Keyforge: risorse utili per migliorare il tuo gioco. Parte 1

La comunità di giocatori e appassionati attorno a Keyforge si è dimostrata subito molto attiva e oggi in rete sono disponibili molte risorse per migliorare il tuo gioco vediamo assieme le principali.

Il gioco online

The Crucible online

https://www.thecrucible.online/

The crucible online è sicuramente il sito di riferimento se vuoi migliorare il tuo gioco, qui avrai la possibilità di sfidare altri giocatori online sia con i tuoi mazzi sia con qualsiasi altro mazzo sia stato finora registrato (ad oggi circa 498000!).

Il sito è un progetto amatoriale e pertanto non perfetto, ma realizzato davvero molto bene, ci sono sempre centinaia di giocatori online e trovare una partita è alquanto veloce.

Il sito è ovviamente in lingua inglese così come ovviamente il testo sulle carte (anche del tuo mazzo italiano) tienilo presente se la lingua di Albione non è il tuo forte.

Il sistema ha qualche difetto, spesso vi troverete a giocare contro avversari che abbandonano a partita in corso o che usano sempre i soliti mazzi considerati più forti (vi consiglio di giocare in modalità casual troverete una maggior varietà di mazzi con cui confrontarvi) ma in attesa di una versione ufficiale non possiamo che ringraziare i creatori di the crucible online.

Giocare, giocare tanto e poi giocare ancora è il miglior modo di testare i tuoi mazzi contro vari avversari e migliorare il tuo gioco, qui lo potrai fare quando e quanto vorrai.

Analisi dei Mazzi

KeyForge Italia

https://www.keyforgeitalia.com/

Progetto italianissimo e ottimamente realizzato, la community italiana si è rivelata da subito molto importante e questo sito ne è l’espressione più interessante ad oggi.

Sul sito di KeyForge Italia puoi trovare svariato materiale utile a migliorare le tue conoscenze sul gioco tra articoli e guide ma la parte più interessante è sicuramente la sezione dedicata all’analisi dei mazzi.

È possibile ricercare nel motore interno qualsiasi mazzo finora registrato e ottenere le seguenti informazioni:

L’elenco delle carte presenti divisi per tipo e per rarità, che mostra anche come si colloca il mazzo rispetto alla media dei mazzi registrati. Questo mio mazzo per esempio possiede più creature ma meno carte azione della media.

L’analisi del mazzo procede verificando le Æmber bonus che il mazzo è in grado di generare (cioè le Æmber che si guadagnano semplicemente giocando una carta), risorsa importante perché per vincere a KeyForge non è banale ricordare che bisogna generare Æmber più velocemente dell’avversario. Il mazzo analizzato in questo caso è molto scadente da questo punto di vista generando al massimo 5 Æmber. (ci sono mazzi che arrivano a generarne più di 20, uno addirittura 33!)

Prosegue poi analizzando forza media e armatura media delle creature presenti.

Infine, forse la parte più interessante dell’analisi offerta da KeyForge Italia: qui vengono raggruppate le carte a seconda degli effetti che generano cominciando da rimozione creatura, rimozione artefatto, cura e modificatori.

Proseguendo con le carte che controllano le Æmber sia proprie che dell’avversario.

Concludendo con le carte che danno efficienza al mazzo (pescare, scartare, archiviare etc.)

Davvero un bel lavoro, quello realizzato del team di KeyForge Italia graficamente molto leggibile e completo di svariate informazioni, permette di avere un quadro generale di quali sono le caratteristiche peculiari del mazzo analizzato

Sia chiaro che questi dati non danno un risultato completo sulla qualità del mazzo molte altre sono le variabili che non è possibile al momento considerare come ad esempio un’analisi delle sinergie tra le varie carte presenti, molto difficile da realizzare.

Il sito è in continuo aggiornamento, questo è il quadro ad oggi, se ci saranno novità interessanti ve le segnalerò.

 

KeyForge Compendium

https://keyforge-compendium.com/

Sito in inglese dove è possibile recuperare una serie di statistiche interessanti su KeyForge in generale e sui deck.

Vediamo come funziona l’analisi dei mazzi su questo sito:

Anche qui possiamo avere una fotografia generale delle carte contenute nel mazzo analizzato ma la parte più interessante è l’ADHD Rating (Aminar’s Deck Heuristic Diagnostics)

Questo sistema di analisi analizza le seguenti 4 categorie:

Æmber: riporta il totale di Æmber che il mazzo riesco a generare con un pilotaggio minimo, più alto è il dato migliore sarà la velocità di produrre o rubare Æmber. vengono considerate sia le carte che generano che le carte che producono o rubano (il numero tra parentesi indica la differenza rispetto alla media dei mazzi analizzati)

Board: rappresenta l’abilità del mazzo nel controllo della board, analizza le creature presenti nel mazzo, le carte in grado di danneggiarle o eliminarle e l’abilità di distruggere gli artefatti

Æmber control: viene analizzata la capacità di controllare il rifornimento di Amber dell’avversario, carte che rubano catturano o distruggono le Æmber aumentano questo valore-

Efficiency: Ad aumentare questo valore concorrono le carte che aiutano a giocare più carte ogni turno: quindi le carte che fanno pescare, archiviare, che consentono di attivare carte di altre case oltre a quelle che limitano la capacità dell’avversario di giocare.

Consistency: questo dato riassume i risultati delle precedenti analisi, un dato sopra lo 0 indica un mazzo che per le caratteristiche analizzate risulta superiore alla media.

Anche con questo metodo di analisi, come per quello di Keyforge Italia otteniamo una fotografia di alcune delle caratteristiche del mazzo in esame ma non un quadro completo che può essere modificato in maniera significativa dalla sinergia che alcune carte mettono in atto se giocate assieme.

Per oggi mi fermo qui ma presto, se la cosa vi piace, proseguirò con l’analisi di altri siti, app etc. dove trovare informazioni utili a migliorare il nostro gioco.

A presto, ci vediamo sul crogiolo.

Tutto quello che vi occorre su keyforge è acquistabile nel nostro store online di fiducia Magicmerchant.it

Commenti


immagine-profilo

Cristian "Papà Nerd" Busato

Sono un papà del ’73, appassionato fin da piccolo di tutto ciò che oggi si definisce cultura Nerd, fumetti, videogiochi, serie tv, cinema e ovviamente giochi da tavolo. La passione per i boardgame è cominciata molti anni fa, come molti di noi partendo dal Monopoli e Risiko, per poi scoprire durante l’università il mondo dei giochi alla tedesca e i gdr. Perso il gruppo di amici giocatori, la passione si era raffreddata per qualche anno per poi riesplodere recentemente, ritrovando un modo fantastico per riunire prima la famiglia e poi i vecchi amici attorno allo stesso tavolo. Oggi trascorro serate bellissime con moglie e figli giocando a Pandemic Legacy oppure con birra, amici e Nome In Codice. Buon Gioco a tutti.

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Recensione Feudum: guerra, gestione risorse e chi più ne ha più ne metta…

Perbacco! Tu e i tuoi uomini siete stati ingiustamente esiliati e spogliati di tutto tranne pochi scellini e qualche briciola...

Chiudi