ALPACA: Il Gioco Da Tavolo (Recensione)

Scopriamo assieme il nuovo gioco targato Gateongames. Pronti ad avere un allevamento pieno di batuffolosi Alpaca tutti diversi e ciascuno con la propria personalità? Scopriamo come si gioca!

PANORAMICA GENERALE

Quanto sono belli gli alpaca? Batuffoli carinissimi di morbidosità e coccolosità!

Il mondo ne ha davvero bisogno e saremo noi a provvedere a questa irresistibile richiesta.

Alleveremo nel modo più gentile possibile (ovviamente) dei favolosi alpaca, tutti diversi l’uno dagli altri.

Alpaca è un gioco competitivo di Deck Building (costruzione del mazzo) per 2-4 giocatori, ideato da Christian Giove ed illustrato magnificamente dal bravissimo (e sempre più dentro al mondo dei giochi da tavolo) Stefano Tartarotti. Una partita dura all’incirca 30 minuti ed è edito da GateonGames.

Chi riuscirà a riempire per primo i propri recinti?

Vediamo come si gioca!

 

MATERIALI

Nella scatola troviamo:

  • 24 Carte Alpaca Cucciolo (carte iniziali)
  • 16 Carte Recinto (carte iniziali)
  • 1 Alpaca in Miniatura (1° Giocatore)
  • 16 Recinti in Cartoncino
  • 4 Carte Alpaca Nobile
  • 4 Carte Alpaca Snob
  • 32 Carte Alpaca Bianchi (8 tipi diversi)
  • 48 Carte Alpaca Marroni ( 12 tipi diversi)
  • 1 Carta riepilogo
  • 1 Carta Fumetto
  • Il Regolamento

Le grafiche, neanche a dirlo, sono carinissime e sono uno dei punti di forza del gioco assieme al prezzo.

Le carte non sono telate ma di buona qualità. Comunque, visto la natura del gioco vi consiglio di proteggerle con le bustine (61×112) per coloro che vogliono non rovinarle.

Anche i recinti sono davvero carini. Sono principalmente scenografici ma aggiungono un bel colpo d’occhio all’insieme.

Infine la miniatura in legno dell’alpaca, anche quella è scenografica, serve per ricordarsi chi è il primo giocatore ma è talmente carina che è da tenere esposta.

 

PREPARAZIONE 

Ogni giocatore dovrà formare il proprio mazzo iniziale formato da 6 cuccioli e 4 carte recinto, mescolerà le carte per formare appunto il mazzo di pesca personale e ne pescherà 5 per formare la sua mano iniziale.

Al centro di tavolo si dovranno posizionare le carte che useremo in questa partita. In ogni partita ci dovranno essere sempre gli alpaca Snob e gli alpaca nobili.

Inoltre aggiungerete (ad estrazione o scegliendoli)  altri 6 tipi di alpaca marroni e 4 tipi bianchi. Ogni tipologia di tutti gli alpaca sono in 4 copie, tenete divisi i vari mazzetti e per comodità posizionateli sul tavolo in base al loro valore, crescente o decrescente a vostro piacimento.

Se state giocando in 2 e volete un gioco più “cattivo”, togliete una copia da ciascuno dei 12 mazzetti così formati.

Infine, chi ha accarezzato per ultimo un alpaca sarà il primo giocatore. Se nessuno l’ha mai fatto… MALE! Dovrete rimediare al più presto.

 

CARTA ALPACA

Ogni Alpaca ha effetti diversi che andranno a cambiare la strategia del gioco ma vediamo come si suddivide la carta.

Dentro al fumetto troviamo l’abilità di quella carta e subito sotto il numero di monete che ci farà ottenere.

In basso, ai piedi dell’alpaca troviamo un cartello con un valore. Quello sarà il costo in monete per acquistare quell’alpaca ma anche il numeri di punti vittoria che ci darà a fine partita se sarà all’interno di un recinto.

Infine, in basso, troviamo il nome dell’alpaca.

 

REGOLAMENTO

Una partita ad Alpaca dura un numero indefinito di turni, infatti terminerà quando qualcuno riempirà il suo quarto recinto.

A partire dal primo giocatore, ci si alternerà in senso orario per effettuare il proprio turno.

Durante quest’ultimo, il giocatore di turno potrà effettuare queste 3 azioni nell’ordine che preferisce:

  • GIOCARE CARTE
  • ACQUISTARE UN ALPACA
  • METTERE UN ALPACA NELL’ALLEVAMENTO

Vediamo queste azioni più da vicino.

 

Giocare Carte

Nel nostro turno potremo giocare un numero qualsiasi di carte dalla nostra mano. Quando giocheremo un alpaca lo useremo o per le monete che ci dà o per la sua abilità scritta nel fumetto.

Se quest’ultimo è bianco significa che l’abilità si attiva nel momento che la carta è giocata mentre se è blu, si tratta di un’abilità passiva che verrà attivata da quando l’alpaca si troverà in un recinto.

Se l’abilità ha la parola chiave” LIBERAMI”, significa che non andrà messo nei nostri scarti ma direttamente nel mazzetto d’appartenenza al centro del tavolo, rendendo la carta nuovamente disponibile all’acquisto.

 

Acquistare un Alpaca

Una sola volta per turno, il giocatore potrà spendere le monete accumulate nel turno in corso per prendere una carta dal centro del tavolo. Il costo in monete è pari a quello scritto sul cartello. Nel gioco non c’è resto da dare e le monete usate a fine turno verranno perse.

