Dragon’s Path: La via del drago secondo Dal Tenda

Un gioco di carte semplice, veloce ed interessante, che non rinuncia ad una certa dose di profondità.

Aprendo la confezione di Dragon’s Path, ultima novità di Dal Tenda, si rimane per un attimo spiazzati: due mazzi di carte molto simili, con bellissime illustrazioni che occupano interamente la loro superficie, ma senza nessuna scritta su di esse.

Ebbene, in realtà ciascuna di quelle carte ha degli effetti differenti, ma per motivi artistici si è preferito non scriverli direttamente sulla carta stessa; questa scelta potrebbe in un primo momento far storcere il naso, ma secondo noi è una delle intuizioni più geniali di questo nuovo titolo.

Partiamo dalle regole. Il gioco si svolge tra due giocatori, ciascuno dei quali partirà prendendo un mazzo (composto da 25 carte), mescolandolo e pescando da esso 5 carte. Le carte possono essere di 5 tipi differenti: acqua, fuoco, terra, vento e fulmine, ciascuno dei quali possiede due effetti differenti. Durante il proprio turno un giocatore dovrà, dopo aver pescato una carta, semplicemente scegliere una delle carte che ha in mano e giocarla di fronte a sé, scegliendo uno dei due effetti associati a quella carta. Dopo aver scelto l’effetto, ma prima di applicarlo, l’avversario potrà giocare una carta “reazione”, ovvero o una carta vento o una carta fulmine, che gli permetterà di contrastare l’effetto della carta appena giocata.

Poi, se la carta giocata non è stata contrastata, viene applicato l’effetto dichiarato e tale carta rimarrà di fronte a voi, cioè non viene scartata. Si continua così e ne uscirà vincitore colui che riuscirà ad avere nella propria area di gioco o cinque carte differenti (una per ogni elemento) o quattro carte uguali.

Ma se gli effetti delle carte non sono scritti sulle carte stesse, come sarà possibile ricordarseli? In realtà tali effetti sono molto semplici, quindi basterà una partita (della durata di circa dieci minuti) per ricordarli tutti; in ogni caso nella confezione sono disponibili delle schede riassuntive da poter tenere a portata di mano per controllare di volta in volta l’effetto della carta che si vuole giocare.

Le meccaniche di gioco sono rese più profonde grazie all’inserimento delle carte incantesimo. All’inizio della partita ogni giocatore ne possiede due e potranno essere giocate durante il proprio turno scartando la combinazione di elementi richiesta dall’incantesimo stesso. Il loro effetto è molto consistente e potranno facilmente cambiare le sorti della partita!

Inoltre la scatola di gioco è arricchita con tre simpatiche pedine a forma di drago: queste serviranno a giocare partite al meglio di tre, così da tenere conto del punteggio dei giocatori.

Per finire citiamo la possibilità di giocare partite a quattro giocatori se si possiedono confezioni del gioco base, cosa che permette di rendere molto più competitiva e complessa una partita, dovendo tener conto della possibile reazione di più avversari.

Come detto in apertura, la scelta di dare un maggiore spazio al comparto visivo la troviamo vincente, in quanto l’impatto finale risulta sicuramente molto piacevole da vedersi. Nonostante la sua apparente semplicità, le meccaniche nascondono una dose piuttosto elevata di tattica ed una profondità inaspettata, considerando il prezzo ed il contenuto del prodotto.

 

Commenti


immagine-profilo

Al4oPiù

"Al4oPiù è un canale di YouTube che nasce dalla storica passione per i giochi da tavolo condivisa da un piccolo gruppo di amici. L’intento dei nostri video è quello di aiutare ogni giocatore, neofita o meno, ad approcciarsi ad un nuovo gioco grazie a Tutorial, cioè video dettagliati sulle regole, e Gameplay, vere e proprie partite registrate dall’inizio alla fine. Il regolamento è la parte più difficile di ogni gioco, quindi fa sempre comodo un po’ di aiuto, no?"

I commenti sono chiusi.

Leggi articolo precedente:
Recensione Strade di inchiostro (Railroad ink): Da quanto tempo non vi divertivate a disegnare?

Strade di inchiostro è l’ennesimo esponente dell’invasione di giochi roll and write (in questo caso roll and draw) che è...

Chiudi