La Recensione di Dinosaur Island + Totally Liquid

Cento milioni di anni fa c’erano le zanzare esattamente come ai giorni nostri e proprio come oggi succhiavano il sangue agli animali, perfino ai dinosauri. A volte dopo aver punto un dinosauro la zanzara si posava su un ramo di un albero e restava invischiata in una goccia di resina.

Benvenuti a Dinosaur Island, un gioco da tavolo in cui dovremo creare il nostro parco giurassico le cui somiglianze con un famoso film diretto da Steven Spielberg sono puramente “casuali”… Quindi “Allacciate le cinture!”

Materiali

“Qui non si bada a spese”: I materiali di Dinosaurs Island sono per lo più ottimi.

Dai grandi dadi DNA color ambra, alle plance spesse con recessi, fino ad arrivare ai meeples a forma di stegosauro in plastica rosa.

Unico neo forse i vari tabelloni principali, piuttosto scomodi e sottili (ancor peggio la plancia quinto giocatore dell’espansione rappresentata semplicemente da una carta) ma su tutto il resto non si possono certo fare critiche.

Le illustrazioni richiamano sfacciatamente lo stile neon anni 80-90, tra i dinosauri rosa evidenziatore, plance con colori che bruciano le cornee e ovviamente le illustrazioni con vestiti e gadget dell’epoca (particolare lode alla copertina di Totally liquid con il walkman in bella vista), l’effetto nostalgia è assicurato.

Una scelta molto coraggiosa che non piacerà a tutti, ma davvero ben riuscita a mio avviso.

Nella versione Extreme abbiamo inoltre un upgrade a dir poco esagerato, con pesanti monete in metallo e dyno meeples per differenti specie di dinosauri (9 terrestri nel base e molti altri tra dinosauri acquatici baby-dino, capre e chi più ne ha più ne metta nell’espansione) che aumentano notevolmente il piacere visivo ma al prezzo di un setup/tear down davvero lungo.

Meccaniche

Dinosaurs Island si presenta come un classico piazzamento lavoratori e gestione risorse

Ogni round si svolge in 5 fasi opportunamente illustrate su tabelloni e plance.

La prima fase (ricerca) rappresenta un classico piazzamento lavoratori durante il quale ogni giocatore avrà 3 scienziati a propria disposizione che potrà spendere a turno (in ordine inverso al punteggio) per:

  • Occupare uno spazio sotto un dado ambra per ottenere il relativo DNA
  • Occupare lo spazio adiacente ai progetti dinosauri disponibili e collocarlo nel proprio parco.
  • Aumentare le celle frigorifere per poter conservare più DNA
  • Passare, collocando lo scienziato nella propria area lavoratori per utilizzarlo in seguito

Ovviamente la maggior parte degli spazi sarà esclusivo e, nonostante nessun giocatore sarà mai tagliato fuori, l’ordine di turno influirà sensibilmente per aggiudicarsi le risorse migliori.

Inoltre i dadi DNA avanzati andranno ad incrementare per il turno il rischio incidenti di un valore da 1 a 3.

Durante la seconda fase (mercato) avremo a disposizione 1 azione a turno fino a un massimo di 2 durante le quali potremo:

  • Comprare miglioramenti disponibili per il laboratorio che ci forniranno azioni migliori o extra durante la fase lavoratori
  • Comprare attrazioni, negozi di gadget e ristorazioni
  • Comprare specialisti che forniranno lavoratori extra e/o abilità o bonus punti
  • Comprare vari tipi di DNA (sempre disponibili)
  • Passare per ottenere 2 monete (ogni azione passata)

 

La terza fase (lavoratori) si svolgerà invece in contemporanea.

Ogni giocatore procederà a piazzare i propri lavoratori negli spazi laboratorio della propria plancia per eseguire varie azioni tra cui ottenere denaro, trasformare dna base in avanzato, allargare recinti dinosauri, aumentare il livello sicurezza ma soprattutto creare dinosauri!

Ogni ricetta dinosauro comprata infatti ha un costo DNA specifico pagato il quale potremo posizionare un esemplare in un recinto (espandibile durante la fase lavoratori fino a 4 posti) accanto al progetto nel nostro parco.

Ogni dinosauro creato ci fornirà punti e incrementerà la fama del nostro parco ma allo stesso tempo incrementerà anche il pericolo dello stesso.

