Tra Catene e Cenere: La Recensione di Un Librogame Davvero Mastodontico!

Benvenuti nell’Omnis, un mondo fantasy pieno di magia, intrighi e misteri. Vestiremo i panni di uno dei 4 possibili personaggi, ciascuno con uno stile completamente diverso così come il suo background ed il suo obiettivo finale. Riuscirete a compire il vostro fato?

PANORAMICA GENERALE

Benvenuti nell’Omnis, un mondo fantasy pieno di magia, intrighi e misteri.

Tra Catene e Cenere è un librogame dallo spessore non indifferente ideato e scritto da Edoardo Dalla Via e Leonardo Benucci, per un totale di quasi 600 pagine, circa 1100 paragrafi ed illustrato magnificamente da Eliza Bolli e Riccardo Madioni.

Vestiremo i panni di uno dei 4 possibili personaggi, ciascuno con uno stile completamente diverso così come il suo background ed il suo obiettivo finale.

Tutto ruoterà attorno ad una casa alquanto particolare, carica di tradimenti, magia ed oscurità oltre che ad un demone chiamato “Danzatrice Cinerea”.

Riuscirete a sopravvivere e a portare a compimento il vostro destino?

 

PERSONAGGI

All’interno del libro ci sono 4 personaggi disponibili da interpretare, ciascuno molto diverso dagli altri e caratteristico del mondo fantasy.

  • Norla, la guerriera di stirpe nanica: Un concentrato di forza e potenza. Non fatevi ingannare dal suo aspetto, offritegli da bere e sarete amici ma se per qualche motivo finite sulla sua lista nera, parlarle sarà impossibile… sareste già morti e si sa che i morti non parlano. Il suo scopo è quello di trovare il demone ed estirparlo una volta per tutte.
  • Acromion, il Mago della Torre Nera: Giovane mago che ha passato tutta la sua vita a studiare e ad aumentare il proprio sapere, sperando che questo lo avrebbe aiutato a sopperire alla mancanza di un fisico allenato e possente. Il suo scopo è diventare ancora più potente e superare la Prova da Negromante per ottenere il tanto agoniato Anello dalla Pietra Nera.
  • Dianora, la barda Ossianica: Il suo carattere è stato forgiato grazie alla rinuncia e al pentimento. Dopo aver lasciato il nido, decide di girovagare per ripercorrere i passi del nonno. Dotata di una voce invidiabile e di un’abilità stupefacente con la spada, Dianora si guadagna da vivere sfruttando le sue doti. Il suo scopo è capire cosa stia succedendo in quella casa misteriosa, svelarne i misteri e gli enigmi, per esserne la prima a decantare la sua storia.
  • Duccione, il Sacerdote di Loki L’ingannatore: Grazie alla magia e alla sua parlantina è il re del sotterfugio e dell’amor proprio. Il suo obiettivo è quello di soddisfare il volere del suo Dio Loki per riuscire a compiacerlo ed essere così nominato  Grande Matto al tempio. Il suo scopo è quello di schernire e sconfiggere la Danzatrice Cinerea che con la sola esistenza sta insultando il suo Dio.

I personaggi partiranno con un determinato equipaggiamento, soldi abilità e punti vita.

Inoltre, Duccione e Acromion, essendo dei magi avranno anche dei punti mana da gestire che gli permetteranno di lanciare degli incantesimi che per l’appunto avranno un costo in mana.

Dopo aver annotato tutte le informazioni sulla scheda personaggio il viaggio potrà cominciare.

 

TRAMA

Tra Catene e Cenere si divide in 4 parti.

Nella prima sceglieremo il nostro personaggio e ci verrà spiegato velocemente come funziona l’avventura.

La seconda parte coincide con l’inizio del nostro viaggio, una sorta di  breve tutorial per adattarsi al mondo circostante e con le regole del gioco.  Qui faremo degli incontri più o meno importanti ed impareremo ad attaccare e a difenderci.

La terza parte è quella principale, dove l’avventura si svilupperà nella sua interezza. Molte cose accadranno e molte persone incontreremo. Un’ enorme magione da esplorare per spezzare la maledizione e risolvere il mistero

Per finire, la quarta ed ultima fase corrisponde all’epilogo, al gran finale che è diverso per ciascun personaggio scelto. Infatti ci saranno diversi capitoli suddivisi tra i 4 protagonisti del racconto.

 

L’avventura vera e propria inizierà quando metteremo piede in questa imponente villa situata nell’apparentemente (forse) abbandonato villaggio di Sadora.

Una potente ed antica maledizione ci impedirà di uscire da quelle mura, intrappolandoci così per l’eternità.

Il nostro scopo sarà quello di capire cosa stia succedendo ma soprattutto il perchè stia succedendo.

Un inquietante fantasma poi si aggirerà tra le stanze urlando e gridando. 5 misteriose maschere sono legate alla sua cinta e pesanti catene sono chiuse saldamente attorno ai suoi polsi. Potrebbe essere la causa di tutto ciò o un’effetto collaterale a questa situazione così intricata?

Ovviamente spetterà a noi sbrogliare la matassa per risolvere il mistero ma soprattutto per raggiungere il nostro obiettivo!

