

Le carte hanno delle illustrazioni molto curate e dettagliate di scene di mercato e di lavoro nei campi, immagini vivide e che aiutano il giocatore ad immergersi in quello che in fondo non è altro che un gioco di creazione e trasformazione risorse (tema non proprio dei più stimolanti se lasciato freddamente matematico).

Le spezie sono i classici token a cubetti visti e rivisti in moltissimi giochi, e rappresentano rispettivamente la curcuma (giallo), lo zafferano (rosso), il cardamomo (verde) e la cannella (marrone), che ogni giocatore cercherà di creare e trasformare per poter poi acquisire carte che daranno punti al termine della partita.

Ultima considerazione sull’impatto visivo la merita il tappetino personalizzato, acquistabile separatamente, che, oltre a semplificare lo scivolamento delle carte, crea un’area di gioco organizzata e facilmente gestibile.

Questo tappetino migliora l’aspetto del gioco del 100%, con un bellissimo artwork che ricorda il ripiano in legno di una bancarella di mercato e, sebbene sia solamente un accessorio estetico, devo ammettere che farei fatica a giocare a Century senza prima stendere il playmat sul tavolo (inoltre mi ha aiutato ad avvicinare a Century parecchie persone che, inizialmente poco interessate ad un gioco di scambio e gestione merci, si sono poi convinte a provarlo una volta che lo hanno visto intavolato con la sua bella “tovaglietta”).

Regolamento

Il regolamento di Century è decisamente facile e, cosa rara per i giochi che sto giocando spesso in quest’ultimo periodo, riesce a stare su di un solo foglio stampato fronte/retro!

Prima di iniziare il gioco si rimescolano le Carte Punteggio (dorso arancione) e se ne piazzano 5, scoperte, sul piano di gioco. Sopra alla prima carta punteggio da sinistra, delle 5 pescate, si mette una pila di monete d’oro (pari al numero di giocatori per 2) e una pila di monete d’argento si mette sulla seconda carta (sempre in numero uguali al numero di giocatori x2).

Ogni giocatore successivamente riceve una Carta Carovana (una carta con 10 slot in cui poter mettere i propri cubetti/spezie) una Carta Produzione per produrre 2 cubetti gialli e una Carta Miglioria per trasformare le proprie spezie (queste ultime due riconoscibili dal bordo viola visibile sul lato scoperto della carta).

Dopo aver ricevuto la propria mano di gioco, si rimescolano le carte Mercante (dorso viola) e se ne pescano 6, disponendole da sinistra verso destro in una fila unica. Fatto ciò si procede col dare le risorse iniziali ai giocatori (dipendenti dal numero di persone in cui si gioca) e poi si comincia la partita!

Durante la partita, quando è il proprio turno, un giocatore deve effettuare una delle seguenti azioni:

Giocare una carta dalla propria mano, compiendo l’azione rappresentata su di essa.

Acquisire una carta mercante (mettendola nella propria mano di gioco).

NB: se la carta che si vuole prendere è la prima della fila, questa carta è gratuita, altrimenti il giocatore dovrà mettere una propria spezia su ogni carta che precede quella che vuole acquistare).

Riposare (ripescando tutte le carte giocate fino a quel momento e rimettendole nella propria mano).

Rivendicare una carta Punteggio, prendendola dalla fila delle carte punteggio e mettendola, faccia in giù, nella propria aria di gioco.

Vediamo brevemente le carte.

Carte Mercante. Sono le carte col dorso viola. Ne esistono di 3 tipi:

Carte Produzione: fanno pescare dalle ciotole i cubetti del colore corrispondente.

Carte Miglioria: permettono di trasformare una spezia facendola aumentare di 1 (o più) valore. Ad esempio una spezia gialla, con una Miglioria 2, può diventare verde, oppure due spezie gialle possono diventare due spezie rosse etc… (questa è la sola regola da dover spiegare un paio di volte durante la prima partita, perché, sebbene sia semplice, può generare un po’ di confusione).

Carte Commercio: permettono di scambiare le spezie presenti nella propria carovana con quelle indicate sulla carta, spostando le spezie dalla carovana alle scodelle e viceversa. A differenze delle altre due carte, le cui azioni sono utilizzabili solo una volta, le carte commercio permettono di scambiare tutte le volte che si vuole fino a quando si soddisfano i termini dello scambio (es. se gioco una carta  che mi permette di convertire un cubo verde in due cubi rossi e nella mia carovana ho 2 cubi verdi, possono scambiarli per quattro cubi rossi).