I dinosauri si dividono in 3 tipologie: Erbivori che forniranno pochi punti e attrazione ma avranno una pericolosità quasi trascurabile, carnivori grandi che al contrario attrarranno numerosi visitatori e forniranno molti punti al costo di un pesante malus di rischio e infine i carnivori piccoli che sono una via di mezzo tra i precedenti.

Ogni tipologia ovviamente sarà disponibile in più specie con leggerissime variazioni nelle statistiche e costi.

Terminata la fase lavoratori è finalmente ora di aprire le porte del nostro parco:

Nella quinta fase procederemo a pescare da un sacchetto un numero visitatori, pari al livello di attrazione del nostro parco e li collocheremo all’entrata.

Questi potranno essere normali visitatori o teppisti (rapporto 8 a 1).

A questo punto incasseremo 1 moneta per ogni visitatore (ad eccezione dei teppisti) e procederemo a collocare (partendo ancora dai teppisti) all’interno del nostro parco i visitatori finchè avremo spazio accanto alle nostre attrazioni/recinti.

E finalmente andremo a controllare i livelli di pericolo e sicurezza del nostro parco.

Se la sicurezza sarà superiore al pericolo non avremo incidenti, in caso contrario, per ogni punto di differenza i dinosauri riusciranno a forzare i recinti mangiandosi o calpestando un visitatore (partendo da quelli normali) che ci priverà di un punto vittoria.

Infine otterremo un punto per ogni sopravvissuto (eccetto ancora i teppisti) all’interno del nostro parco e ci prepareremo a ricominciare dalla prima fase.

Il gioco proseguirà fino a quando una serie di obiettivi comuni pescati casualmente a inizio partita (tra 3 mazzi differenti a seconda della durata di gioco scelta), non verranno completati.

Ogni partita viene inoltre modificata da 2 regole speciali (dette “plot twist”)..

Ad esempio si potranno introdurre VIP tra i visitatori che forniranno più punti o ricevere DNA gratuitamente a ogni inizio turno e così via.

Espansione Totally Liquid:

Pandasaurus game ha rilasciato un’espansione modulare che va a risolvere diverse delle critiche rivolte al gioco base.

  • Quinto giocatore

L’espansione contiene tutto il necessario per un quinto giocatore tra cui le plance, dadi DNA aggiuntivi, e estensioni dei tabelloni di gioco.

Oltre a questo verranno aggiunti nuovi specialisti, ricette dinosauri, dadi DNA e altro per gestire l’incremento.

 

  • Dinosauri acquatici

Laddove le specie del base risultavano un po’ troppo simili tra loro, totally liquid aggiunge una nuova categoria di dinosauri: le specie acquatiche.

Queste avranno una propria pila progetto nella fase ricerca e a differenza delle altre varieranno da livello 1 (simili agli erbivori) a livello 3 (carnivori grandi).

I dinosauri acquatici modificano all’estremo le differenze di costo/rischio/punti e attrazione oltre che a portare sul nostro tavolo dinosauri leggendari come il famoso Megalodonte.

 

  • Modulo progetto

Con questo modulo i giocatori sceglieranno uno di 3 progetti segreti.

Seguendo, anche in parte, lo schema proposto, Collocando i recinti dinosauri e le attrazioni negli spazi suggeriti dal progetto, si otterranno punti a fine partita.

 

  • Dirigenti e strutture

Questa Espansione aggiungerà strutture e lavoratori speciali per partite asimmetriche.

Ad esempio avremo un recinto delle capre che placheranno la fame dei dinosauri in fuga, o lo zoo per bambini dei cuccioli di dinosauro o ancora scienziati speciali che aumenteranno il limite delle celle frigorifere e tanto altro.

 

  • Modulo eventi PR

Questo modulo aggiunge 2 carte per ogni giocatore da scegliere a fine partita.

Queste daranno ulteriori punti per determinate condizioni a tutti i giocatori.

 

 

Infine l’espansione contiene dadi ambra speciali con combinazioni di DNA differenti, altri plot twist e nuovi specialisti.

Commenti finali

Mi sembra doveroso dividere in 2 parti il giudizio finale, uno per il gioco base e uno per l’espansione.

 

Dinosaur Island (Base) è un gioco piuttosto semplice che racchiude meccaniche già viste ma tutto sommato varie e ben amalgamate.