L’alpaca così acquistato andrà messo immediatamente negli scarti.

 

Mettere un Alpaca nell’allevamento

Una volta per turno e in qualsiasi momento sarà possibile posizionare una nostra carta della mano nel nostro allevamento (l’insieme dei nostri recinti).

IMPORTANTE: Non potete avere Alpaca con lo stesso nome davanti a voi! Attenzione che le carte del mazzetto dei nobili hanno tutti nomi diversi (titoli nobiliari) quindi se riuscite, potete averli anche tutti.

Quando volete posizionare un alpaca dalla vostra mano al vostro allevamento ci dovrà essere un recinto con uno spazio libero (ogni recinto potrà ospitare generalmente 2 carte), altrimenti dovrete prima costruire un recinto e a questo ci arriveremo tra poco.

Quando posizionate alpaca e/o costruite recinti, li dovete posizionare sempre da sinistra verso destra, in modo da avere un ordine specifico per ciascun giocatore, utile per attivare i poteri di fine partita di alcune carte.

Se queste condizioni sono rispettate, prendete la carta e posizionatela sotto al recinto che ha lo spazio libero per ospitarla. Una volta nel recinto, quell’alpaca non darà più monete e anche l’abilità su fumetto bianco si disattiva mentre se è scritta su un fumetto blu allora da questo momento diventa attiva.

Se non avete uno spazio libero per il vostro alpaca, dovete prima costruire un recinto.

Per far ciò, dovete scartare dalla VOSTRA MANO una carta recinto che verrà RIMESSA NELLA SCATOLA. Prendete un recinto dalla riserva e posizionateci dietro in questo turno un vostro alpaca. Non è mai possibile lasciare un recinto completamente VUOTO.

Dopo aver fatto questa azioni, il turno passerà al giocatore successivo seguendo il senso orario.

 

FINE DELLA PARTITA

Una partita ad alpaca termina quando un giocatore riempie il suo quarto recinto.

Si continuerà  fino a che non giocherà anche l’ultimo di turno (colui che è seduto a destra del primo giocatore) , in modo che tutti abbiano giocato lo stesso numero di volte.

Attivate ora eventuali abilità di fine partita dei vostri alpaca.

A questo punto sommate i punti vittoria delle vostre carte che si trovano nei recinti (valore scritto sul cartello) e sommate eventuali punti extra dati dalle abilità.

Chi ha la somma più alta vince la partita!

In caso di parità vince colui che ha più alpaca nei recinti o in seconda battuta chi ha l’alpaca con il valore più alto scritto sul cartello.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Alpaca è un classico deck building confezionato ed impacchettato proprio bene.

Partiamo dal lato grafico che come ho detto vi farà sospirare ad ogni nuovo Alpaca che vedrete, tanto sono belli.

Ma sappiamo che il lato grafico da solo non basta.

Infatti anche il meccanismo, seppur nella sua semplicità, funziona molto bene.

Abbiamo infatti gli alpaca snob che serviranno per “pulire il mazzo” e togliere quelle carte iniziali che dopo un po’ ci rallentano e non poco.

Anche il fatto di dover togliere carte dal nostro mazzo per poterle conteggiare poi a fine partita, privandoci però della loro abilità e delle loro monete è un aspetto da non sottovalutare.

Inoltre, il fatto di non poter avere due alpaca con lo stesso nome davanti a noi ci preme a fare una corsa per assicurarci una copia di ogni mazzetto (o quasi) anche se i nobili sono speciali perchè seppur costosi e remunerativi hanno tutti nomi diversi e quindi se volessimo li potremmo avere anche tutti.

Le abilità delle carte sono molto diverse, alcune hanno abilità più individuali mentre altre servono per pescare o scartare molte più carte del normale. Altri ancora aumenteranno l’interazione tra i giocatori come il far scartare carte, liberare alpaca altrui o come per il più temuto (il chiassoso) mandare a zero i punti di una carta avversaria.

Come detto, anche il prezzo, circa 17 euro per un gioco di questo tipo è sicuramente uno dei unti di forza che lo rende ancor più accessibile a tutti oltre ad avere una grafica accattivante, un’ambientazione magnetica e un gameplay che può incontrare il gusto di molti.

Concludendo Alpaca è un classico deck building che però ha 2/3 chicche davvero interessanti a livello di meccaniche e di gioco, pur rimanendo facile e adatto a tutti, il che lo rende un ottimo apripista per tutti coloro che giocano ancora saltuariamente… un ottimo modo per introdurli ai cosiddetti giochi moderni.

Semplice, pulito, accattivante e per niente banale.

Ora voglio un peluche per ciascun tipo di Alpaca.

Se vuoi supportarci, potresti acquistare i tuoi giochi preferiti qui (anche Alpaca)!  Così facendo ci aiuterai a sostenere il nostro lavoro, il nostro progetto e la nostra passione. Grazie!

Il gioco puoi trovarlo anche nel nostro store online di fiducia Magicmerchant.it

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it
Continua a Seguirci anche su Facebook, Instagram e Youtube

immagine-profilo

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant'altro ho deciso da un po' di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti... ma difficile scegliere una categoria.... Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo. Buon viaggio!

Una risposta a “ALPACA: Il Gioco Da Tavolo (Recensione)”

  1. […] Cliccando qui troverai la nostra recensione del gioco Alpaca. […]

Available for Amazon Prime