SAGANI: Il Gioco Da Tavolo Che Ci Farà Stare In Armonia Con Gli Spiriti Della Natura

in Sagani, cercheremo di armonizzare gli spiriti dell’acqua, della terra, del fuoco e dell’aria per farli riemergere e contemplarli in tutto il loro splendore. Sagani è il nuovo gioco di Uwe Rosenberg portato in Italia grazie a Giochix.it. Scopriamolo assieme!

PANORAMICA GENERALE

Per chi non lo sapesse, con la parola Sagani si intendono gli spiriti della natura. Questa parola nasce dal medico naturalista Paracelso, nella sua opera  “De Meteoris”.

Infatti in Sagani, cercheremo di armonizzare gli spiriti dell’acqua, della terra, del fuoco e dell’aria per farli riemergere e contemplarli in tutto il loro splendore.

Sagani è il nuovo titolo di Uwe Rosenberg che sfrutta il piazzamento delle tessere, per 1-4 giocatori, dalla durata di circa 60 minuti a partita ed edito qui in Italia grazie Giochix.it.

Scopriamolo meglio!

 

MATERIALI

Nella scatola troviamo:

– 72 Tessere Spirito (18 per tipo)

– 1 Tabellone

– 4 Segnapunti (uno per giocatore)

– 96 Dischetti suono (24 per giocatore)

– 24 Dischetti Cacofonia

– 1 Segnalino Primo Giocatore

– 8 Segnalini Punteggio negativo

 

I materiali sono di ottima qualità, le tessere belle spesse anche se alcune non sono state pretagliate benissimo, niente che un po’ di attenzione non possa risolvere.

Le immagini sono molto carine ed è interessante vedere come i vari spiriti cambiano forma in base alla difficoltà della tessera.

Forse avrei preferito la scatola con uno scompartimento apposito per tenere le tessere in ordine (tipo quella di Carcassonne) invece di buttarle alla rinfusa.

 

PREPARAZIONE

Ogni giocatore sceglie un colore e prenderà i rispettivi dischetti suono e posizionerà il proprio segnalino segnapunti sulla casella zero del tabellone.

Posizionate i dischetti Cacofonia alla portata di tutti.

Mescolate le tessere spirito (a faccia in giù) e formate una pila di pesca. Visto il numero di tessere, spezzate il mazzo in più pile, basta poi seguire l’ordine concordato.

Rivelate le prime 5 tessere Spirito a formare il Display delle tessere disponibili.

Scegliete casualmente il primo giocatore, dategli il segnalino corrispondente e tutto e pronto per giocare!

 

TESSERE SPIRITO

In questa foto troviamo alcune tessere spirito dell’aria. Sopra troviamo il dorso delle tessere e sotto troviamo il fronte.

Ogni tessere presenta un colore specifico, un numero di frecce (con il colore dei quattro spiriti) che varia da 1 a 4 e i punti vittoria.

Le tessere con 1 freccia daranno un punto, con 2 frecce ne daranno tre, con 3 frecce sei ed infine con 4 frecce ben 10.

 

REGOLAMENTO

I giocatori nel proprio turno, prenderanno tessere dal display delle tessere disponibili e le aggiungeranno al proprio schema personale che man mano crescerà sempre di più.

Durante il proprio turno, il giocatore attivo dovrà eseguire queste fasi:

 

1° fase: Selezionare e Piazzare una Tessera

In questa fase, il giocatore sceglie una tessera dal display delle tessere disponibili e la posiziona a faccia in su nello schema davanti a sé.

La tessera deve essere posizionata vicina in modo ortogonale (e dunque non in diagonale) ad una tessera del proprio schema precedentemente piazzata. Questa regola ovviamente non vale per la prima tessera scelta.

La tessera può essere ruotata a proprio piacimento.

Se nel display delle tessere disponibili, rimane una sola tessera spirito, il giocatore può decidere se pescarla o scartarla momentaneamente in archivio (sopra al tabellone, in uno dei 4 spazi disponibili) e pescare la prima tessera dal mazzo di pesca. Quest’ultime tessere sono a faccia in giù ma il dorso  ci comunica i punti che darà ( e quindi anche il numero di frecce presenti) ed ovviamente il colore dello spirito.

 

2° fase: Posizionare i Dischetti Suono

Posizionate al centro della tessera appena piazzata, tanti vostri dischetti Suono quante sono le frecce raffigurate sulla tessera stessa.

 

3° fase: Dischetti Cacofonia

Questa fase non si attiva sempre. Quando un giocatore non ha abbastanza dischetti suono nella sua riserva per metterli al centro della tessera piazzata e non riesce a recuperarli da altre tessere (poi vedremo come si recuperano) deve sostituire quelli mancanti con i dischetti Cacofonia (quelli rossi). Prendere questi dischetti farà perdere 2 punti per ciascuno di essi! É possibile scendere in questo modo sotto i zero punti

 

4° fase: Coprire Le frecce

Dopo aver posizionato la tessera, bisogna controllare se siamo riusciti a soddisfare i requisiti delle precedenti tessere.

Ciascuna di esse infatti ha una o più frecce colorate. Potremmo spostare un dischetto, dal centro della tessera su una delle frecce, se quest’ultima punta verso una tessera del medesimo colore della freccia. Non deve essere per forza adiacente, ci possono essere altre tessere in mezzo o addirittura dei buchi, basta che punti verso la tessera richiesta.

