Bandits on Mars la Recensione: Marte, Sceriffi e Fuorilegge!

Ambientato sul pianeta Marte, in salsa western sci-fi, i giocatori devono acciuffare stravaganti banditi. Un gioco di destrezza edito dalla GateOnGames.

Bandits on Mars è un gioco del 2016 rilasciato dalla GateOnGames.

Non conosco personalmente l’autore del gioco Matteo Sacchi, ma gli faccio i complimenti per l’idea che ha avuto. Bandits on Mars è un gioco di carte dove la destrezza di mano ci permetterà di vincere le partite. Messo così, non sembra troppo diverso dal simpaticissimo Fantascatti… Ma sono proprio i piccoli particolari a rendere questo gioco interessante!

Il punto di forza del gioco viene dalla sua ambientazione accattivante e colorata. Il gioco è ambientato sul pianeta Marte rivisitato in chiave selvaggio west.

Western e fantascienza, ma anche qualche ammiccamento alla cultura steampunk, si fondono generando atmosfere che omaggiano molteplici elementi della cultura pop.

Biker Mice da Marte, Trigun, El Topo e varie citazioni ai classici della fantascienza marziana sono percepibili a occhio nudo.

I personaggi di Bandits on Mars sono stupendi, sembrano usciti da un fumetto. Mi auguro, che in futuro, possano riprendere questi personaggi per un nuovo gioco!

Nella scatolina di Bandits on Mars troviamo:

  • 55 Carte (carte Bandito, carte Wanted, carte Sceriffo, carte Rissa, carte Fuga, carte Ballerina e la carta The End);
  • 5 Segnalini (3 Stelle Sceriffo, 1 Cuore e 1 Moto da Fuga).

All’inizio della partita, le cinquantacinque carte vengono divise in vari mini-mazzetti che vengono assegnati ai giocatori partecipanti.

Inizia la partita l’ultimo giocatore che ha recentemente visitato Marte… Se nessun giocatore è stato su Marte, inizia l’ultimo giocatore che ha visto un film-telefilm-cartoon (o altro) ambientato nel far west. Ma del resto, chi non è mai stato su Marte? 😉

Il giocatore di turno, rivela la prima carta del proprio mazzetto. Le carte rivelate indicano l’azione che tutti i giocatori devono compiere. Nel dettaglio, vediamo:

  • Carte Bandito: sono il cuore del gioco! Esistono cinque tipi di bandito, colorati in maniera differente (rosso, blu, verde). I giocatori devono arrestare i banditi per fare punti. Di fatti, su ogni bandito è presente un valore di punteggio diverso. A fine partita, il giocatore che ha acciuffato più banditi vince la partita. La partita inizia con tre banditi sul tavolo dal valore di 1 punto;
  • Carte Wanted: sono le carte che ci permettono di fare punti! Su ogni singola carta Wanted sono illustrati i banditi da catturare. Per catturare i banditi, i giocatori devono toccare con la propria mano la carta in questione. Il giocatore più veloce guadagna punti preziosi per la sua vittoria. Dopodiché tutti i banditi che non sono stati catturati diventano nascosti, ovvero vengono coperti a faccia in giù. I banditi nascosti possono essere catturati nei turni successivi, tuttavia i giocatori devono ricordarsi quale colpire;
  • Carta Sceriffo: questa carta permette di guadagnare un Segnalino Sceriffo. Una volta rivelata, i giocatori devono coprire il segnalino con la propria mano. Il Segnalino Sceriffo impedisce la fuga dei fuorilegge. Un giocatore può avere solo un Segnalino Sceriffo, tuttavia può difenderlo bloccandolo con la mano in caso di furto;
  • Carte Fuga: quando questa carta viene rivelata, i giocatori devono toccare con la mano il Segnalino Moto. Il giocatore che lo tocca per primo non subisce nessun malus. Gli altri giocatori, invece, sono costretti a far fuggire tutti i fuorilegge catturati che sono dello stesso colore della carta fuga;
  • Carte Ballerine: quando questa carta viene rivelata, i giocatori devono toccare con la mano il Segnalino Cuore. Il giocatore che tocca per primo il segnalino, fa scartare tutti i Segnalini Sceriffo conquistati dai giocatori. Inoltre, i banditi in fuga tornano in gioco a faccia in su. Possono tornare ad essere catturati;
  • Carte Rissa: le risse generano il caos! Ogni rissa è contraddistinta da uno dei tre colori. Tutti i giocatori possono catturare tutti i banditi del colore selezionato dalla Rissa, questa volta possono usare entrambe le mani! In questa bolgia, i giocatori hanno la possibilità di fare molti ulti. A fine della Rissa, tutti i banditi nascosti tornano a faccia in su;
  • Carta The End: la carta che sancisce la fine della partita. Nella distribuzione iniziale è sempre assegnata casualmente, inoltre sarà sempre l’ultima carta di uno dei mini-mazzetti.

A conclusione del gioco, si passa al conteggio dei punti. Il giocatore che ha fatto più punti vince la partita.

Bandits on Mars è un filler dalla durata di 15 minuti, anche inferiore. È un party game che può coinvolgere ben otto giocatori. È l’ideale per iniziare una serata spensierata con giochi leggeri o per spezzare la tensione tra un cinghiale e un altro.

L’unica pecca del gioco viene dalle sue meccaniche. Indubbiamente si tratta di un gioco immediato, che si comprende subito. Tuttavia ci sono troppe carte e immagini per essere subito assimilato da un pubblico troppo piccolo. Di fatti è un gioco destinato a giocatori che vanno dai 14 anni in su. Personalmente, avrei snellito qualche meccanica per renderlo maggiormente accessibile.

Un’altra piccola pecca è che il gioco non punisce di sbaglia. Un giocatore svogliato o furbastro potrebbe muovere le mani ogni turno. Prendendo carte a casaccio, potrebbe anche vincere. Forse una regola punitiva non avrebbe guastato.

In ogni caso, si tratta di difetti minimi. Vi consiglio vivamente di giocare a Bandits on Mars. Si tratta di un gioco che strappa molte risate, che risveglia il cowboy che c’è in ogni giocatore! Vi divertirete tantissimo a giocare nel Wild Wild Mars!

[amazon_link asins=’B01DSXQKFE’ template=’ProductAd’ store=’houseofgamesi-21′ marketplace=’IT’ link_id=’fbd6991c-162b-11e8-8d9a-578ae2004b1e’]

Bandits on Mars

7

Voto Finale

7.0/10

Pros

  • Filler molto divertente e scanzonato
  • Può far interagire un alto numero di giocatori
  • Gioco facilissimo d'assimilare
  • Ambientazione vincente
  • Gioco dal prezzo economico

Cons

  • Avrebbero potuto alleggerire qualche meccanica per renderlo più accessibile anche ad un pubblico di bambini
  • Non Punisce chi sbaglia di proposito
  • Le persone che non amano i giochi di destrezza probabilmente non ameranno questo gioco
SEGUICI anche su Facebook e Instagram

immagine-profilo

Marco Grande Arbitro

Fondatore e caporedattore del blog nerd/geek/pop GiocoMagazzino. Blogger (da 12 anni), podcaster e youtuber. Sono un appassionato di giochi da tavolo, in particolare prediligo i giochi di carte. Una passione iniziata, e che continua, con Magic the Gathering! Per il resto, sono laureato in Scienze dell'Educazione (educatore professionale). Sono un collezionista di Funko Pop, adoro il cinema e la buona musica.

I commenti sono chiusi.