Giochi da tavolo: come scegliere il gioco di società per una serata perfetta?

Con la collaborazione di Hobby Centro Alba abbiamo pensato di darvi alcuni consigli per scegliere il gioco perfetto per le serate tra amici neofiti, amici esperti, famiglie con bimbi o adolescenti.

I giochi da tavolo o giochi di società – che dir si voglia – sono una sana abitudine per passare il tempo in maniera ricreativa in famiglia e tra amici. Per una serata a casa un pò diversa dal solito potreste valutare un menu a base ludica.

In commercio sono disponibili diversi tipi di giochi in scatola che possono accontentare davvero tutti i palati: dal gioco più impegnativo a quello più leggero, da quello più strategico a quello essenzialmente basato sulla fortuna.

Con la collaborazione di Hobby Centro Alba – Negozio giocattoli e giochi da tavolo, abbiamo pensato di darvi alcuni consigli per scegliere il gioco perfetto per le serate tra amici neofiti, amici esperti, famiglie con bimbi o adolescenti.

Come scegliere il gioco da tavolo

Innanzitutto la prima domanda da porsi è: cosa può piacere un pò a tutti? Generalmente le passioni della comitiva possono indirizzare nella scelta del gioco in scatola perfetto per la serata.

E’ possibile proporre più giochi nella medesima serata per accontentare gusti differenti o organizzare più sedute di gioco. Uno dei punti di partenza è sicuramente capire se i commensali sono già giocatori e le tipologie di gioco alle quali sono abituati.

Nonostante le abitudini, è possibile proporre qualcosa di diverso di modo da coinvolgere anche bambini o adolescenti non avvezzi a questo hobby.

La cosa affascinante del mondo dei giochi in scatola è proprio il fatto che riesce ad avvicinare generazioni lontane e a far scoprire lati sconosciuti e nascosti dei nostri amici e familiari.

Organizzando una serata gioco scoprirete il piacere di un passatempo straordinario, in grado di sviluppare le proprie capacità di attezione, lettura ed analisi in modo divertente.

Giocatori esperti o novizi?

Se fate parte di una comitiva già abituata a giocare, la scelta potrà ricadere sulle novità in commercio o su espansioni e varianti di giochi già in vostro possesso. Ad esempio, un grande classico come “Carcassone” potrà essere giocato più e più volte integrando regole e strategie con le dieci espansioni attualmente disponibili.

Probabilmente i giocatori esperti tenderanno a portare avanti partite più lunghe e complesse sulla base di dinamiche aggiuntive. Ad esempio, “Alta Tensione” definito dai boardgamer “un gestionale di piazzamento” impegna i giocatori nella costruzione ed alimentazione di centrali elettriche, con turni e dinamiche quasi aziendali ed una durata media di circa un’ora e mezza, con la possibilità di integrare espansioni per partite di circa tre ore.

Se la vostra comitiva non ha mai giocato o gioca di rado è bene pensare a delle proposte che siano semplici e veloci da spiegare e che non intrattengano troppo i neofiti. Per queste serate è possibile pensare di alternare due o più giochi, di modo da alimentare l’entusiamo e mantenere alta l’attenzione del gruppo.

Ad esempio, “Jungle Speed”, “Bananagrams”, “Trapwords” sono solo alcuni nomi dei party games più divertenti, che con regole immediate coinvolgono facilmente tutti.

Quanti anni hanno i giocatori?

Chi lo ha detto che i bambini possono giocare solo tra di loro? Come anticipato, i giochi in scatola uniscono le generazioni. A partire dal classicissimo “Gioco dell’oca” e le sue varianti con i personaggi dei cartoni animati di riferimento della nuova generazione ai meno conosciuti “Super Farmer”, “Farmini”, “Speedy Words”, “Il frutteto”.

La scelta del gioco giusto garantirà il coinvolgimento di grandi e piccini e la voglia di ripetere la serata insieme.

Per le serate goliardiche tra maggiorenni è possibile optare per giochi vietati ai minori ad esempio “Coco Rido”, “Nome in codice – VM 18”, “Drinkopoly”, “Exploding Kittens – VM 18”.

Quanti sono i giocatori?

Se la comitiva riunatisi è un pò variegata non è detto che tutti inizialmente decidano di giocare. Alcuni vorranno solo guardare in silenzio. Il gioco da tavola giusto convincerà lo spettatore a voler partecipare e a dare il suo contributo alla serata giochi.

Ma non tutti i giochi prevedono la possibilità di far partecipare un gran numero di persone. I giochi più comuni possono coinvolgere sino a 4/6 giocatori. In questi casi è possibile creare delle squadre oppure alternare due tavolate di gioco.

In caso di compagnie numerose la scelta ideale è un party game come il già citato “Jungle Speed”, “Doodles”, “Imagine”. Si tratta di giochi rapidi con una dinamica semplice ma divertente.

Gioco di squadra o tutti contro tutti?

La serata può coinvolgere giochi di tipo cooperativo ad esempio “Pandemia”, “Zombicide”, “This war of mine”. In questo caso tutti i partecipanti hanno un obiettivo comune e collaborano alla vittoria: quindi, o vincono tutti o vince il gioco.

Ma tra amici è decisamente più divertente organizzare delle vere e proprie sfide. Nel recente gioco “Villainous” ogni giocatore rappresenta uno dei cattivi Disney e ha poteri e possibilità di movimento differenti. Allo stesso modo “Terraforming Mars” dove i partecipanti interpretano i dipendenti di una corporazione, con un ruolo definito, impegnati nella fondazione di nuclei urbani, ciascuno con le proprie risorse.

Dunque, chiarite le idee? A cosa giochiamo stasera?

SEGUICI anche su Facebook e Instagram

I commenti sono chiusi.