Ad esempio, la tessera in alto a sinistra richiedeva che in linea sotto di lei ci fosse una tessera verde. Visto che la richiesta è soddisfatta, possiamo coprire la freccia.

Facendo un altro esempio,  la mia tessera spirito Aria in basso a sinistra (bianca) ha una freccia arancione che punta verso una tessera spirito Fuoco (cioè arancione), posso coprire la freccia spostando un dischetto suono dal centro di quella tessera anche se le due tessere in questione non sono adiacenti.

5° fase: Completare la Tessera

Quando tutte le frecce di una tessera sono coperte, e quindi non ci sono più dischetti al centro, lo spirito è in equilibrio.

Togliamo tutti i dischetti suono, che tornano nella nostra riserva, e giriamo a faccia in giù la tessera spirito, ad indicare che è stata completata. Aggiorniamo il nostro punteggio sul tracciato dei punti presente sul tabellone.

Attenzione: Una tessera completata può ancora essere usata per soddisfare le richieste delle altre tessere da completare.

6° fase: Ripristino del Display

Se il display delle tessere disponibili è vuoto, si pescano 5 nuove tessere dal mazzo di pesca e il turno passa al giocatore successivo seguendo il senso orario, altrimenti se ci sono ancora tessere, semplicemente tocca al giocatore successivo che giocherà con quelle rimaste.

 

INTERMEZZO

Prima della sesta fase si può verificare un intermezzo.

Se l’archivio è pieno, cioè ci sono 4 tessere, il gioco si ferma e si svolge questa particolare fase.

A partire dal giocatore con meno punti, ciascuno sceglierà se prendere e posizionare una delle tessere dell’archivio con le modalità precedentemente descritte.

Se nessun giocatore sceglie di prendere una tessera, quest’ultime andranno rimosse dal gioco e l’archivio sarà svuotato.

Se anche un solo giocatore sceglie di prendere una delle tessere, quelle non scelte rimarranno in archivio ad occupare spazio, provocando probabilmente a breve un nuovo intermezzo.

 

FLUSSO DI GIOCO

Le fasi qui sopra descritte non sono esattamente in ordine, perché alcune avverranno in contemporanea.

In pratica, il giocatore sceglie la tessera, la posiziona, controlla se i requisiti delle tessere già piazzate sono soddisfatte (per recuperare dischetti suono), completa eventualmente le tessere già piazzate e solo poi posiziona i dischetti al centro della nuova tessera. Nel caso non avesse abbastanza dischetti Suono, dovrà “acquistare” quelli Cacofonia, che faranno perdere 2 punti ciascuno ma che rimarranno a lui fino a fine partita. Dopo aver posizionato i dischetti, eventualmente potrà coprire le frecce di quella tessera e/o addirittura completarla.

 

FINE DEL GIOCO

La fine del gioco si innesca quando un giocatore arriva ad un determinato punteggio, che varia in base al numero dei giocatori.

Una volta innescato il fine partita, si continua il giro di tavolo finché non avrà giocato colui che è seduto alla destra del primo giocatore (in modo che tutti abbiano giocato lo stesso numero di turni).

Alla fine chi ha più punti è il vincitore!

 

La partita può finire (anche se succede raramente) se le tessere spirito finiscono. Anche in questo caso chi ha più punti è il vincitore.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Che fatica!

Spiegare questo gioco non è una passeggiata, è uno di quelli che è più facile giocarlo che raccontarlo.

Capire infatti come combinare le tessere per soddisfare più frecce contemporaneamente è FON-DA-MEN-TA-LE.

Infatti, ciò ci permetterà sia di fare punti, sia di non perderne per acquistare i dischetti Cacofonia.

L’interazione indiretta tra i giocatori è presente anche se non proprio facile da mettere in atto.

Visualizzare l’intero schema personale è abbastanza difficile, cercare di capire quale tessera scegliere e come ruotarla per soddisfare più frecce è un po’ faticoso… pensare di fare lo stesso con gli schemi avversari per togliere a loro la tessera diventa troppo pesante.

Il gioco funziona molto bene, è uno di quelli che io chiamo brucia-neuroni, la soglia d’attenzione deve essere alta fin da subito e non bisogna mai abbassare la guardia.

Sagani è il successore di Nova Luna, infatti il meccanismo è molto simile e l’autore è il medesimo.

A differenza di Nova luna però, visualizzare il proprio schema è più facile, diciamo che è molto più leggibile.

Se ci sono pensatori al tavolo, i tempi tendono ad allungarsi, visto che ogni tessera può essere messa in più posti e può essere anche ruotata a piacimento. L’albero delle scelte diventa così bello grande.

Ho apprezzato molto il fatto di dover centellinare i propri dischetti per non prendere quelli Cacofonia (che fanno perdere punti), questo obbliga il giocatore a scegliere le tessere per completare quelle già piazzate.

Le tessere da 10 punti sono sì remunerative ma chiede di usare ben 4 dischetti…e finché non verrà completata non li potremmo riavere. Non sempre il gioco vale la candela.

Se anche a voi piacciono gli astratti e il piazzamento tessere, questo gioco fa sicuramente per voi.

Io perdo sempre però l’alto livello di sfida mi sprona a giocare più e più partite per migliorarmi.

Intrigante.

SAGANI

7.3

VOTO

7.3/10
SEGUICI anche su Facebook e Instagram

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

I commenti sono chiusi.