Anche perchè un demone tanto antico quanto potente è legato al nostro fato e prima o poi le nostre strade si incroceranno.

Chi avrà la meglio?

 

SISTEMA DI GIOCO

Il meccanismo è molto semplice.

Leggiamo il paragrafo e alla fine verremo chiamati ad effettuare una scelta che ci porterà ad un nuovo paragrafo e una volta letto ci metterà davanti ad un nuovo bivio e così via in un effetto a cascata.

Il gioco a volte ci chiederà di colorare il pallino situato vicino al numero del paragrafo, ad indicare (generalmente) che abbiamo intrapreso una determinata strada o abbiamo fatto una determinata scelta. Un po’ quello che fanno le classiche parole chiave.

Le cose che poi troveremo andranno nel nostro inventario e di tanto in tanto, in base all’andamento dell’avventura guadagneremo dei segni + o dei segni -.

Alcuni bivi si sbloccheranno  in base a quanti segni positivi abbiamo guadagnato. Intraprendere quel determinato bivio non ci farà spendere i segni +, ma per ogni segno – che guadagneremo annulleremo un segno +.

I punti mana che avranno alcuni dei personaggi poi ci permetteranno di invocare alcune magie. Alcuni bivi infatti ci chiederanno se vogliamo lanciare un determinato incantesimo al costo di un tot. punti mana. In fondo al libro poi ci sono tutti gli effetti degli incantesimi per approfondirli prima di lanciarne uno.

Si continua così finchè non riusciamo ad arrivare in fondo al libro, risolvendo il nostro obiettivo o finchè non moriamo a causa di una morte improvvisa o perchè i nostri punti vita scendono a zero.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Il libro è davvero molto grande, il che assicura una longevità non indifferente.

Già il cambiare personaggio dà alla storia un punto di vista totalmente diverso, oltre che ad una trama diversa.

Le nostre scelte andranno ad influire pesantemente nel corso della storia quindi farle con attenzione è fondamentale.

Il mondo dell’Omnis è descritto molto bene, il che rende molto facile per il lettore immergersi completamente nelle vicende narrate. Anche i personaggi sono ben descritti sia a livello fisico che caratteriale e le immagini a supporto non fanno altro che cementare questa sensazione.

Gli incontri non sono mai uguali, chi incontreremo ha una propria personalità e magari una missione “secondaria” da poter completare.

Lo stile di scrittura è scorrevole ed immersivo, è sempre tutto molto immediato e capibile. Il che fa trasparire la passione che hanno i due autori per questa tipologia di giochi e di ambientazione.

Ho trovato fantastica la parte centrale della casa. In un primo momento la si potrà esplorare liberamente per prepararci poi al peggio, scatenato da un evento cardine. Da quel momento in poi c’è tanta e tanta azione! La sensazione di frenesia ed adrenalina viene percepita molto bene ma al contempo è richiesta lucidità e prontezza di riflessi.

L’epilogo invece è molto epico, permea solennità da ciascuna parola. Si capisce chiaramente di essere arrivati al punto, di essere di fronte al nostro destino.

Sarà proprio l’epilogo a darci molto filo da torcere. Morire improvvisamente ed in malo modo sarà molto facile. Pensate bene a tutto il percorso fatto e a cosa farebbe realmente il vostro personaggio.

Questo potrebbe creare un po’ di frustrazione visto il lungo viaggio fatto ma nel caso partite dall’inizio del capitolo dell’epilogo, senza dover ricominciare tutto dall’inizio ogni volta… nessuno saprà di  questo piccolo segreto (shhhhhh!).

Alcuni bivi non sono proprio immediati da capire, ad esempio potrebbe dirvi che quella determinata scelta è accessibile solo se avete annerito il pallino del paragrafo X ed Y ma solo se non avete annerito il pallino Z.

Questo fatto è sicuramente dovuto alla grande mole di scelte che ci sono ma basta fare un attimo di attenzione e tutto si svolgerà senza intoppi.

Mi sentirei di consigliare questo libro a dei giocatori esperti o a chi non ha paura di buttarsi in un libro bello consistente. La lunghezza infatti potrebbe essere l’unico ostacolo per chi non ha mai approcciato questo tipo di giochi, perchè in fin fine le regole sono molto semplici e lineari, non ci sono tabelle da consultare o complicati lanci di dado da fare.

La trama è coinvolgente ed appassionante. La mia prima run (lettura) è stata fatta con Duccione ma sono morto malamente praticamente all’inizio della seconda parte. La seconda run invece l’ho fatta con Acromion e devo dire che il personaggio mi è piaciuto molto. Parlando con Leonardo (uno degli autori), mi ha detto che Norla è una vera e propria macchina da guerra, l’ideale per chi vuole buttarsi nella mischia e fare una vera e propria carneficina.

Assolutamente consigliato!

Acquista su Magicstore.it utilizzando il nostro codice sconto HOG5%, avrai uno sconto illimitato su acquisti di Carte Singole (Magic, Pokemon o Yu-Gi-Oh!), Giochi da Tavolo e Giochi di Ruolo.
Oppure dai uno sguardo alle Offerte a Tempo su DungeonDice.it

Inoltre continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.