GiochiAmo a Bloom Town per far fiorire la nostra città ideale!

Bloom Town: un gioco di piazzamento tessere che, con le giuste mosse ed incastri, ci farà competere per diventare il sindaco della città.

EDITORE:

PlayaGame edizioni

GIOCATORI:

Da 2 a 4

DURATA:

Circa 30 minuti

AMBIENTAZIONE:

In Bloom Town si dovrà competere per sviluppare al meglio la città, costruendo gli edifici di cui hanno bisogno i cittadini e che attirino turisti e nuovi abitanti. Chi creerà il migliore progetto di sviluppo potrà ambire a diventare il nuovo primo cittadino!

PREPARAZIONE:

Prepariamo al centro la plancia piazza cittadina e dopo aver tolto le tessere, in base al numero di giocatori, andiamo a formare cinque pile, ognuna con un simbolo che corrisponde ad un’area della città.

Per ogni pila giriamo la prima tessera, che poniamo sotto di essa, queste compongono l’offerta disponibile nel mercato. Se nelle tessere che abbiamo girato non c’è una tessera edificio ma una comunità, la spostiamo in alto nella zona corrispondente.

Nella zona comunità troviamo le aree bonus, che si attivano quando vengono riempite.

Accanto al tabellone prepariamo la pila dei gettoni sviluppo, che otterremo nel corso del gioco e decreteranno il vincitore.

Ogni aspirante sindaco prende una plancia città con cui mettersi in gioco per dimostrare le sue capacità, due tessere edificio casuali e un gettone bonus.

Chi inizia prende il segnalino primo giocatore e…

SI PARTE CON LA SFIDA:

Ad ogni turno si deve costruire uno dei propri edifici, ottenere i punti sviluppo e, prima di passare al giocatore successivo, pescare una nuova tessera, per tornare ad averne in mano due.

Per costruire un edificio lo si deve piazzare in un qualsiasi spazio libero della propria plancia. Ogni spazio ha impresso un simbolo diverso, che ci indica la pila da cui dovremo pescare una nuova tessera, sarà quindi in base ai nostri progetti che faremo le varie scelte.

Sulla nostra plancia, tra gli altri, troviamo degli spazi sviluppo, circondati da vegetazione, quindi particolarmente rigogliosi, che permettono di compiere un’azione bonus a scelta tra giocare un altro turno o ottenere doppio punteggio dal proprio piazzamento.

Dovremo valutare bene quando e come approfittare di tali tessere, per ottenerne il massimo vantaggio possibile.

Inoltre, una volta per partita, si potrà giocare il proprio gettone bonus, che permette di scegliere una delle azioni bonus già elencate, oppure di piazzarlo su una delle pile comunità in cui è presente una tessera ed attivarla, cioè ottenerne il punteggio bonus. Questa si considererà esaurita e non potrà più essere attivata.

Le zone della comunità si attivano anche naturalmente, quando si riempono delle due tessere corrispondenti e permettono a tutti di conteggiare i punti degli edifici indicati. Sono quindi da tenere sotto controllo durante il piazzamento.

Ad ogni round otteniamo i punti sviluppo per la tessera appena piazzata, secondo le regole dell’edificio costruito.

Gli uffici ci faranno guadagnare punti sviluppo per ognuno di essi presente e collegato nella stessa riga e colonna, le metro devono essere collegate diagonalmente, invece i parchi vanno conteggiati per gruppi da uno a tre. Le case saranno più generose di punti quanti più edifici differenti avranno intorno, per soddisfare il maggior numero di bisogni dei suoi abitanti, mentre i negozi devono essere circondati dagli edifici indicati sulla tessera, sia nei colori delle insegne sul tetto che con dei riquadri, che rimandano a specifiche categorie.

Quindi più andremo avanti, maggiori saranno i riconoscimenti che otterremo se saremo bravi ad armonizzare e far fruttare al meglio i nostri edifici.

Come ultima azione del turno, si gira la nuova tessera della pila scelta, che sarà disponibile per il giocatore successivo.

La sfida termina quando si esauriscono alcune pile del mercato, tre nel caso di una partita in due giocatori, e solamente due nel caso di più giocatori.

IL BELLO DEL GIOCO:

Sta nella pianificazione delle mosse per ottenere gli incastri più fruttuosi.

 

VINCE LA PARTITA:

Chi alla fine ha collezionato il maggior punteggio sviluppo, accumulato nel corso della partita e con un ulteriore conteggio bonus, scegliendo la categoria di una delle tessere nella propria mano finale.

LE NOSTRE IDEE SUL GIOCO:

Le regole e il flusso di gioco di Bloom Town sono molto semplici e veloci da apprendere, quindi lo rendono un gioco adatto a tutti.

Con la sua grafica carina e colorata è anche un piacere da guardare, e ci piace molto la scelta di lasciare gli sfondi abbozzati in bianco e nero come un vero progetto, con un solo edificio ben definito che spicca così dallo sfondo.

Le tessere edificio, anche se si dividono in cinque categorie, non si ripetono tutte uguali, ma per ognuna hanno creato ben tredici varianti, rendendo le plance molto più movimentate ed originali. Diventa parte del divertimento, ogni volta, andare a scoprire i  quartieri che abbiamo creato, popolati da tante diverse case, parchi, attività e buffi abitanti che passeggiano per le strade.

Con le sue sfide rapide, anche meno di venti minuti in due, ma sempre diverse ed appassionanti è un ottimo filler.

Se pensate di avere la stoffa del sindaco mettetevi alla prova con Bloom Town, e scoprirete quanto siete bravi a far sbocciare ridenti cittadine.

SE TI PIACE  TI CONSIGLIAMO: 

Santa Monica, per passare a progettare spiagge sempre più ricche, che attirino un gran numero di cittadini, turisti e vip.

 

 

SEGUICI anche su Facebook e Instagram

immagine-profilo

GiochiAmo con Sara e Andrea

Entrambi amanti dei giochi da tavolo,fin da bambini, ma è da pochi anni che abbiamo iniziato a fare sul serio. Galeotto fu il primo Carcassonnne, regalo di amici, e da quel momento non ci siamo più fermati, sempre alla ricerca del prossimo gioco. Dopo tante partite e tante ricerche, ci è venuta la voglia di condividere le nostre idee e giocate con chi ha la nostra stessa passione. Ci piace spaziare tra i vari generi e i nostri gusti sono in continua evoluzione: al momento io, Andrea, ho un debole per i cooperativi e i filler originali; mentre io, Sara, mi diverto con gli strategici di carte e sono sempre più attratta dagli asimmetrici. Entrambi, però, non riusciamo a resistere ai titoli con una bella grafica e un design accattivante. Platone diceva che si scopre più di una persona da un'ora di gioco che in un anno di conversazione, e noi siamo perfettamente d'accordo, non c'è modo migliore per conoscersi e condividere che il momento dei giochi!

I commenti sono chiusi.