La veste grafica sarà probabilmente amata da chi ha memoria delle stravaganze degli anni 80-90 e le continue citazioni “sicuramente involontarie” dei vari capitoli di Jurassic Park (come non apprezzare lo stand del “Clever Grill” o il primo giocatore assegnato all’ultima persona che ha estratto con successo DNA di dinosauro da una zanzara intrappolata nell’ambra) completano l’immersione e l’atmosfera del gioco

Purtroppo quello che è sicuramente un valore aggiunto per molti potrebbe risultare indigesto a giocatori più giovani carenti della conoscenza della cultura pop citata.

Le meccaniche sono piuttosto lineari e grazie a una grafica di facile leggibilità, saranno facili da imparare e ricordare e fanno trasparire un gioco che cerca di presentarsi semplice ma profondo.

Purtroppo diverse pecche non permettono a Dinosaur Island di raggiungere appieno il suo obiettivo.

I dinosauri troppo simili tra loro non danno la giusta profondità strategica.

Il posizionamento dei dinosauri e delle strutture nel parco non ha alcun peso al fine del gioco e il sistema obiettivi per le partite brevi (e in parte anche medie) permette di terminare spesso la partita prima ancora di vedere in azione il proprio motore di gioco.

D’altra parte le partite “lunghe” non soffrono di questo problema e la fase di piazzamento contemporaneo permette di terminare partite “lunghe” in quattro giocatori in poco più di 2 ore.

Buona invece la scalabilità che rende bene da 2 a 5 giocatori.

Dinosaur Island rimane un gioco sicuramente gradevole, e ben realizzato, tra “plot twist”,specialisti e gli altri upgrade del mercato , ogni partita ci spingerà verso nuove strategie.

In definitiva un buon piazzamento lavoratori con una forte dipendenza dal tema che grazie a una certa semplicità, e a un tema e stile grafico molto particolari riesce a farsi notare tra i vari titoli simili, senza però svettare nettamente.

 

Totally Liquid:

Con l’espansione Totally Liquid il discorso cambia.

Con Totally Liquid pare che Pandasaurus games abbia ascoltato le critiche e lavorato per sopperire alle mancanze.

I dadi speciali e i moduli asimmetrici aumentano la varietà, laddove i progetti danno un significato al posizionamento delle attrazioni e dei dinosauri nel parco.

I progetti PR aumentano l’interazione tra giocatori (anche se in maniera non troppo funzionale a mio avviso) cercando di rispondere alla richiesta di maggiore interazione.

Ma sono soprattutto i dinosauri acquatici a dare maggiore profondità e variabilità.

 

Seppure a prima vista appariranno sbilanciati, le variazioni dei valori sono solide e ben calcolate (forse con qualche eccezione soprattutto per il Kronosaurus) e si adatteranno alle diverse fasi del gioco seppure richiederanno una certa esperienza per essere utilizzati al meglio.

Insomma Totally Liquid, non solo risolve gran parte dei problemi di Dinosaur island, ma lo rende un gioco di facile accesso ma di estrema profondità seppure la spesa ulteriore potrebbe ridurne il rapporto qualità/prezzo.

Se vi piacciono i dinosauri e possedete una tuta in acetato dai colori imbarazzanti, accendete il walkman e andate a provare questo fantastico titolo.

Dinosaur Island

7.8

Voto Base

7.5/10

Voto con Espansione

8.1/10

Pros

  • Dinosauri e Dinosauri Rosa
  • Fluido
  • Regolamento semplice ed efficace
  • Citazioni
  • Qualità componenti

Cons

  • Espansione richiesta per risolvere alcune lacune
  • Spazio tavolo richiesto
  • Tutto sommato nulla di nuovo
  • Lungo setup (in particolare per la versione extreme)
  • Alcuni componenti discutibili e stile non per tutti

Commenti


immagine-profilo

MV

M.V. Sono un videogamer di vecchissima data. Da diversi anni mi sono avvicinato al mondo dei giochi da tavolo per sostituire quell'interazione con gli amici persa nel mondo dei videogiochi dalla scomparsa dello "split screen". Amo prevalentemente giochi impegnativi, e strategici ma cerco di includere un po' di tutto nella mia collezione. Sono anche un sostenitore dell'estetica nei giochi. Siano euro o american, anche l'occhio vuole la sua parte!

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Ride: Il primo gioco da tavolo tratto da un film italiano!

Preparatevi a guidare i vostri rider lungo un percorso pieno di insidie.

Chiudi