Carte Punteggio

Le carte punteggio sono il fine ultimo per cui ci si sfida a Century… in fondo chi fa più punti vince!

Per rivendicare una carta punteggio si devono spendere (riporre nelle ciotole) tutte le spezie richieste per quella carta. Nel caso si rivendichi la prima carta della fila (la prima a sinistra) si ottiene anche una moneta d’oro, se si rivendica la seconda, una moneta d’argento.

La partita termina quando uno dei giocatori rivendica la sua quinta carta punteggio. Quando ciò accade si termina il turno corrente e poi si procede a sommare i punti vittoria delle carte punteggio, i bonus dati dalle monete ottenute, e si contano tutte le spezie di colore diverso dal giallo (valgono tutte 1 punto a prescindere dal colore).

 

Esperienza al Tavolo

Century scorre liscio come l’olio. Ho avuto modo di provarlo per la prima volta durante gli Asmodays, giocandolo in 5, tutti alla loro prima esperienza col gioco, e, come detto in precedenza, a parte un leggerissimo smarrimento  iniziale durante la prima fase di Miglioria, tutti abbiamo capito velocemente cosa fare e ci siamo sfidati fino all’ultimo cubetto!

Giocato in due è decisamente più strategico, ma mano a mano che si aumenta il numero di giocatori bisogna essere pronti a combattere strenuamente per ogni Carta Punteggio disponibile e cercare di capire le strategie avversarie in fretta, perché il bello, e il difficile, di Century sta nel fatto che puoi fare solo una azione per turno e, un errore può causare un drastico aumento del numero di turni in cui si sperava/prevedeva di raggiungere una certa carta o di ottenere un certo tipo di spezia.

In conclusione

Century è un gioco molto divertente, un peso leggero in termini di dinamiche ludiche e di strategia, ma ciò non toglie che sia un ottimo passatempo e un titolo in grado di far venire la voglia di farsi giocare anche da chi non mastica poi tanto i giochi da tavolo. Il tappetino lo rende irresistibile, ma alla fine, ci si avvicina per il fascino del colpo d’occhio ma si rimane a giocare per la semplicità e l’ottimizzazione del sistema di gioco.

Un titolo super consigliato da portare a casa di amici per proporre qualcosa di diverso che, sono sicuro, farà divertire tutti quanti al tavolo!

Inoltre l’editore di Century, Plan B, ha sottolineato come questo gioco sia solo il primo di una trilogia di titoli che, pur avendo tutti e tre dinamiche di gioco e componenti differenti (quindi non saranno 3 cloni) avranno anche una sorta di modularità (ancora piuttosto misteriosa) che permetterà di mischiarli tra loro, generando in ogni gioco varianti ed opzioni che aumenteranno la longevità e la flessibilità di tutti i giochi.

Un motivo in più per averlo nella propria collezione!

Century - La Via delle Spezie

Century - La Via delle Spezie
7.5

Voto

7.5/10

Pros

  • Basta una partita per capirne i meccanismi e giocarci tranquillamente (ottimo entry level)
  • Grafica delle carte chiara e ben leggibile
  • È realmente un gioco per 2-5 giocatori
  • Con il tappetino diventa bellissimo da vedere e giocare

Cons

  • Regola dell’upgrade delle spezie inizialmente un po’ ostica
  • Forse un po’ troppo semplice per i giocatori più scafati

Commenti


immagine-profilo

Riccardo Riguzzi

Sono sempre stato attratto dalla creatività, che si trattasse di immagini, oggetti o mondi immaginari. Tale fascinazione mi ha portato a studiare grafica, cinema, animazione e ad appassionarmi al mondo dei giochi. Questo percorso personale mi ha sempre più convinto di come sia necessario, ai nostri giorni, ritagliarsi uno spazio ludico nella nostra vita, perché il gioco è lo strumento migliore per coltivare una mente attenta ed aperta al mondo che ci circonda.

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Achtung! Cthulhu potrebbe trasformarsi in un gioco per PC

Lovecraft incontra i nazisti nel gioco di ruolo Achtung! Cthulhu che si trasforma in un gioco per PC disponibile su...

Chiudi